Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?

Trasloco: consigli utili

di 1 commento

trasloco fai da teCome sopravvivere a un trasloco. Regalare o buttare, comunque sfoltire. Organizzare gli scatoloni: come numerarli. Il sistema per ritrovare subito un dato oggetto tra le pile di scatoloni.

Il panico da trasloco

Chi c’è passato sa che significa. Alcuni adottano la soluzione chiavi in mano: si affidano a una ditta specializzata che imballa ogni cosa (dai bicchieri alle tende, dai mobili alle lampade) trasporta e sistema tutto al nuovo indirizzo. Il servizio è costoso e la casa deve essere perfettamente pronta e pulita. I più richiedono alla ditta solo il trasporto e le scatole, ma imballano e sballano da soli. Quando i traslocatori se ne vanno, rimangono incombenti colonne di scatoloni. E subentra il panico.

Fare pulizia

Ecco alcuni consigli per arginare caos e frustrazione, fin dall’inizio.
Prepararsi per tempo: almeno un mese prima perlustrare cassetti e armadi, ripostigli e soppalchi. Lo scopo è essere consapevoli delle tante cose inutili accumulate negli anni. Sfrondare le carte. Sfoltire il guardaroba (se ho dei vestiti che da un paio d’anni non metto, significa che devo passarli a qualcuno), idem per i giochi.
 
Buttare piatti e bicchieri sbeccati, pentole rovinate, posate scompagnate: nella nuova casa sembreranno ancora più brutti. Idem per tovaglie e lenzuola bucate: che diventino stracci per la polvere o materiali per imballare gli oggetti più fragili.
 
Nessuna pietà anche per le piante secche o malconce, i regali che non abbiamo mai potuto soffrire, i fiori di stoffa impolverati, le sedie sbilenche (da riparare, se ne vale la pena). Dopo esserci liberati di tutto questo, ci si sente più leggeri.

Gli scatoloni

E’ il momento degli scatoloni. Bisogna avere un metodo per classificare il contenuto di ogni scatola e non serve scrivere sul cartone, perché poi le scatole vengono impilate e non si legge più nulla. Quadernone (o pc) e pennarello sono indispensabili.
 
Divido le cose da imballare per stanze: cucina, soggiorno, camere da letto, bagno, ecc. Per ogni stanza, inizio una numerazione degli scatoloni per centinaia. Ovvero: tutte le suppellettili della cucina saranno inserite in scatoloni numerati da 100 a 199, quelle del soggiorno (musica inclusa) da 200 a 299, e così via. Sulla scatola (su tutti i lati) scrivo solo il numero, mentre sul quaderno o pc, accanto al numero, inserisco la descrizione dettagliata del contenuto.
 
Importante: le scatole per i libri devono essere piccole, altrimenti diventano inamovibili o si rompono.
Questo sistema è stato sperimentato più volte e ha il merito di rendere più semplice la ricerca e la sistemazione di ogni cosa.
 
Foto di bricoleurbanism

Articolo scritto da:

Sara Grita

Leggi tutti gli articoli

Nata e cresciuta a Milano, ho lavorato a Roma, Bologna e ancora Roma nelle produzioni video, tv, teatrali, come responsabile della comunicazione. Questo vagabondare, unito all’ampliarsi della famiglia, ha fatto sì che cambiassi spesso casa, sperimentando in prima persona che il dialogo franco e trasparente genera sempre fiducia: l’economia collaborativa (sharing-economy) è concreta e reale. Ho partecipato all’ideazione e alla fondazione di CasaNoi.it. Questo blog nasce per condividere tutte le informazioni su casa e ambiente ed è aperto alle domande dei lettori.

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

1 Commenti su "Trasloco: consigli utili"

Ordina da:   più recente | meno recente

Consigli utilissimi!!! Ho fatto il trasloco proprio da qualche giorno e questo articolo mi è stato molto utile, soprattutto i consigli per gli scatoloni.
Io poi per il trasporto mi sono rivolto a **** e sono rimasto molto soddisfatto. Trasporto veloce e anche a buon prezzo…
Ve lo consiglio!

wpDiscuz