Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?

Acqua sempre pulita in piscina

di 0 commenti

La piscina è un lusso che non tutti possono permettersi, ma oggi è diventata un sogno alla portata di più persone, anche grazie alle soluzioni fuori terra, che non richiedono interventi edilizi invasivi.
Insomma, basta avere sufficiente spazio in giardino o nel cortile, per poter godere del piacere di una piscina, piccola o grande che sia.

Piscina interrata iBlue Piscine
Piscina interrata iBlue Piscine

I fortunati che riescono a realizzare questo sogno hanno però l’onere di conservarla sempre in buone condizioni, per poterne usufruire al meglio, e quindi di sottoporla ad adeguati interventi di manutenzione.

In particolar modo è necessario provvedere a una frequente pulizia dell’acqua, così da potersi bagnare e nuotare in tutta sicurezza e senza pericoli per la salute.

Pulizia quotidiana dell’acqua della piscina

Per avere acqua sempre pulita in piscina, ci sono alcuni interventi che vanno effettuati ogni giorno.

Il primo intervento da effettuare quotidianamente è la rimozione di tutti quei corpi estranei che galleggiano in superficie, come foglie e insetti. Se non opportunamente rimossi, infatti, questi materiali organici possono contribuire alla formazione di alghe e funghi che inquinano e rendono torbida l’acqua della piscina, e inoltre possono anche ostruire lo stesso impianto.

Se osservate che l’acqua si è colorata di verde, vuol dire che questo fenomeno è già in atto e allora occorrerà intervenire utilizzando prodotti specifici. Tuttavia, se vi ricordate di effettuare la pulizia tutti i giorni, questo trattamento sarà facilmente evitabile.

Se la piscina è dotata di skimmer, un sistema di filtrazione fondamentale per tenere l’acqua pulita, sarà necessario per il suo corretto funzionamento mantenere sempre costante il livello dell’acqua che dovrà essere ad almeno tre quarti dell’altezza dello stesso skimmer.
Un livello inferiore o maggiore, oltre a impedire il corretto funzionamento dell’impianto, può anche provocargli seri danni.

Controlli e interventi settimanali in piscina 

Oltre alla pulizia quotidiana della piscina, è opportuno programmare degli interventi più approfonditi da eseguire almeno una volta a settimana.

Tra i controlli da eseguire, c’è quello del PH dell’acqua, ovvero del suo livello di acidità.
Il livello ottimale dell’acqua di una piscina è compreso tra 7,2 e 7,6. Se è inferiore a 7,2 è un PH acido e l’acqua rischia di corrodere parti dell’impianto. Se invece è superiore a 7,6 è invece un PH basico, quindi si rischia di provocare accumuli di calcare e problemi di igienizzazione della piscina.

Il controllo del PH può essere eseguito sia manualmente che automaticamente. Nel primo caso è sufficiente aggiungere all’acqua appositi additivi chimici; nel secondo, è previsto invece il ricorso a particolari dispositivi che provvedono a mantenere il PH ideale.

Un’altra importante operazione periodica è costituita dalla pulizia dei filtri e del cestello prefiltro della pompa che rischiano di restare intasati da detriti di vario genere.

Per pulire il cestello occorre per prima cosa spegnere la pompa di filtrazione e chiudere tutte le valevole. Successivamente si potrà procedere a un lavaggio manuale.

Per pulire i filtri si deve invece attivare l’operazione di controlavaggio, che consiste nell’invertire il senso del flusso dell’acqua in modo che la sua azione vada a staccare i residui presenti sul filtro.

Come rimediare se l’acqua diventa torbida? 

Pisicna fuori terra Ferramenta Centro Italia
Pisicna fuori terra Ferramenta Centro Italia

Come detto in precedenza, basta qualche giorno di mancata pulizia che l’acqua diventi verde e torbida a causa dell’azione di qualche batterio.

E’ necessario allora agire con una pulizia approfondita che può essere eseguita anche semplicemente con un aumento delle ore di filtrazione. Se ciò non fosse sufficiente, occorrerà agire con dei prodotti specifici, come il chiarificante e il flocculante.

Prima dell’arrivo dell’inverno, quando la piscina non sarà più utilizzata, occorre prevenire i problemi legati alla formazione dell’acqua torbida, svuotandola completamente ed effettuando una pulizia completa.

Articolo scritto da:

Carmen Granata

Leggi tutti gli articoli
Architetto libera professionista e giornalista pubblicista. Si occupa di progettazione e consulenza immobiliare anche online. Servizi dello Studio di Architettura Granata

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *