Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?

Gli scuri, elementi oscuranti degli infissi

di 0 commenti

Cosa sono gli scuri?

Gli scuri (o antoni) sono una parte dell’infisso e rappresentano uno dei sistemi oscuranti utilizzati in Italia, in alternativa a persiane o tapparelle. Sono infatti presenti soprattutto nelle regioni del Nord Est, mentre nel resto d’Italia sono più frequenti le persiane.

scuri per finestre e serramenti in pvc con tubi di rinforzo
Scuri in PVC con tubi di rinforzo Fabbro Serramenti

Il termine deriva dal longobardo “skur”, che vuol dire riparo. Lo scuro si distingue dallo scuretto che ha la medesima funzione ma solitamente, oltre a essere più piccolo e leggero, è spesso montato sulla parte interna del serramento.

Complementare al serramento di cui fa parte, è costituito da un’anta di superficie continua, formata da elementi verticali collegati tra loro. Si tratta quindi di una sorta di schermo il cui scopo è principalmente quello di filtrare la luce del sole.
Trattandosi di un infisso esterno naturalmente deve proteggere anche da pioggia, neve, freddo e rumore.
Può essere formato da una o più ante e avere diversi sistemi di apertura (a battente, scorrevole, a libro, ecc.).

Tradizionalmente gli scuri erano realizzati in legno o multistrato marino, ma oggi per i nuovi serramenti è possibile utilizzare anche alluminio o PVC.

L’innovazione tecnologica e la ricerca nel campo dei materiali ci offrono prodotti la cui estetica proviene dal passato, ma con una funzionalità ed efficienza all’altezza di quelli moderni.

Infatti alle funzioni di protezione dagli agenti esterni, tipica dei prodotti tradizionali, si aggiunge oggi la richiesta di una capacità in più, quella di garantire il risparmio energetico.

Gli scuri per finestre di Fabbro Serramenti

Fabbro Serramenti, l’azienda di Udine attiva nel settore dal 1947, produce scuri che, alla funzione di oscuramento e di protezione, aggiungono quella estetica. Grazie a un’attenta scelta di materiali, finiture e colori,  i prodotti Fabbro Serramenti impreziosiscono, infatti, le facciate degli edifici.

Oltre alle tradizionali versioni in legno, l’azienda ne produce anche in alluminio, materiale più robusto e resistente, ma soprattutto non bisognoso della continua manutenzione tipica del legno. Per merito di particolari finiture, si possono abbinare perfettamente a infissi in legno.

Per finestre e porte finestre di grandi dimensioni è possibile scegliere anche la soluzione con apertura scorrevole. Sono disponibili infine anche scuri in PVC.

Antoni in legno per serramenti tradizionali

scuri in legno per finestre e serramenti tradizionali
Scuri in legno Fabbro Serramenti

Fabbro Serramenti propone una vasta offerta di sistemi di fissaggio di scuri per serramenti di tipo tradizionale e per l’edilizia storica, nelle seguenti tipologie:

  • scuri su muro
  • scuri monoblocco a filo muro esterno
  • scuri monoblocco con cerniere a sporgere
  • scuri monoblocco a libro
  • scuri monoblocco a pacchetto.

Gli scuri su muro sono installati all’esterno dell’edificio, con cardini inseriti direttamente sul muro stesso.

Gli scuri monoblocco a filo muro esterno sono invece incernierati su un telaio o imbotte in legno dimensionato  in modo  da arrivare a filo muro esterno.

Quelli con cerniere a sporgere prevedono una posizione delle ante più interna di ca. 7-15 cm, in modo da offrire una maggiore protezione da polvere e agenti atmosferici.

Gli scuri monoblocco a libro sono incernierati su un telaio in legno e hanno apertura a libro, detta anche “padovana”.

Quelli con apertura a pacchetto, detta anche “vicentina”, infine, si aprono a ridosso della spalletta senza fuoriuscire all’esterno.

Scuri in alluminio

scuri in alluminio per finestre e serramenti
Scuri in alluminio Fabbro Serramenti

Gli scuri possono essere realizzati in diversi materiali: legno, alluminio, materiale plastico o fibra, inoltre sono disponibili in numerose versioni.
Di seguito le tipologie più utilizzate :

  • dogato verticale
  • a scandola
  • a specchietti
  • a griglia fissa
  • a griglia orientabile.

Lo scuro dogato verticale è formato da doghe verticali unite fra di loro con incastro longitudinale.

Gli scuri a scandola richiamano una vecchia tipologia in legno che presenta doghe verticali all’esterno e doghe orizzontali (le scandole appunto) all’interno.

Quelli a specchietti sono formati da un telaio perimetrale con racchiusi all’interno delle formelle chiamati specchietti. Gli specchietti possono essere lisci oppure bugnati. Per bugnato si intende una diamantatura eseguita sul perimetro dello specchietto.

Gli scuri con griglia fissa o orientabile presentano una griglia orizzontale che è fissa o orientabile in base alla tipologia.

Antoni in multistrato marino

scuri in multistrato marino verde per finestre e serramenti
Scuri in multistrato marino Fabbro Serramenti

Un materiale che si presta molto alla realizzazione di scuretti nei modelli dogato verticale e a scandola, è il multistrato marino.

Si tratta di un pannello da 40 mm di spessore, formato da fogli di legno intrecciato, incollati tra di loro con colle resistenti anche in ambiente marino.

Il vantaggio di questo materiale è la durata che è paragonabile ad uno scuro in alluminio, inoltre d’estate non riflette il calore come i metalli o i materiali plastici.

 

Articolo scritto da:

admin

Leggi tutti gli articoli
Il blog di CasaNoi si occupa delle tematiche della casa: Compravendita e Affitto, Mercato immobiliare, Ristrutturazione, Arredamento e Fai da te, Ecologia e domotica, e molto altro.

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *