Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?

Mutuo: tasso variabile o fisso? La risposta lombarda

di 0 commenti

tasso variabile o fisso -mutuo milanoMutuo: tasso variabile o fisso  ?

I cittadini lombardi che decidono di accendere un mutuo per l’acquisto della prima casa scelgono il tasso variabile. A renderlo noto una recente indagine dell’Ufficio studi del gruppo Tecnocasa.

Se, a livello nazionale, tre quarti di coloro che si recano in banca per chiedere un mutuo finalizzato all’acquisto dell’abitazione principale prediligono i tassi fissi – e questo perché a loro dire possono programmare con maggior certezza l’impegno economico da affrontare nel corso degli anni – i lombardi vanno controcorrente e scelgono il mutuo a tasso variabile.

Le famiglie della Lombardia – come si evince dall’indagine di Tecnocasa – hanno ricevuto finanziamenti per l’acquisto delle abitazione per 2.955,4 milioni di euro.

La regione si colloca al primo posto per totale erogato in Italia, con un’incidenza del 22,35%, rispetto allo stesso trimestre del 2015, registrando una variazione delle erogazioni in regione pari a +26,5%, per un controvalore di +620,0 milioni di euro.

Mutui: l’andamento delle province lombarde

Nel secondo trimestre 2016 le province della Lombardia hanno evidenziato il seguente andamento:

Bergamo ha erogato volumi per 253,0 milioni di euro.

A Brescia sono stati erogati volumi per 272,2 mln di euro, +27,1% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente e nel secondo semestre sono stati erogati 490 mln di euro (+40,2%).

tasso variabile mutuo comoLa provincia di Como ha erogato volumi per 163,0 milioni di euro, la variazione sul trimestre è pari a +24,6%. I primi sei mesi dall’anno hanno evidenziato volumi per 301,2 mln di euro, corrispondenti a +39,6%.

In provincia di Cremona i volumi erogati sono stati 71,8 mln di euro, con una variazione pari a +25,2%.

Lecco e provincia sono stati erogati volumi per 74,3 mln di euro, +12,4% rispetto allo stesso trimestre del 2015.
Il primo semestre ha visto un totale di 145,4 mln di euro, con una variazione di +30,9%.

Lodi ha erogato volumi per 63,8 mln di euro, +21,4% la variazione sul trimestre. I primi sei mesi dell’anno hanno evidenziato volumi per 111,5 mln di euro e una variazione pari a +26,6%.

La provincia di Mantova ha erogato volumi per 73,6 mln di euro, +28,0% sul trimestre.

A Milano sono stati erogati volumi per 1.380,2 mln di euro, la variazione rispetto allo stesso trimestre del 2015 è risultata essere pari a +29,9%. Il semestre, invece, ha visto 2503,6 mln di euro (+40,5%).

Importo medio dei mutui concessi

Attraverso l’elaborazione dei dati provenienti dalle agenzie di mediazione creditizia Kìron ed Epicas, l’Ufficio studi Tecnocasa ha reso noto che, nel secondo trimestre 2016, la regione Lombardia ha fatto registrare un importo medio di mutuo pari a 120.700 euro, in aumento rispetto a quanto rilevato durante lo stesso trimestre del 2015, quando il ticket medio ammontava a 119.300 euro.

Mediamente, chi sottoscrive un mutuo nella regione lombarda viene finanziato circa l’8% in più rispetto al mutuatario medio italiano.

Osservando l’intero primo semestre 2016, il ticket medio a livello nazionale è risultato pari a 110.500 euro. La Lombardia, invece, ha erogato mediamente di più, attestandosi a circa 119.200 euro.

 

Articolo scritto da:

Alessandra Caparello

Leggi tutti gli articoli
Alessandra Caparello è redattrice in ambito fiscale, previdenziale ed economico. Ha collaborato con vari siti online come InvestireOggi.it (curatrice della sezione Fisco e Tasse), Pmi.it, Fisco7.it.

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

Lascia un commento

wpDiscuz