Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?

Acquistare un immobile proveniente da donazione: i rischi e la copertura assicurativa

di 6 commenti

I rischi dell’acquisto di un immobile proveniente da donazione

Immobile ricevuto in donazione

Sempre più frequentemente ci sono problemi nell’ acquistare un immobile ricevuto in donazione.
 
I potenziali acquirenti, infatti, trovano estrema difficoltà nell’ottenere un mutuo bancario, anche in presenza di elevati redditi e nel caso di immobili di gran valore.
 
Altre volte gli acquirenti vengono scoraggiati nell’acquisto dal loro stesso notaio. Questo avviene perchè, dopo il rogito, il compratore rischia di incappare in azioni legali da parte di eventuali eredi danneggiati per un periodo molto lungo (fino a 10 anni dalla morte di colui che ha donato il bene)…
 
La conseguenza è che, seppur pienamente legittimo, vendere gli immobili ricevuti in donazione risulta difficile.

La copertura assicurativa contro i rischi da donazione

  • Il primo è un articolo del notaio Massimo D’Ambrosio che spiega, nel proprio blog, la tematica in maniera estremamente chiara, semplice e esaustiva.

  • Il secondo è un video di Monitorimmobiliare (pubblicato di seguito) in cui dirigenti assicurativi del gruppo AON illustrano il prodotto assicurativo (Lloyd) a tutela degli acquirenti e delle banche.

 

Articolo scritto da:

Giuseppe Palombelli

Leggi tutti gli articoli
Esperto in mutui, valutazioni estimative e compravendite. Consulente del credito. Dalla passione per il settore immobiliare nel 2012 ha fondato CasaNoi. Contatti per consulenza mutui bancari

Ti potrebbero interessare

6 commenti su “Acquistare un immobile proveniente da donazione: i rischi e la copertura assicurativa
Inserisci un nuovo commento

    1. Gentile Marco,
      la documentazione da preparare in caso di vendita di un immobile è:
      visura storica catastale e planimetria catastale, atto di provenienza, autorizzazioni edilizie e certificazioni/abitabilità, oltre a eventuali documenti specifici.
      Nel tuo caso il potenziale acquirente può far immediatamente visionare alla propria banca e/o al proprio professionista di fiducia la documentazione.
      Un cordiale saluto.

      Giuseppe Palombelli, CEO CasaNoi.it

  1. Buonasera,
    ho acquistato nel 2010 un immobile che era stato donato dalla madre alla figlia unica nel 1998.
    Prima dell’atto di acquisto il padre, unica persona che poteva impugnare la donazione, ha sottoscritto una dichiarazione di rinuncia ad un eventuale rivalsa sulla propria legittima.
    La possibilità di rivalsa dovrebbe scadere nel 2018 essendo la parte donante ancora in vita.
    Ora voglio vendere la casa, a quali problemi posso incorrere?
    Nn si tratterà di un acquisto in seguito a donazione in quanto il bene è già stato acquistato da me.

    Grazie
    Saluti

    1. Gentile Marco,
      da quanto scrivi, i rischi di azioni legali da parte di eredi danneggiati sono molto remoti. Il potenziale acquirente potrebbe però avere difficoltà a ottenere un mutuo bancario. Il consiglio è quello di preparare una copia della documentazione della casa e consegnarla al momento della proposta d’acquisto, affinché chi acquista possa farla visionare al proprio notaio e alla propria banca.
      Continua a seguire il blog di CasaNoi.

      Giuseppe Palombelli, CEO CasaNoi.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *