Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?

Qual è la caldaia migliore?

di 0 commenti

A cosa serve la caldaia?

La caldaia è il generatore di calore grazie al quale l’impianto di riscaldamento può funzionare.

La caldaia infatti brucia un combustibile trasformandone l’energia in calore e veicolandolo attraverso tubi, utilizzando come fluido termovettore l’aria o l’acqua.

I combustibili più diffusi sono liquidi o gassosi, ma oggi sta ritornando l’uso di biomasse come legna, pellet o cippato. Questi materiali sono ricavati da scarti e residui di lavorazione del legno e dal settore agroalimentare.

migliore caldaia, come sceglierla? FOTO caldaia murale
Caldaia murale

Esistono quindi numerose tipologie di caldaia, ma possiamo dire che ciascuna di esse è composta da alcuni elementi base:

  • il focolare (o bruciatore) è il luogo in cui avviene la combustione tra il combustibile utilizzato e l’aria e si genera la fiamma
  • la camera di combustione è l’ambiente in cui si trova il bruciatore. Nei generatori a combustibile solido è presente un’altra camera, con griglia sottostante, in cui si raccogliere la cenere. Ciò non avviene nelle caldaie a pellet, dove la cenere viene smaltita insieme ai gas di scarico
  • il camino è il condotto che porta all’esterno i fumi di combustione esausti.

Le caldaie di ultima generazione sono dotate di controlli elettronici gestibili anche da remoto.

Tipologie di caldaia

Una prima distinzione che possiamo fare tra le varie tipologie di caldaia è legata alla modalità di installazione:

  • murale
  • a basamento.

Le caldaie più diffuse in ambito domestico hanno dimensioni compatte e sono installate a muro, in interno o all’esterno, coperte da apposite armadiature.

Le caldaie murali più diffuse sono quelle a camera stagna con tiraggio forzato. In esse la combustione avviene in camere separate dal resto dall’ambiente, per cui l’aria deve essere prelevata dall’esterno tramite un elettroventilatore che poi forza i fumi verso il condotto di scarico.

Leggi  Caminetti bifacciali, una soluzione di alto design per arredare casa

In questo modo si garantisce la sicurezza degli ambienti interni, perché viene impedito il possibile travaso in essi dei fumi di scarico.

Le caldaie a basamento sono invece poco utilizzate negli ambienti domestici, a causa soprattutto delle loro dimensioni ingombranti, anche se oggi ne esistono modelli piuttosto compatti.

Per quanto riguarda il funzionamento, la tipologia di caldaia a gas oggi più diffusa è quella a condensazione.

La tecnologia della condensazione consente il recupero del cosiddetto calore latente, ovvero di quel calore che altrimenti andrebbe disperso con i fumi di combustione.

Questo modello necessita di una tubazione per lo smaltimento dell’acqua di condensazione, che si forma quando i fumi caldissimi della combustione vengono a contatto con le pareti fredde del camino.

Oltre a consentire un maggior risparmio energetico, queste caldaie sono anche meno inquinanti.

Si possono utilizzare tranquillamente con i normali sistemi di riscaldamento a radiatori, ma ottengono il loro miglior rendimento con gli impianti radianti, come quello a pavimento.

Caldaia migliore consente Impostazione Caldaia Vaillant
Impostazione caldaia Vaillant

Installazione e manutenzione della caldaia

E’ preferibile installare la caldaia sempre in esterni ma, se volete installarla in casa, deve essere un modello a camera stagna per evitare la perdita di fumi esausti in ambiente.

Non è possibile invece installarla in box, garage, cantine e ambienti in genere dove c’è più elevato rischio d’incendio.

Al momento dell’installazione deve essere consegnato al cliente e compilato dall’installatore il libretto d’impianto, un documento molto importante da conservare.
Su esso vanno infatti annotati tutti gli interventi di manutenzione effettuati e i controlli previsti per legge.

La caldaia migliore

Non esiste una caldaia migliore in assoluto, ma occorre sempre scegliere la più adatta alle proprie specifiche esigenze.

Leggi  Anche Torino ha la sua “Nuvola”

Nella scelta bisogna quindi valutare:

  • l’uso che bisognerà farne (se solo per il riscaldamento o anche per la produzione di acqua calda)
  • la superficie dell’alloggio che si andrà a riscaldare
  • il luogo prescelto per l’installazione (in esterno o interno).

I modelli migliori, come le caldaie Vaillant, sono dotati anche di ulteriori opzioni:

  • sistema antiblocco, che evita il blocco accidentale
  • sistema antigelo, che avvia la pompa e il bruciatore ogni volta che la temperatura dell’ambiente in cui la caldaia è installata si avvicina allo zero
  • sistema acqua sensor, che mantiene stabile la temperatura dell’acqua e il suo riscaldamento avviene in breve tempo
  • termoregolazione, che consente di impostare la temperatura desiderata nei vari ambienti
  • funzione anticalcare
  • accensione automatica.
Articolo scritto da:

Carmen Granata

Leggi tutti gli articoli
Architetto libera professionista e giornalista pubblicista. Si occupa di progettazione e consulenza immobiliare anche online. Servizi dello Studio di Architettura Granata

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *