Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?

Come preparare la casa per l’arrivo di un bebè

di 0 commenti

L’arrivo di un bebè comporta una vera e propria rivoluzione non solo nella vita di una coppia, ma anche nel loro “nido” personale. La casa infatti dovrà essere un po’ rivoluzionata, preparandola adeguatamente e apportando, se necessario, una serie di piccole modifiche in tutte le stanze, per renderla più accogliente e confortevole anche per un neonato.
I preparativi di solito vengono pianificati durante gli ultimi mesi di gravidanza, in modo da avere tutto pronto per il lieto evento e anche perché dopo la nascita non ci sarà più tempo.

Nelle prime settimane di vita è giusto che il bambino stia nella stessa camera dei genitori, sia per tenerlo vicino nelle ore notturne sia per facilitare l’allattamento. Per questo, la camera deve essere liberata da qualunque ingombro superfluo per lasciare spazio a una culla e anche a una seduta comoda, ad esempio una poltrona con braccioli, per rendere più confortevole alla mamma la posizione per l’allattamento al seno.

Sarebbe comodo anche poter avere in camera un piccolo fasciatoio con le ruote bloccabili, per avere a portata di mano tutto quanto occorre per il cambio di pannolino.

Come preparare la cameretta del bambinoSe la casa è provvista di una cameretta, sarà opportuno che il bambino inizi a starvi già nei primi mesi di vita.
In questa camera dovranno essere collocati almeno questi elementi:
– una culla o un lettino
– il fasciatoio
– una cassettiera per i vestitini
– una sdraietta
– una sedia per la mamma che allatta.

Culla o lettino? È uno dei dilemmi inziali.
La culla può andare bene solo per due o tre mesi, per cui è un acquisto a volte superfluo.
Il lettino può sembrare però troppo grande per un neonato. Per questo, ne esistono modelli dotati di apposito riduttore, in modo da creare uno spazio più piccolo e accogliente per il bambino. Il lettino dovrà essere posizionato lontano da finestre, correnti d’aria, termosifoni o lampade ed essere visibile dalla soglia della camera.

Leggi  Luci per illuminare la camera da letto

Naturalmente se ci sono già un fratellino o una sorellina, la camera andrà condivisa, lasciandone al nuovo arrivato solo una piccola parte e coinvolgendo l’altro bambino nell’allestimento, in modo da renderlo partecipe e ascoltarne i suggerimenti, prevenendo così le naturali gelosie.

Anche il bagno andrà preparato adeguatamente, inserendo dove possibile una vaschetta per il bagnetto.
In alternativa è possibile anche utilizzare una sdraietta da utlizzare però solo se il bagno è dotato di vasca.

Non sono consigliabili invece i fasciatoi con vaschetta incorporata perché, essendo questa molto piccola, sarà sufficiente solo per poco tempo.
Certo, se il bagno è abbastanza grande, rimane comunque il posto migliore dove collocare anche il fasciatoio.

In bagno poi vanno tenuti a portata di mano tutti gli accessori per la detergenza del bambino, oltre ad asciugamani e a un accappatoio caldi. Quindi si potrebbe dedicare a questi accessori un ripiano intero o una parte dei mobili presenti in bagno.

La cucina non avrà bisogno di particolari attenzioni visto che nei primi tempi il bebè potrà mangiare in qualunque stanza, ma poichè saranno sicuramente utilizzati accessori come scaldabiberon e sterilizzatori, sarà opportuno posizionarli su un piano della cucina libero, per averli sempre a disposizione.

Anche in soggiorno non saranno necessari grandi cambiamenti, salvo la necessità di rendere tutto più “pratico”. Potrà essere utile, ad esempio, comprare un copridivano per il sofà “buono” o eliminare i tappeti più pregiati, almeno per il momento, per preservarli da rigurgiti, briciole e macchie di pappe.

Un ultimo consiglio: con l’arrivo di un bambino piccolo, sarà facile ritrovarsi in giro per casa passeggini e carrozzine. La soluzione migliore è trovare un posto dove riporli con ordine al ritorno dalle uscite, per evitare di ingombrare gli spazi e conferire alla casa un aspetto disordinato.

Leggi  Arredare una casa in affitto
Articolo scritto da:

Carmen Granata

Leggi tutti gli articoli
Architetto libera professionista e giornalista pubblicista. Si occupa di progettazione e consulenza immobiliare anche online. Servizi dello Studio di Architettura Granata

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *