Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?

Ance: compravendite immobiliari in rialzo

di 0 commenti

compravendite immobiliari in rialzoIn Italia compravendite in rialzo, un trend iniziato dal 2014.

ANCE – Associazione nazionale costruttori edili – mette in luce come il rialzo delle transazioni immobiliari – sia in atto da tre anni con rialzi record nelle grandi città:

  • Milano +45%
  • Torino +44%
  • Firenze +43%
  • Roma e Genova +27%.

Numeri che secondo l’Ance indicano che l’immobiliare italiano è tornato ad essere attraente come investimento sicuro, redditizio e stabile.

Patrimonio immobiliare: il nuovo e l’usato

La sfida, secondo i costruttori, è quella di valorizzare ancora di più il nuovo, meno semplice da vendere rispetto all’usato, ma che si rivela più sicuro ed efficiente.

Certo è che il mercato è orientato verso la riqualificazione dell’esistente e lo dimostrano importanti progetti di recupero e restauro di edifici storici nelle grandi città da parte di investitori internazionali e nazionali, che poi li utilizzano come abitazioni o sedi di attività terziarie.

Così commenta il vicepresidente dell’Ance, Filippo Delle Piane, illustrando i dati al Mipim, la più importante fiera dell’immobiliare a livello mondiale in scena a Cannes dal 14 al 17 marzo.

“Tre anni di crescita costante delle compravendite ci dicono che il mercato è tornato in una fase di ripresa e non siamo più di fronte a fiammate positive che si esauriscono presto.
L’immobiliare italiano è tornato a essere un investimento sicuro in termini di redditività e qualità.
Resta la necessità di incentivare maggiormente il prodotto nuovo, sicuro e efficiente che risulta ancora un po’ penalizzato rispetto all’usato”.

 

Articolo scritto da:

Alessandra Caparello

Leggi tutti gli articoli

Alessandra Caparello è redattrice in ambito fiscale, previdenziale ed economico. Ha collaborato con vari siti online come InvestireOggi.it (curatrice della sezione Fisco e Tasse), Pmi.it, Fisco7.it.

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

Lascia un commento

wpDiscuz