Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?

Agevolazioni all’acquisto prima casa quando si possiede un’altra abitazione donata con le agevolazioni

di 37 commenti

Quadro di Renato Guttuso, Paesaggio urbanoOggi parliamo del caso particolare di un nostro lettore, Gianluca, che possiede un’abitazione ricevuta in donazione con le agevolazioni fiscali e situata in un comune dove non risiede. Vuole sapere se può acquistare un’abitazione nel suo comune di residenza, usufruendo nuovamente delle agevolazioni.

La domanda del lettore

Sono proprietario di alcuni immobili a Taranto ricevuti con atti di donazione da parte dei miei familiari e per uno dei quali beneficiai dell’agevolazione prima casa.
Da qualche anno ho trasferito la mia residenza fuori città e vorrei acquistare una casa nel mio comune di residenza, ma potrò usufruire della medesima agevolazione?

La risposta di Giuseppe Palombelli, CEO CasaNoi

Gentile Gianluca,

in caso di acquisto a titolo oneroso puoi richiedere le agevolazioni fiscali prima casa. Ti riportiamo il passaggio della Guida Fisco e casa dell’Agenzia delle Entrate:

"L’agevolazione prima casa fruita per l’acquisto di immobili a titolo di donazione non preclude la possibilità di chiedere nuovamente il regime di esenzione in caso di successivo, eventuale acquisto a titolo oneroso di altro immobile (soggetto ad imposta di registro). Al contrario, l’agevolazione prima casa fruita per l’acquisto di immobili per donazione preclude ulteriori acquisti agevolati a titolo gratuito, salvo che tali acquisti abbiano per oggetto quote dello stesso immobile."

Leggi  Accorpamento appartamenti limitrofi e agevolazioni prima casa
Articolo scritto da:

admin

Leggi tutti gli articoli
CasaNoi.it è la piattaforma dedicata all'incontro diretto tra offerta e ricerca di case. Il blog di CasaNoi si occupa delle tematiche della casa: Compravendita e Affitto, Mercato immobiliare, Ristrutturazione, Arredamento e Fai da te, Ecologia e domotica, e molto altro.

Ti potrebbero interessare

37 commenti su “Agevolazioni all’acquisto prima casa quando si possiede un’altra abitazione donata con le agevolazioni
Inserisci un nuovo commento

  1. Gentile Dr. Palombelli nel 2013 ho ricevuto per donazione un immobile da mio padre in provincia di Crotone, dove risulta anche la mia residenza, usufruendo delle agevolazioni prima casa ora per lavoro mi trovo nel Lazio a Ladispoli (Roma) e ho bisogno di acquistare una casa in questo comune dove trasferirò anche la mia residenza. Vorrei sapere se posso usufruire nuovamente delle agevolazioni prima casa per l’acquisto (questa volta a titolo oneroso) senza dover vendere la casa donata in Calabria ma trasformandola in una seconda casa dove, naturalmente non avrò più le agevolazioni su IMU/TASI ecc.
    La ringrazio anticipatamente.
    Cordiali Saluti

    1. Gentile Leonardo,
      AGEVOLAZIONI ALL’ACQUISTO
      Puoi richiedere le agevolazioni all’ACQUISTO (a titolo oneroso) perché la tua attuale proprietà è pervenuta per donazione e perché non sei proprietario esclusivo di altra abitazione nello stesso comune dove acquisti (Ladispoli). Dovrai trasferire la residenza nel comune di Ladispoli entro 18 mesi dal rogito.
      IMU/TASI
      Hai diritto all’esenzione per una sola casa quella dove risiedi e dimori abitualmente (abitazione principale).
      Un cordiale saluto. Giuseppe Palombelli, fondatore CasaNoi. Contatti per consulenza mutui

  2. Salve sono proprietario di un apparatmento acquistato come prima casa che però con sentenza del giudice (divorzio) è essegnato alla mia ex moglie. Ora convivo e ho una bambina con la mia compagna, anche lei proprietaria di 1^ casa. Vorremmo acquistare un appartamento nuovo cointestandolo e vorremmo usufruire delle agevolazioni 1^ casa. La casa della mia compagna potrebbe essere donata a nostra figlia (minorenne) per poter entrambi fruire delle agevolazioni fiscali?
    Grazie

    1. Gentile Gianluca, ti suggerisco di approfondire queste tematiche con un notaio di fiducia.
      Forse è più coerente pagare imposte piene ed avere così la piena disponibilità di un bene immobile che comunque cadrà in successione e che potrà essere gestito da voi genitori nel migliore dei modi.
      In termini generali, da quanto scrivi, per quanto riguarda la tua posizione sei ancora proprietario di abitazione acquistata con i benefici fiscali (l’assegnazione alla tua ex moglie è un diritto personale non reale) e non puoi chiedere le agevolazioni per un nuovo acquisto.
      Per quanto riguarda la tua compagna, la donazione è possibile previa autorizzazione del giudice, ma sconsigliata per questione di diritto (eventuali altri figli o eredi potrebbero essere danneggiati da questa donazione; in caso di rivendita ci possono essere problemi, etc.). Un cordiale saluto Giuseppe Palombelli

  3. Salve dott. Palombelli,
    credo di aver già letto domande e situazioni simili alla mia,
    ma mi sentirei comunque più sicuro se potesse dare anche a me una risposta.
    Quando ero ancora minorenne, nel 1995, avevo 16 anni, mio nonno fece una donazione e mi donava un fabbricato per civile abitazione nel comune “A”.
    Più avanti negli anni mio nonno venne a mancare ed io, ormai maggiorenne portai la mia residenza in quella casa donatami anni prima, dove ancora vive mia nonna.
    Oggi a 38 anni per motivi di lavoro mi trovo a valutare l’acquisto di un immobile in un nuovo comune “B” che si trova in una nuova provincia.
    Posso usufruire delle agevolazioni prima casa?
    Inoltre, non avendo mia nonna l’usufrutto, la vecchia casa verrà considerata seconda casa e
    quindi dovrò pagare Imu?
    Anticipatamente ringrazio lei, e chi con lei collabora su questo blog

    1. Gentile Luca, puoi chiedere agevolazioni fiscali per l’acquisto della nuova casa, a condizione che trasferisci residenza, entro 18 mesi dal rogito, nella nuova casa (o almeno nel comune dove ricade). Possedere una casa in un altro comune, pervenuta per donazione, non è un problema. Per l’IMU potrai avere esenzione solo per la casa di proprietà dove vivi e risiedi. Dopo il trasferimento, quindi, per la vecchia casa pagherai IMU. Se l’imposta è alta, valuta con il notaio se cedere usufrutto a tua nonna, la quale abitandoci non pagherà IMU/TASI. Un cordiale saluto Giuseppe Palombelli

  4. Salve mio figlio ha ricevuto in donazione la casa di residenza attualmente per motivi di lavoro (agente della polizia di stato) si trova a torino puo’ acquistare una casa ed usufruire di un mutuo con le agevolazioni prima casa?
    Saluti Carmelo.

    1. Si può farlo perché:
      1) si tratta di primo acquisto
      2) le due case ricadono in comuni diversi.
      Dovrà trasferire la residenza entro 18 mesi dal rogito.
      Un cordiale saluto Giuseppe Palombelli Ceo CasaNoi

  5. Salve, ecco il caso: ho comprato da 10 anni una casa nel comune A. Ora mio padre vorrebbe vendere la sua casa nel comune B, e trasferirsi nella mia nel comune A, a titolo di comodatario, trasferendo pure la sua residenza. Io vorrei acquistare una nuova casa nel comune C, che diverrebbe mia abitazione principale e dove porterei la residenza. Posso acquistare quest’ultima casa come prima casa? Grazie mille. Elisa

    1. Gentile Elisa, puoi chiedere le agevolazioni all’acquisto della casa (nel comune C) se hai i requisiti.
      Sostanzialmente:
      – non devi essere proprietaria di altra abitazione acquistata con le agevolazioni fiscali. Controlla l’atto con il quale sei diventata proprietaria della casa nel comune A. Se è una successione o una donazione non ci sono problemi. Se è una compravendita ed hai chiesto le agevolazioni all’acquisto, non potrai chiederle nuovamente
      – non devi essere proprietaria esclusiva di altra abitazione nello stesso comune. Non è il tuo caso perché le due case ricadono in due comuni diversi
      – il requisito della residenza entro 18 mesi dal rogito verrà soddisfatto perché ci andrai ad abitare in tempo utile.
      IMPOSTE SULLA PROPRIETA’
      Come proprietaria sei tenuta al pagamento dell’IMU ed hai diritto all’esenzione IMU solo per l’abitazione principale. Se effettuerai il nuovo acquisto, dovrai pagare l’IMU per la casa che darai in comodato a tuo padre: non rientri nella riduzione IMU per il comodato tra parenti in linea retta perché le tue due proprietà ricadono in comuni diversi. Un cordiale saluto Giuseppe Palombelli Ceo CasaNoi

  6. Buongiorno, sono comproprietaria insieme a mio fratello di una casa donata dai nostri genitori, in cui vive solo mio fratello. Ora vorrei acquistare una casa, Posso usufruire delle agevolazioni per la prima casa? E se mio fratello ne volesse comprare un’altra potrebbe usufruirne? Grazie mille

    1. Gentile Valentina, la donazione non esclude il diritto a richiedere le agevolazioni all’acquisto prima casa. Puoi richiedere le agevolazioni all’acquisto perché non sei proprietaria esclusiva di altra abitazione nello stesso comune e non sei titolare di diritti di proprietà, usufrutto, etc su altra abitazione – in tutto il territorio nazionale – acquistata con le agevolazioni fiscali. Ti ricordo che dovrai trasferire entro 18 mesi dal rogito la residenza nel comune dove ricade la casa acquistata. Se trasferirai residenza e dimora abituale della tua famiglia nella nuova casa acquistata, avrai diritto all’esenzione IMU riservata ai proprietari per l’ “abitazione principale”. Un cordiale saluto Giuseppe Palombelli Ceo CasaNoi

  7. Salve, circa 2 anni fa ho ricevuto per successione un il 50% di un appartamento sito in Catania per cui ho ho usufruito delle agevolazioni di prima casa per le imposte di successione e seguentemente honanche spostato linla residenza.
    Ora vorrei acquistare una casa direttamente dal costruttore nel comune di San Gregorio di Catania e vorrei sapere se posso usufruire delle agevolazioni di prima casa e quindi pagare il 4% anziché il 10%.
    I dubbi sono:
    1) Se posso usufruire delle agevolazioni Sono costretto a vendere il mio 50% dell immobile dopo l acquisto della nuova casa entro un anno?
    2) San Gregorio di Catania è un comune ma è facente parte del territorio di Catania ed è proprio attaccato ala città , quindi x quanto riguarda le agevolazioni è considerato un comune diverso a se stante oppure l’acquisto deve essere proprio in un altra citta x usufruire dell agevolazione?
    3) Se posso usufruire dell agevolazione presumo che entro i 18 mesi devo spostare la residenza nella nuova casa esatto?
    Grazie in anticipo.

    1. Gentile Diodoro, puoi richiedere le agevolazioni all’acquisto perché: 1) il possesso di abitazioni pervenute per successione non esclude il diritto alle agevolazioni acquisto prima casa, anche se sono state pagate imposte ridotte in sede di successione. Inoltre non sei titolare di diritti di proprietà, usufrutto, etc su altra abitazione – in tutto il territorio nazionale – acquistata con le agevolazioni fiscali. Non dovrai quindi vendere il 50% della casa ricevuta in eredità. 2) la normativa parla di comune e da quanto scrivi San Gregorio di Catania è un comune diverso da Catania. 2) La residenza la dovrai trasferire nel Comune entro 18 mesi dal rogito. Se trasferirai la residenza e dimora abituale della tua famiglia nella nuova casa acquistata, avrai diritto all’esenzione IMU riservata ai proprietari per l’ “abitazione principale”. Un cordiale saluto Giuseppe Palombelli Ceo CasaNoi

  8. Salve,
    al momento risiedo in una casa rievuta in donazione circa tre anni fa
    Vorrei aquistare una casa dove trasferire la residenza usufruendo delle agevolazioni (vorrei inoltre usufruire delle detrazioni visto che la casa va ristrutturata)
    Posso pagare le somme risparmiate sulla donazione visto che la casa donata non sarebbe piu’ prima casa?

    Inoltre nel caso di acquisto in altro comune c’e’ un vincolo temporale di residenza nel comune della casa donata?

    grazie
    Luca

    1. Gentile Luca,
      Quanto scrivi: “Posso pagare le somme risparmiate sulla donazione visto che la casa donata non sarebbe piu’ prima casa?” non è corretto. Dobbiamo distinguere tra agevolazioni imposte all’acquisto prima casa e imposte sulla casa posseduta (IMU).
      AGEVOLAZIONI IMPOSTE ACQUISTO
      Puoi acquistare la nuova casa con le agevolazioni purché non sia nello stesso comune dove ricade quella ricevuta in donazione (non sono ammesse agevolazioni all’acquisto per chi già possiede in via esclusiva altra abitazione nello stesso comune).
      AGEVOLAZIONI IMPOSTE CASA PROPRIETA’ (esenzione IMU)
      Potrai avere esenzione IMU per la casa di proprietà dove hai residenza e dimora abituale della tua famiglia (abitazione principale).Questo può riguardare la casa ricevuta in donazione o la nuova casa che acquisti.
      Un cordiale saluto Giuseppe Palombelli Ceo CasaNoi

