Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?

Abbinare i colori in casa: come usare il disco cromatico

di 3 commenti

Quali sono i colori più adatti per la nostra casa? Abbinare i colori in casa è una scelta molto delicata. I colori danno personalità e valorizzano un ambiente: lo fanno sembrare più grande, più caldo, più luminoso. Per scegliere le tonalità giuste, dobbiamo pensare bene allo spazio e alla sua funzione, se vogliamo che ci dia una sensazione di relax o ci trasmetta energia. In base a questo le nostre scelte si possono orientare su colori chiari o scuri, su colori caldi o colori freddi.
Uno strumento utile per capire come scegliere e abbinare i colori di casa è il cerchio di Itten, meglio conosciuto come disco cromatico.

Come si usa il disco cromatico di Itten?

Il Cerchio di IttenJohannes Itten è stato un pittore e designer svizzero dei primi anni del Novecento. Ha inventato il disco cromatico che mostra le relazioni tra i colori. Come si vede dalla figura, il disco si divide in spicchi:  i colori che si trovano nello stesso spicchio sono detti colori analoghi e le loro combinazioni danno agli ambienti un effetto armonioso ed equilibrato. Invece, i colori che si trovano opposti l’uno all’altro sono i colori complementari e il loro abbinamento dona vitalità ed energia. In teoria, sono tre i metodi che possiamo seguire per abbinare i colori della nostra casa. Vediamo quali sono.

Gli schemi di colore per decorare casa

1. Lo schema analogo è costituito dai colori che hanno una tonalità in comune e, come abbiamo visto, sulla ruota si trovano uno di seguito all’altro. L’abbinamento per analogia è un metodo di arredare una stanza con tonalità armoniose e confortevoli.

2. Lo schema complementare, come dice il nome, è formato dai colori complementari che si trovano uno opposto all’altro sulla ruota. Possiamo sfruttare il contrasto fra i colori complementari per creare un’atmosfera vivace.
Ad esempio, possiamo abbinare i colori opposti e vistosi con altri colori neutri: i bianchi e i neutri stemperano le tonalità più forti e danno luminosità all’ambiente. Comunque, dobbiamo usare con cautela i contrasti, altrimenti si  rischia di esagerare.
 
3 Infine, lo schema monocromatico é il metodo di decorare la casa o una stanza più classico. Per gli ambienti d’accoglienza, come il soggiorno,  dobbiamo ricorrere alle tinte calde come il rosso o l’arancione. Mentre i colori freddi come il blu o verde trasmettono serenità e sono adatti per la zona notte. I colori chiari rendono gli ambienti più grandi e luminosi, quindi dobbiamo utilizzarli per le camere piccole e poco illuminate. I colori scuri tendono a rimpicciolire gli spazi. Possiamo usarli per rendere più accoglienti gli ambienti di grandi dimensioni.
 

Articolo scritto da:

admin

Leggi tutti gli articoli
Il blog di CasaNoi si occupa delle tematiche della casa: Compravendita e Affitto, Mercato immobiliare, Ristrutturazione, Arredamento e Fai da te, Ecologia e domotica, e molto altro.

Ti potrebbero interessare

3 commenti su “Abbinare i colori in casa: come usare il disco cromatico
Inserisci un nuovo commento

  1. Salve. Ho le pareti del salotto salmone chiaro e devo tinteggiare l’angolo caminetto ma nn riesco ad individuare il colore giusto. Che cosa mi consiglia? I mobili sono in noce,classici. Grazie

    1. Cara Mari,
      complimenti per la scelta del color salmone, che ben si abbina e dona luminosità ai mobili antichi. Per quanto riguarda l’angolo camino, il colore che accosterei è un azzurro polvere, in una tonalità molto chiara, se si accorda con i tessuti del salotto. A volte bastano pochi accessori d’arredo dello stesso colore, come qualche cuscino e un vaso per i fiori o una cornice, per dare un tocco armonico all’insieme e “legare” tra loro colori diversi.
      Un cordiale saluto e grazie per averci scritto.
      Giuseppe Palombelli, Ceo di CasaNoi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *