Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?

Come calcolare la quantità di piastrelle da ordinare

di 6 commenti

Rifacimento pavimento casa - Come calcolare la quantità di piastrelleQuando si deve posare un nuovo pavimento o rivestimento in piastrelle ceramiche ci si trova spesso di fronte al dilemma della quantità giusta di materiale da ordinare.

Se ci si affida al tecnico che sta seguendo i lavori, è chiaro che il problema non sussiste in quanto il professionista saprà senz’altro calcolare il quantitativo giusto per le vostre necessità.
Ma se si deve fare da sè, come nel caso in cui si effettui un semplice intervento di manutenzione ordinaria consistente proprio nel rifacimento del vecchio pavimento, lavoro per il quale non è richiesta la presenza di un direttore dei lavori, ci si può trovare in difficoltà e possono sorgere dei problemi.

I rivenditori, d’altro canto, pur essendo disponibili a calcolare il quantitativo di materiale in base alla pianta dell’immobile fornita, non sono propensi ad assumersi responsabilità per eventuali errori.

Può succedere così di trovarsi con un numero di mattonelle inferiore a quelle necessarie e dover correre dal rivenditore mentre gli operai sono in cantiere, correndo anche il rischio di non trovare più disponibile il prodotto o di acquistare un lotto con delle lievi differenze rispetto a quello comprato in precedenza, per cui il pavimento non risulterà omogeno.

Viceversa, se si esagera con le quantità, il rischio è di ritrovarsi con qualche scatolone di piastrelle inutilizzate relegato in soffitta o in qualche angolo della cantina. Certo, può essere utile conservare qualche piastrella per eventuali riparazioni e sostituzioni, ma se il quantitativo eccedente è di diversi metri quadri, considerando il costo che può avere un prodotto ceramico di buon qualità, si tratta davvero di uno spreco.

Leggi  Posa di pavimenti e accessori utili

Vediamo allora come calcolare la quantità giusta di piastrelle da ordinare per rivestire i pavimenti e le pareti di casa.

come calcolare la quantità giusta di piastrelle da ordinare per rivestire i pavimenti e le pareti di casaRicordo che alla quantità ottenuta dovrà essere aggiunta una percentuale di maggiorazione intorno al 10% per il cosiddetto “sfrido”.
Infatti, bisogna mettere in conto che alcune mattonelle dovranno essere forate o tagliate, per cui si produrrà una certa quantità di materiale di scarto.
Inoltre, anche un lotto di materiale di prima scelta può contenere alcuni pezzi difettosi (in base alle normative possono essere massimo in numero di 5 su 100).
Infine, è sempre meglio conservare, come detto, qualche mattonella di riserva, per l’eventualità di dover affrontare dei lavori di riparazione in futuro, ma anche per avere un campione rappresentativo in caso di contestazioni.

Per calcolare quante piastrelle ordinare per i pavimenti occorre conoscere la superficie delle stanze.
Ad esempio, per una stanza da 4,00 x 4,50 m si dovrà considerare:
superficie 4,00 x 4,50 = 18 mq
Aggiungendo un 10% in più, pari a 1,8 mq, il totale da ordinare sarà:
18 + 1,8 = 19,8 mq.

Ho suggerito come percentuale di sfrido (cioè il calo quantitativo che prodotti, materiali, merci, ecc. subiscono durante il magazzinaggio, il carico e lo scarico, la lavorazione), da aggiungere ai quantitativi calcolati, quella del 10%. Tenete però conto del fatto che possono esserci delle differenze in base al tipo di posa in opera e al formato delle piastrelle.

La posa in diagonale, ad esempio, può produrre una maggiore quantità di scarti, per cui può essere opportuno tenere da parte una scorta maggiore.

Leggi  Legno composito o WPC

Nel caso di piastrelle di grande formato, invece, essendo la singola piastrella più grande, se ne dovranno conservare più metri quadri, in modo da avere mattonelle intere per eventuali sostituzioni.

Per calcolare la quantità di piastrelle necessarie per rivestire le pareti del bagno, invece, bisognerà calcolare il perimetro del locale e moltiplicarlo per l’altezza fino a cui si vuole far arrivare il rivestimento.
Da questa quantità non dovrà essere sottratta la dimensione delle aperture presenti (porta e finestra), ma andrà aggiunta una percentuale di sfrido solo del 5-8%.

Per il rivestimento della cucina si dovrà considerare solo la parete o le pareti da piastrellare e moltiplicarne la lunghezza per l’altezza a cui si vuole far arrivare il rivestimento.
Se preferite predisporre unicamente un paraschizzi tra base e pensili, dovete tener conto delle dimensioni di questi arredi.
Generalmente in questo caso si fanno partire le piastrelle ad 80 cm da terra, fino a 160 cm. Quindi per conoscerne la quantità, bisognerà moltiplicare la lunghezza della parete da piastrellare per 80 cm.

Articolo scritto da:

Carmen Granata

Leggi tutti gli articoli
Architetto libera professionista e giornalista pubblicista. Si occupa di progettazione e consulenza immobiliare anche online. Servizi dello Studio di Architettura Granata

Ti potrebbero interessare

6 commenti su “Come calcolare la quantità di piastrelle da ordinare
Inserisci un nuovo commento

  1. BUON GIORNO , NEI LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE …. SONO COSTRETTI A LASCIARTI 1MQ DI PIASRTRELLE A FINE LAVORI ? GRAZIE MOLTE

    1. Una confezione da 5 piastrelle 60×60 a quanti metri quadrati equivale perche io ne o ordinato 129 metri e mi anno consegnato 75 confezioni da 5 pezzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *