Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?

La tenda come alternativa al box doccia

di 0 commenti

Perché scegliere una tenda per la doccia?

tenda alternativa al box doccia: Tenda per doccia I Love Casa
Tenda per doccia I Love Casa

Il fattore principale che porta a preferire una semplice tenda per doccia al posto del tradizionale box doccia è naturalmente quello economico.

Il prezzo di una tenda per doccia è decisamente inferiore a quello del box meno costoso, per cui nel secondo bagno o nella lavanderia dotata di doccia può risultare una soluzione pratica e conveniente.

Molte volte la scelta della tenda non è una preferenza ma una necessità dettata ad esempio dall’esigenza di adattare un vecchio bagno o di poter fare la doccia nella vasca.

Non si può negare che il box doccia sia senz’altro una soluzione più elegante per qualsiasi bagno e sia preferibile dal punto di vista estetico.

Tuttavia, le tende per doccia sono oggi disponibili in un’ampia varietà di stampe e colori e create con grande attenzione alle più attuali tendenze, per cui possono concorrere a rendere più allegro e sbarazzino anche il bagno di servizio.

In particolare, se sanitari e piastrelle sono monocolore, arricchire il bagno con una fantasia geometrica o a disegni può contribuire senza dubbio a vivacizzarlo.

Tenda alternativa al box doccia: tenda in poliestere ManoMano
Tenda per doccia in poliestere ManoMano

Numerosi sono i tessuti in cui potete trovarle:

  • cotone
  • poliestere
  • tessuto vinilico.

Possiamo aggiungere ai vantaggi di questa scelta la maggiore versatilità della tenda che permette di superare facilmente il problema del fuori misura, di piatti doccia irregolari o di forma particolare, come quella curva.

Con una tenda si può avere la massima flessibilità, sia in altezza sia in larghezza, mentre far realizzare un box con misure particolari può risultare difficile e costoso.

Svantaggi della tenda per doccia

Dimenticate per un attimo la vecchia tenda in plastica che si appiccica addosso dando una sgradevole sensazione di sporco…

Leggi  Box doccia: soluzioni per ogni tipo di bagno

Ciò premesso, comunque, uno dei punti a sfavore delle tende per doccia resta l’aspetto igienico, che pure è uno degli elementi fondamentali in bagno.

La tenda, rispetto al box, accumula infatti molti più batteri. Residui di sapone, schiuma, acqua e resti di sporcizia si depositano sul tessuto ed è difficile rimuoverli.
Sulla superficie del box invece le operazioni di pulizia sono molto più semplici, anche se più faticose.

Di contro, con la tenda si annulla l’annoso problema dell’accumulo del calcare.

L’inconveniente si può superare acquistando un tessuto lavabile in lavatrice e considerando il fatto che, in ragione del costo irrisorio, una tenda può essere cambiata molto più spesso.

Un altro punto a sfavore è la garanzia di tenuta agli schizzi d’acqua. Non si può negare che un box è senza dubbio più ermetico, mentre la tenda può far passare facilmente qualche schizzo, se non si sta attenti.

Come scegliere la tenda per la doccia

Tenda per la doccia con emoticon getDigital
Tenda per la doccia con emoticon getDigital

Alla luce di quanto sopra esposto, tenendo conto di elementi pro e contro all’uso della tenda, vi ricapitolo i fattori più importanti da tenere in considerazione in fase di acquisto:

  1. il tessuto deve essere oleo e idrorepellente
  2. scegliete una stoffa antimuffa e antibatterica per garantirvi le migliori condizioni igieniche
  3. preferite un tessuto lavabile in lavatrice
  4. alla luce del punto precedente, fate attenzione che sia facilmente montabile e smontabile, in modo da poter svolgere l’operazione almeno ogni due – tre settimane senza problemi.

 

Articolo scritto da:

Carmen Granata

Leggi tutti gli articoli
Architetto libera professionista e giornalista pubblicista. Si occupa di progettazione e consulenza immobiliare anche online. Servizi dello Studio di Architettura Granata

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *