Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?
Le guide di CasaNoi

Il diritto di superficie

di CEO di CasaNoi.it 2 commenti in

Cos’è il diritto di superficie?

Il diritto di superficie è il diritto di edificare e di mantenere sul suolo altrui, o nel sottosuolo altrui, una propria costruzione. Il diritto di superficie appartiene quindi alla categoria dei diritti reali su cosa altrui, poichè soggetti tra loro diversi vantano diritti sul medesimo bene immobile: proprietà della costruzione (proprietà superficiaria) o diritto a edificare da una parte; proprietà del suolo dall’altra.

Quali sono le tipologie di diritto superficiario?

Il diritto di superficie può essere costituito perpetuo o a tempo determinato: in questo secondo caso alla scadenza il diritto di superficie si estingue e il proprietario del suolo acquista anche la proprietà della costruzione.

Il diritto di superficie può riguardare:

  • chioschi, stazioni di carburanti tipicamente su aree demaniali / suolo pubblico
  • sopraelevazione di edifici
  • edifici ad uso residenziale/commerciale/direzionale.

 

Il diritto di superficie e l’edilizia convenzionata

Il diritto di superficie in Italia viene utilizzato spesso dagli Enti Pubblici come strumento di politica urbanistica per interventi di edilizia economica e popolare. L’Ente Pubblico (i Comuni, per esempio) cede ai costruttori il diritto a costruire fabbricati da destinare ad edilizia convenzionata, economica e popolare a prezzi molto contenuti. Acquisendo aree a prezzi più bassi, i costruttori sono tenuti a loro volta a vendere gli immobili a prezzi calmierati; la proprietà del suolo rimane inoltre di proprietà pubblica e evita successive speculazioni edilizie. Il diritto di superficie prevede chiaramente durate molto lunghe: molto diffusa è la durata di 99 anni.

Chi acquista un immobile costruito in diritto di superficie acquista di conseguenza la proprietà superficiaria. Può chiaramente rivenderla, ma il valore diminuisce in prossimità della scadenza. Spesso accade che i Comuni, anche per motivi di cassa, consentano ai privati di “riscattare” anche il suolo, così da acquisire la piena proprietà.

Articolo scritto da:

Giuseppe Palombelli

Leggi tutti gli articoli
Laureato in scienze agrarie, ha lavorato in diverse realtà del settore immobiliare-finanziario: valutazioni estimative, manager in banche e società di distribuzione collegate (mutui fondiari retail e corporate), amministratore di società immobiliari e di costruzioni, altre organizzazioni. Da una sua idea imprenditoriale, condivisa in team, ha fondato CasaNoi

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

2 Comments su "Il diritto di superficie"

Buongiorno,ho fatto la proposta di acquisto per un immobile su cui vi è il diritto di superficie,il proprietario mi ha detto che ha pagato per il riscatto del suolo e possiede l ‘atto però la convenzikne scade in aprile 2018 ,come mi posso comportare ? Che precauzioni posso prendere?

Gentile Giovanni, se il proprietario ha riscattato anche il “suolo”, possiede ora tutti i diritti di proprietà. Pertanto non acquisterai il diritto di superficie ma la proprietà. Il tuo notaio potrà darti tutta l’assistenza a tutela del tuo acquiso. Un cordiale saluto. Giuseppe Palombelli Ceo CasaNoi

wpDiscuz