  9. Buonasera, io ho ricevuto in successione alla morte di mio padre 1/3 di un abitazione, e in seguito ho ricevuto in donazione le restanti parti, da mia madre.Ora vorrei acquistare un’ appartamento nello stesso comune in cui ho l’abitazione ricevuta in successione/donazione, ed in cui ho la residenza. Posso usufruire delle agevolazioni per l’acquisto della nuova casa? ( io non vivo nell’appartamento ricevuto in successione)
    grazie

    1. Gentile Clemente, sei proprietario esclusivo di abitazione sita nello stesso comune dove intendi acquistare un’altra casa. Pertanto non hai diritto a richiedere le agevolazioni fiscali per l’acquisto di questo secondo immobile. Un cordiale saluto Giuseppe Palombelli Ceo CasaNoi

  10. Mio figlio ha contratto un mutuo per rilevare il 50℅ della casa coniugale dove abitiamo. Ora con la sua donna vogliono comprare un’altra, nello stesso comune. Cosa succederà con le agevolazioni fiscali ?

    1. Gentile Nuccia, le AGEVOLAZIONI ALL’ACQUISTO PRIMA CASA non possono essere richieste 1) da coloro che sono proprietari esclusivi (o con il coniuge) di altra abitazione nello stesso comune; 2) da coloro che posseggono immobili (anche comproprietà o usufrutto, etc) acquistati con le agevolazioni all’acquisto in tutto i territorio nazionale. Da quanto scrivi tuo figlio ricade in questo casistica. La posizione della fidanzata, se si intesta la casa, deve essere valutata separatamente da quella di tuo figlio. Un cordiale saluto Giuseppe Palombelli Ceo CasaNoi

  11. salve io e mio fratello abbiamo una casa ricevuta per successione alla morte dei nostri genitori. In questa casa ci vive mio fratello e la sua famiglia. Nello stesso comune ho deciso di acquistare un’abitazione principale insieme a mio marito. Posso usufruire delle agevolazioni prima casa?

  12. Ho ricevuto insieme ai miei fratelli in donazione dai miei genitori un immobile ciascuno con i benefici fiscali prima casa, ora devo preparare la successione di mio padre, dovrò ereditare con mio fratello e sorella, compresa mia madre, degli immobili a lui intestati. Per mia madre ciò che eredita risulta prima casa, pertanto può beneficiare delle detrazioni, mentre io e gli altri possiamo beneficiarne ??

    1. Gentile Tore, per l’unità immobiliare che ha caratteristiche di prima casa per tua madre avete diritto a pagare imposta agevolata (ipotecaria e catastale) in maniera fissa di 200+200 euro, anziché il 3% complessivo sul valore catastale. Questo va a beneficio degli altri co-eredi (te e i tuoi fratelli). In altre parole, nelle successioni è sufficiente che un co-erede intestatario dell’immobile abbia i requisiti per avere la riduzione d’imposta prima casa estesa agli altri co-eredi. Riguardo l’imposta di successione, esiste una franchigia fino a 1 milione di euro per erede e generalmente ricadono in questo caso la gran parte delle successioni. Un cordiale saluto Giuseppe Palombelli Ceo CasaNoi.it

  13. Buongiorno,sto’ per vendere la mia prima casa per acquistarne un altra ,solo che vorrei intestarla a mia moglie visto che è lei che farà successivamente un mutuo ristrutturazione.Il problema è questo,lei è già proprietaria di un immobile donato dal nonno.Ha comunque agevolazioni prima casa?

    1. Gentile Demetrio, tua moglie per chiedere le agevolazioni all’acquisto non deve essere proprietaria ESCLUSIVA di altra abitazione nello stesso comune dove acquista. Se questa proprietà ricevuta in donazione non è esclusiva o se ricade in un altro comune può richiederle. Un cordiale saluto Giuseppe Palombelli Ceo CasaNoi

  14. Salve,
    volevo porre la seguente questione.
    Ho ricevuto in donazione gratuita dai miei genitori una casa nella mia citta’ usufruendo
    delle agevolazioni prima casa.
    Ora voglio comprare un appartamento in un’altra citta’ senza vendermi la casa che mi e’ stata donata.
    Nell’acquisto dell’appartamento che sto per fare, posso utilizzare le agevolazioni prima casa
    (cioe’ imposte al 2% anziche’ al 9%)?
    Se si’, l’unico vincolo che dovrei avere e’ quello di spostarci la residenza entro 18 mesi, giusto?

    Grazie

    1. Gentile Mirko, da quanto scrivi: 1) hai diritto alle agevolazioni fiscali per l’acquisto perché la casa si trova in un altro comune della casa pre-posseduta ricevuta in donazione 2) Dovrai trasferire la residenza nel nuovo comune entro 18 mesi dal rogito 3) In merito alle tasse sulla proprietà, avrai diritto ad una sola esenzione IMU(IMU agevolata) per una sola abitazione: abitazione principale. La seconda pagherà imposta piena, Un cordiale saluto Giuseppe Palombelli Ceo CasaNoi

  15. Buonasera, io e mia madre abbiamo ereditato da mio padre il 50% dell’appartamento dove entrambi i miei genitori erano residenti da circa 18 anni. All’atto della successione, per questo motivo abbiamo usufruito dell’agevolazione prima casa (mia madre direttamente ed io per estensione, non essendo residente), versando le imposte in misura fissa.
    Un anno dopo abbiamo venduto a terzi l’appartamento e ci è arrivato l’avviso di liquidazione dell’imposta in quanto sarebbe decaduto il motivo dell’agevolazione (possesso per almeno 5 anni dalla data di acquisto). La domanda è: visto che mia madre era già residente da 18 anni nel medesimo appartamento è corretto far partire i 5 anni dalla data di successione e quindi far decadere l’agevolazione ottenuta in sede di successione?
    Grazie.

  16. Salve. Mia moglie, al decesso del padre (2005 prima del matrimonio), ha ereditato una percentuale (se non erro 1/3 del 25%) della casa familiare, dove tutt’ora vivono le due sorelle e la madre, che paga in via esclusiva il mutuo (prima casa).
    Attualmente risediamo in altra Regione e siamo in regime di comunione dei beni.
    Secondo il Suo parere, potrei godere delle agevolazioni prima casa se acquistassi un’abitazione dove ci siamo trasferiti, intestandola solo al sottoscritto. La ringrazio.

    1. Gentile Andrea, la comproprietà di tua moglie, pervenuta per successione, non esclude la possibilità di usufruire delle agevolazioni all’acquisto della prima casa. Potete quindi richiederle entrambi. Un cordiale saluto Giuseppe Palombelli Ceo CasaNoi.it

  17. Buongiorno,
    credo di trovarmi in un caso analogo a Gianluca.
    Nel 2009 ho ricevuto in donazione un immobile, usufruendo delle “agevolazioni prima casa” , trasferendo anche la residenza nel comune dell’immobile.
    Nel 2013 ho trasferito la residenza in un altro comune, in seguito al matrimonio.
    Ora sto per acquistare un immobile nel comune nel quale risiedo, in regime di comunione dei beni.
    Per mio marito non ho dubbi sulla possibilità di usufruire delle “agevolazioni prima casa” in quanto venderà l’immobile attualmente intestato (acquistato con le stesse agevolazioni).
    Il dubbio è sulla mia quota (50%) che acquisterò.
    Potrò usufruire degli stessi benefici, pur essendo proprietaria dell’immobile donato nel 2009 (che si trova in un comune diverso)?

    1. Gentile Tamara, la tua attuale proprietà, ricevuta in donazione, ricade in un comune diverso rispetto a quello dove ricade la nuova abitazione che vuoi acquistare con tuo marito. Pertanto puoi chiedere le agevolazioni all’acquisto impegnandoti a trasferire la residenza nel comune entro 18 mesi dal rogito. Un cordiale saluto Giuseppe Palombelli, Ceo di CasaNoi

  18. Salve, ho acquistato una casa non usufruendo delle agevolazioni fiscali prima casa. Potrei usufruire delle agevolazioni per l’ acquisto di un nuovo immobile sito in un comune diverso?
    Grazie

    1. Gentile Salvo, puoi chiedere le agevolazioni all’acquisto poiché
      – non sei già proprietario di altra abitazione (situata in tutto il territorio nazionale) acquistata con le agevolazioni;
      – non hai abitazioni di proprietà esclusiva nel comune dove vuoi acquistare.
      Dovrai però trasferire la residenza nel nuovo comune entro 18 mesi dal rogito.
      Un cordiale saluto Giuseppe Palombelli, Ceo di CasaNoi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *