Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?

Isolamento acustico: differenza tra materiali fonoisolanti e fonoassorbenti

di 8 commenti

La differenza tra pannelli fonoassorbenti e fonoisolanti

isolamento-acustico

Quando si parla di protezione dai rumori si citano spesso le proprietà fonoisolanti o fonoassorbenti di alcuni materiali, a volte citando l’uno e l’altro termine indifferentemente come se fossero sinonimi, in maniera inappropriata.
In realtà isolamento acustico o fonoisolamento e fonoassorbenza sono due caratteristiche differenti legate all’acustica.

I materiali fonoassorbenti

La fonoassorbenza è la capacità di un materiale di trasformare in un altro tipo di energia, l’energia acustica che lo attraversa. In pratica, qualsiasi materiale ha un certo grado di fonoassorbenza ma quelli utilizzati in acustica hanno delle caratteristiche particolarmente accentuate.

Quindi, i materiali fonoassorbenti non hanno la proprietà di riflettere i suoni ma, piuttosto, quella di fare in modo che vengano riflessi il meno possibile e trasformati in un altro tipo di energia, ad esempio calore.

I materiali fonoassorbenti porosi

I materiali fonoassorbenti più diffusi sono quelli porosi, infatti proprio la porosità è uno dei parametri che ne determinano l’efficacia, insieme ad altre caratteristiche, tra le quali possiamo citare la densità e la rigidità strutturale. I pannelli realizzati con materiali porosi sono però adatti ad assorbire le alte e medie frequenze, mentre per quelle basse bisognerà utilizzare altri tipi di pannelli.

Attenzione: le vernici modificano le proprietà fonoassorbenti dei materiali, soprattutto quando ne vanno a occludere i pori, per cui lo stesso materiale, una volta verniciato, potrebbe avere una flessione delle performance rispetto allo stato grezzo.

I materiali fonoisolanti

I materiali definiti come fonoisolanti, invece, sono quelli in grado di riflettere l’energia acustica.
In maniera approssimata, possiamo dire che la capacità di fonoisolamento di un materiale è data dalla sua massa per metro quadro. Si tratta però di un valore teorico, valido soprattutto per le alte e medie frequenze, mentre per quelle basse entrano in gioco altri fattori.

Fonoisolamento e fonoassorbimentoVista la differenza tra i due tipi di materiali, in quale caso, dunque, se ne utilizza uno piuttosto che l’altro?

In ambito edilizio dobbiamo distinguere la necessità di assicurare un buon isolamento acustico dell’edificio dalla necessità di assicurare la trasmissione di una buona qualità del suono.

I materiali fonoassorbenti sono utili per migliorare quest’ultima caratteristica e il confort acustico in genere di un ambiente. Possono essere quindi utilizzati in quei locali in cui è necessario, ad esempio, ascoltare musica in maniera precisa e gradevole. In questo caso parliamo di trattamento acustico degli ambienti.

L’isolamento acustico, invece, serve a limitare la trasmissione di un segnale acustico da uno spazio all’altro, dall’interno verso l’esterno o viceversa. Per una casa, ad esempio, ha lo scopo di limitare l’ingresso dei rumori provenienti dalla strada o la trasmissione di suoni verso l’esterno che potrebbero disturbare i vicini. Per isolare un ambiente acusticamente è consigliabile utilizzare dei pannelli che prevedano una combinazione di materiali fonoassorbenti e fonoisolanti.

L’anima di un pannello fonoisolante è realizzata con materiali ad alto peso specifico (piombo, gomma, membrane polimeriche) e rappresenta la cosiddetta massa; associando alla massa anche dei materiali fonoassorbenti (la cosiddetta molla) le proprietà di isolamento acustico migliorano ulteriormente.
I pannelli così realizzati vengono utilizzati per isolare acusticamente le componenti strutturali di un edificio, quindi pareti, tetti, pavimenti e soffitti.

Articolo scritto da:

Carmen Granata

Leggi tutti gli articoli
Architetto libera professionista e giornalista pubblicista. Si occupa di progettazione e consulenza immobiliare anche online. Servizi dello Studio di Architettura Granata

Ti potrebbero interessare

8 commenti su “Isolamento acustico: differenza tra materiali fonoisolanti e fonoassorbenti
Inserisci un nuovo commento

  1. Ho una parete in cartongesso e lana di roccia nella quale e’ stata inserita una porta normale , dalla quale passano i rumori.La parete divide il mio appartamento da un altro appartamento di mia proprieta’ adibito a casavacanze. Mi consiglia di apporre alla porta pannelli fonoisolanti ? Grazie

  2. Buongiorno.
    É stata collocata una unitá esterna di aria condizionata sul terrazzo condominiale. Per quanto silenziosa e nuovissima stando in terrazzo la macchina si sente, eccome, rompendo l’incanto di quel posto, la vista e il silenzio assoluto che vi regnava. É possibile abbattere il rumore e schermarla in qualche maniera senza ridurre eccessivamente le prestazioni della stessa? Sarebbe utile collocare alcuni panelli fonoassorbenti o fonoisolanti considerando il tipo di rumore di queste macchine? Un cordiale saluto e grazie.

    1. Gen.le Simone, la sua domanda non è molto chiara. Se intende fare in modo che il rumore non giunga alla sua abitazione, è sufficiente utilizzare materiali isolanti. Diverso è il discorso nel caso in cui desideri che il rumore non venga percepito stando sul terrazzo. Certamente l’unità del condizionatore non può essere “ricoperta” con pannelli senza che ne risentano le prestazioni e lavori correttamente. Al limite potete provare a collocare pannelli fonoassorbenti in giro per l’ambiente, per provare ad attutirne l’intensità.
      Cordiali saluti
      arch. Carmen Granata

  3. Buon giorno Arch. Carmen GRANATA,
    in occasione dell’imminente realizzazione di impianto autoclave condominiale (….scarsa pressione idrica a Bari), da ubicare unicamente e necessariamente in una zona individuata nell’androne dell’edificio, si è deliberato in assemblea condominiale di realizzare anche una cabina (box contenitore) delle dimensioni di m.2,00×1,10xh.4,50 (h.dal calpestio androne fino al soffitto) chiusa in sommità e con una porta di accesso per le eventuali future manutenzioni, per insonorizzare il predetto impianto di che trattasi. Abitando al piano 1° dell’edificio e per evitare il propagarsi degli invitabili rumori dovuti alle pompe, vibrazioni delle tubature, etc. etc. le chiedo cortesemente di indicarmi il tipo di pannello insonorizzante più adatto tra i due: 1)FONOISOLANTE e/o 2) FONOASSORBENTE. Immensamente grato, l’occasione è gradita per porgerLe,
    Distinti saluti
    Giovanni Giotti

  4. Salve architetto, grazie per questo articolo.
    Ho letto che per le basse frequenze, oltre alla massa, entrano in gioco altri fattori nei fonoisolanti.
    Quali sono questi fattori? (se non è troppo complicato).
    Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *