Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?

Pavimento per esterni: come sceglierlo?

di 0 commenti

Caratteristiche tecniche del pavimento per esterni

La scelta di un pavimento per esterni deve essere fatta tenendo conto di parametri diversi rispetto a quelli presi in considerazione per i pavimenti interni.

come scegliere pavimento per esterni Brave Floor
Pavimento per esterni Brave Floor

I pavimenti per esterni devono infatti essere:

  1. impermeabili
  2. antiscivolo e antigelivi
  3. resistenti ai carichi
  4. resistenti agli agenti atmosferici e agli sbalzi di temperatura
  5. a bassa propensione alle muffe e alle macchie.

Queste caratteristiche tecniche sono codificate in base alle normative europee (EN) e a quelle internazionali (ISO) e vengono riportate nelle schede tecniche e nei cataloghi di prodotto.

Per misurare il coeficiente di sicurezza allo scivolamento, ad esempio, si utilizza il metodo tedesco della norma DIN 51130, che distingue diverse classi di scivolosità e indica i rispettivi ambienti di utilizzo.

Si avrà così la classe R9, destinata alle zone di ingresso e alle scale con accesso dall’esterno, la classe R10 per bagni e docce comuni e via dicendo.

Pavimenti esterni e luogo di destinazione

Per scegliere un pavimento esterno, occorre valutarne le caratteristiche funzionali, più che quelle estetiche, strettamente correlate con il luogo da pavimentare.

Il pavimento potrà infatti essere destinato a pavimentare:

  • giardini
  • strade carrabili
  • percorsi pedonali
  • bordi piscina, ecc..

A seconda del luogo e delle sue condizioni climatiche, andrà individuato il materiale più adatto.

Se, ad esempio, la pavimentazione è destinata a una località con clima invernale particolarmente rigido e temperatura molto basse, si dovranno scegliere materiali di elevata resistenza.

Se invece il luogo è caratterizzato da notevoli precipitazioni meteoriche, sarà più importante valutare il grado di assorbimento d’acqua del pavimento.

Un altro aspetto fondamentale ai fini della scelta è anche la destinazione d’uso.

Leggi  Come arredare il terrazzo

Se un pavimento servirà al transito di autoveicoli saranno richieste caratteristiche di solidità e resistenza maggiori rispetto a uno su cui transiteranno unicamente pedoni.

Materiali per pavimenti esterni

come scegliere pavimento per esterni FOTO pavimento per esterni Lixio
Pavimento per esterni Lixio

I materiali con cui può essere realizzata una pavimentazione esterna sono numerosi:

  • pietra
  • ceramica
  • gres porcellanato
  • cotto
  • cemento
  • legno, ecc..

Anche la scelta del materiale deve essere ponderata in base a canoni non solo estetici, ma soprattutto funzionali.

Il cotto e la pietra sono particolarmente adatti per pavimentare spazi aperti di ambienti rustici come balconi, terrazzi, portici, patii.

Il gres porcellanato è un materiale molto resistente ai graffi, alle abrasioni e agli agenti chimici e può essere realizzato in diverse finiture e aspetti che lo rendono adatto a pavimentare gli spazi esterni dei contesti più disparati.

Il calcestruzzo, rinforzato con una rete elettrosaldata, è adatto a pavimentare percorsi carrabili e può presentare finiture che imitano altri materiali, come la pietra e il legno.

Lo stesso legno, adeguatamente trattato, può essere utilizzato in esterno. Frequente è l’uso, ad esempio, per i rivestimenti a bordo piscina.

Alcune proposte di pavimenti per esterni

Brave Floor di Atlas Concorde è un pavimento per esterni in gres porcellanato effetto pietra. La gamma Brave presenta prodotti in gres porcellanato per pavimentare zone umide e spazi esterni, ma anche per interni. Le lastre consentono quindi la massima continuità visiva tra dentro e fuori.

come scegliere pavimento per esterni . FOTO Pavimento per esterni Woody
Pavimento per esterni Woody

Woody è sempre un pavimento in gres porcellanato, ma a effetto legno, prodotto da Ceramiche Brennero. E’ adatto sia per interni sia per spazi esterni e pavimentazioni pubbliche.

Ideal Work propone invece pavimenti per esterni in materiali cementizi, come Lixio. Con soli 5 – 6 mm di spessore si può realizzare un’originale pavimentazione continua, composta da una base cementizia e graniglie di marmo di alta qualità, miscelate in diverse combinazioni di colori e finiture.
Lixio si può realizzare con finitura lucida, satinata antisdrucciolo o bocciardata.

Leggi  Tetti verdi. Milano Roof Garden, un’opportunità con incentivi
Articolo scritto da:

Carmen Granata

Leggi tutti gli articoli
Architetto libera professionista e giornalista pubblicista. Si occupa di progettazione e consulenza immobiliare anche online. Servizi dello Studio di Architettura Granata

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *