Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?

Rivestimenti antibatterici e igienizzanti

di 0 commenti

Mai come in questo periodo ci si rende conto di come sia fondamentale avere intorno a sé un ambiente pulito, perfettamente sanificato e immune da batteri e agenti tossici. Quello della casa, infatti, può essere un ambiente particolarmente inquinato e utilizzare materiali come i rivestimenti antibatterici e igienizzanti, insieme con la frequente pulizia, rappresenta la soluzione migliore per aiutarci a prevenire malattie e infezioni.

La situazione che si è sviluppata a seguito della pandemia, del resto, porterà inevitabilmente la ricerca a sviluppare materiali adeguati ai nuovi standard, soprattutto per gli spazi pubblici. E’ evidente che da ora in poi anche la progettazione architettonica dovrà indirizzarsi verso l’ideazione di luoghi, pubblici e privati, più accoglienti e flessibili, ma anche dotati di superfici facili da igienizzare, rivestite con materiali antibatterici.

In realtà materiali di questo tipo esistono già. Esaminiamone allora alcuni ottimi, utilizzabili per i rivestimenti.

Mosaici e lastre in vetro per rivestimenti antibatterici e auto igienizzanti

rivestimenti antibatterici igienizzanti in mosaico in piscina
Piscina in mosaico Sicis

l mosaici di vetro e le lastre di Vetrite prodotte da SICIS hanno proprietà antibatteriche, antimicrobiche, anti-muffe e auto-igienizzanti. Lo dimostrano le certificazioni ottenute da 3 istituti indipendenti di ricerca:

  • la Stazione Sperimentale del Vetro di Murano
  • l’Università di Ferrara
  • il Centro Ceramico di Bologna.

I mosaici contengono infatti atanasio, una sostanza derivante dal biossido di titanio che, grazie alla fotocatalisi (una reazione che si attiva quando l’oggetto è irradiato con luce di una particolare lunghezza d’onda), consente di effettuare autopulizia, rimozione di agenti inquinanti e auto disinfezione da batteri e muffe.

L’attività fotocatalitica innescata sotto l’azione dei raggi UV che consente il raggiungimento di queste prestazioni speciali è del resto oggetto di studio in tutto il mondo.
Grazie a questa, i prodotti SICIS attraverso l’energia luminosa (solare o artificiale) possono attivare reazioni chimiche che portano alla distruzione dei composti inquinanti.

I luoghi ideali per l’applicazione dei mosaici sono quindi:

  • locali ospedalieri
  • luoghi di produzione (farmaceutica, alimentare)
  • ambienti pubblici come cucine e bagni di mense, ristoranti, alberghi ecc..
rivestimenti antibatterici igienizzanti come le lastre in Vetrite
Lastre in Vetrite

Le lastre di grandi dimensioni Vetrite sono realizzate con vetro e una speciale formula di film polimerici.

Il formato può arrivare a 120×280 cm con uno spessore da 6 mm fino a 12 mm, per utilizzi dove è richiesta maggiore resistenza, come a pavimento.

La finitura è disponibile compatta oppure opalescente. In quest’ultimo caso consente di applicare le lastre su pannelli LED per ottenere la retroilluminazione.
Può anche essere trasparente, in modo da lasciar filtrare completamente la luce.

Le lastre sono quindi adatte per creare pareti divisorie e rivestire superfici, come in showroom, negozi, locali, ambienti con elevati requisiti igienici e altro.

Superfici continue antibatteriche e ionizzanti

ECOPUR by Oltremateria è una superficie continua per pavimenti e rivestimenti, la prima certificata antibatterica attiva e ionizzante al mondo, che depura l’aria in modo perenne, 24 ore su 24, ma senza consumare energia e senza utilizzare il biossido di titanio.

L’aria viene purificata da agenti inquinanti, batteri, virus, gli ambienti sono igienizzati e inoltre gli spazi sono rinfrescati combattendo gli odori indesiderati.

A differenza delle superfici che richiedono la funzione fotocatalitica, queste proprietà si attivano anche al buio.

Rivesitmenti in Ecopur

Queste le caratteristiche chimiche del materiale:

  • consistenza: liquido
  • colore: bianco
  • odore: caratteristico
  • conservazione: 12 mesi in imballi originali e chiusi
  • solubilità: idrosolubile (aggiungere acqua dall’1 al 3% a seconda del tipo di utilizzo)
  • temperatura di applicazione: da +10°C a +35°C
  • tempo di attesa tra una mano e l’altra a 20 °C: 6 ore c.a.
  • pedonabile: 24 ore
  • completo indurimento: 7-8 giorni
  • colorabile: con EGA dal 15al 20%.
Articolo scritto da:

admin

Leggi tutti gli articoli
CasaNoi è il sito verticale sulla casa, con tante guide, informazioni e notizie utili, consultato ogni giorno da chi la vuole arredare, ristrutturare (interni ed esterni), dotare di nuovi impianti, acquistare, affittare. Le rubriche del blog: Ristrutturazione, Arredamento e Fai da te, Ecologia e domotica, Architettura, Terrazzi e giardini, Attualità e legislazione, Mercato immobiliare, Compravendita e Affitto e molto altro.

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *