Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?

Arredo terrazzo e giardino Idee e mobili di design

di 0 commenti

Il living all’aperto: arredare giardini e terrazze con idee e mobili di design

Un ampio terrazzo o un giardino a disposizione  sono spazi ideali per attrezzare un living all’aperto.

Arredo terrazzo e giardino idee e mobili di design Tavolo SPINNAKER prodotto da RODA
tavolo SPINNAKER – Roda

Gli arredi progettati per l’outdoor sono infatti oggi particolarmente resistenti agli agenti atmosferici.

Niente paura, quindi, se dovete esporli per questi mesi estivi agli intensi raggi del sole o a qualche sporadico acquazzone.

Resta inteso naturalmente che, con l’arrivo dell’inverno, i mobili andranno  ricoverati per proteggerli da condizioni atmosferiche più severe e ritrovarli in ottimo stato la prossima estate.

Come arredare un living outdoor?

Gli arredi indispensabili per attrezzare un living in terrazzo o giardino sono:

  • tavolo con sedie per pranzare all’aperto
  • divani e poltrone per l’angolo relax
  • ombrellone o altra struttura per ripararsi dal sole nelle ore più calde
  • vasi e fioriere con la giusta quantità di piante per rinfrescare, ripararsi dal vento e anche da sguardi indiscreti.

Vediamo le proposte più trendy di arredi per il living all’aperto disponibili in commercio.

Il tavolo Spinnaker di Roda per il living all’aperto

Spinnaker è un tavolo da giardino allungabile in acciaio e legno, progettato da Gordon Guillaumier, che fa parte della omonima collezione di Roda.

L’esclusivo design esalta la solidità e allo stesso tempo la leggerezza del piano, che si dispiega come le vele di una barca e si distende verso l’orizzonte.

Il tavolo misura cm 209 di lunghezza per 102 di larghezza e 75 di altezza, ma si estende fino a 335 cm. E’ in grado perciò di ospitare fino a dodici commensali seduti comodamente e si presenta come la soluzione ideale per chi ama la compagnia e la convivialità.

L’apertura e la chiusura sono molto semplici grazie a un sistema di allungo con apertura a ribalta che si attiva quasi automaticamente, facendo scorrere il piano sulle guide.

Il piano è realizzato in doghe di massello di teak, mentre la strutture e le gambe sono in acciaio verniciato per esterno, disponibile nei colori smoke e milk.

Il divano DNA di Gandia Blasco per il living all’aperto

Arredo terrazzo e giardino idee e mobili di design il DIVANO DNA prodotto da Gandìa Blasco
divano DNA – Gandìa Blasco

DNA è un divano per esterni a 3 posti con schienale alto, progettato da José A. Gandia-Blasco per Gandìa Blasco.

Il design della seduta trae origine dalla luce del Mediterraneo, fonte di ispirazione nel corso della storia e invito a godere della vita all’aperto.

La struttura dell’alto schienale riprende infatti quella tipica delle persiane mediterranee e di conseguenza ne trae le medesime modulazioni di luce e ombra.
Il progetto riporta però anche alla tipica architettonica nipponica, sia tradizionale che contemporanea.
Il tutti i casi il risultato è un oggetto privato di qualsiasi ornamento superfluo.

La struttura è costituita da profili in alluminio anodizzato o termolaccato, disponibile nei colori bianco, sabbia, bronzo o antracite. Sedute e schienali sono in schiuma di poliuretano rivestita da tessuto idrofugo.

L’ombrellone Palma di Royal Botania per il living all’aperto

Arredo terrazzo e giardino idee e mobili di design l'ombrellone PALMA prodotto da Royal Botania
ombrellone PALMA – Royal Botania

L’ombrellone rotondo Palma è la novità di spicco della collezione 2017 di Royal Botania e rappresenta il risultato di anni di lavoro del designer Kris Van Puyvelde.

La caratteristica principale di questo progetto è che tutto il meccanismo è contenuto all’interno e anche il mozzo non ha viti a vista o altre parti meccaniche visibili.
Il tutto è quindi pensato per non penalizzare lo styling, tanto che l’unica cosa che si nota dall’esterno è la forma organica dell’ombrellone.

Il movimento di apertura è molto semplice grazie a un meccanismo di sgancio rapido contenuto nella base e all’albero in alluminio che racchiude una molla a gas. Basta quindi prendere uno dei bracci e iniziare a sollevare l’ombrello, dopodiché il meccanismo fa il resto, portandolo alla posizione di completa apertura.
Per richiuderlo bisogna fare la stessa operazione, tirando giù uno dei bracci.

Articolo scritto da:

Carmen Granata

Leggi tutti gli articoli
Architetto libera professionista con studio in Crispano (Napoli). Si occupa di progettazione e consulenza immobiliare. È giornalista pubblicista. Il suo blog è www.guidaxcasa.it.

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

Lascia un commento

wpDiscuz