Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?

Come ristrutturare una mansarda

di 0 commenti

Idee per ristrutturare e arredare una mansarda

mansarda-a-trastevere
La ristrutturazione di una mansarda nello storico quartiere romano di Trastevere ha richiesto la totale rivisitazione stilistica in chiave moderna del piccolo appartamento lasciato per anni in stato di semiabbandono per la presenza di infiltrazioni dal tetto solo di recente risolti.
ante-operam-ristrutturare-mansarda
La progettazione è stata finalizzata alla possibilità di utilizzare gli esigui spazi con diverse soluzioni. I 30 mq sono destinati infatti a comprendere sia la zona giorno, con il salotto, la cucina e il pranzo oltre al bagno, sia la zona notte, per ospitare comodamente i proprietari con i figli.

Com’è stato possibile?

Soluzioni per mansarde: la zona giorno

All’appartamento si accede da una stretta scala che collega l’ingresso, posto al terzo piano di un vecchio fabbricato nel centro storico di Roma, al quarto, mansardato.

L’intuizione progettuale principale ha riguardato la scala che, posizionata nel bel mezzo dell’appartamento, creava una frattura dello spazio dividendo l’appartamento in due piccole zone difficili da arredare. Nella situazione iniziale il taglio del solaio era circondato su due lati da un muretto e sul terzo da una balaustra in legno che ne aumentavano l’invadenza, togliendo visuale e luce all’ambiente.

La prima progettazione prevedeva di eliminare l’elemento in muratura e la pesante balaustra sostituendoli con elementi in cristallo posti in orizzontale che, lasciando passare la luce, facessero anche da mensole di appoggio. Ecco un paio di rendering iniziali.

un paio di rendering iniziali
1° rendering iniziale
un paio di rendering iniziali
2° rendering iniziale

La soluzione finale invece ha permesso, attraverso un sistema manuale semplice ed efficace, di chiudere la scala una volta utilizzata per entrare, riconquistando così lo spazio prima occupato dal buco. E’ stato utilizzato un sistema funzionante a mano perché lo spazio stretto della scalinata e le pareti sottili non permettevano di inserire motorizzazioni se non a costi improponibili o con tecniche complesse. Ecco un video e un paio di foto.

Leggi  Con le finestre per tetti Velux diffondi la luce naturale in casa
vista con scala aperta
vista della scala aperta
vista della scala chiusa
vista della scala chiusa

Nella ristrutturazione è stato anche aperto lo spazio inserendo una cucina a vista e una consolle allungabile che in posizione chiusa permette due postazioni a sedere, mentre in posizione aperta ne permette fino a dieci. Come sedute vengono utilizzate la panca a parete e alcuni sgabelli di design che all’occorrenza fanno da comodini o tavolini.

vista-zona-giorno-con-consolle aperta
vista della zona giorno con consolle aperta

Soluzioni per mansarde: la zona notte

Una seconda soluzione progettuale ha permesso di inserire il letto matrimoniale all’interno del sottotetto (troppo basso per essere utilizzato in altro modo) da dove, con un sistema sempre manuale di scorrimento, può slittare fuori sopra la panca, utilizzata normalmente per mangiare al tavolo allungabile, e trasformare lo spazio in zona notte. Ecco i video di estrazione e chiusura del letto.

La zona salotto, arredata con un divano letto, permette altre due postazioni notte.

zona-salotto-con divanoletto
zona salotto con divanoletto

Le foto del progetto e della realizzazione al completo sono disponibili qui: progetto mansarda completo

Articolo scritto da:

Antonio Aurigemma

Leggi tutti gli articoli
Architetto, interior designer e consulente tecnico legale in materia di appalti e stime immobiliari. Lavora a Roma come libero professionista. In ambito architettonico si occupa di ristrutturazioni di interni e partecipa a design contest. Un suo lavoro è stato pubblicato nel libro "Rome houses" (edito da Loft Publications e pubblicato da teNeues). Autore dell'ebook "Ristrutturare un appartamento: il progetto" (edito da Youcanprint).

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *