Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?

Camerette con letti a scomparsa, una soluzione salvaspazio

di 0 commenti

Le camerette con letti a scomparsa: camerette salvaspazio

I letti a scomparsa rappresentano la soluzione ottimale per risolvere i problemi di spazio in una casa e, visto che la carenza si sente in particolare nelle camerette, sono frequentemente utilizzati per arredarle.
In questo modo, facendo scomparire il letto o i letti durante il giorno, quando non servono, i bambini avranno più spazio nella stanza per giocare e fare i compiti.

I vari sistemi di letti a scomparsa

Ci sono diversi sistemi per far “scomparire” un letto all’interno di una struttura: quello più ampiamente usato è il letto scorrevole, anche più semplice e veloce da richiudere, ma non mancano altre soluzioni come il letto pieghevole, che si richiude all’interno di un mobile facendolo all’apparire all’esterno come una semplice anta.

Letto a scomparsa con cassettone

cameretta-letti-scomparsa-03La soluzione più diffusa e probabilmente più “antica” di letto a scomparsa per la camera dei bambini è comunque rappresentata dal letto che si richiude all’interno di un cassettone. Il cassettone è posto di solito al di sotto di un altro letto, che rimane a vista, o di un divano, spesso a loro volta inseriti in una composizione a ponte.

Il meccanismo di apertura e chiusura è relativamente semplice perché simile né più né meno a quello di un normale cassetto. Visto però che all’interno del cassetto in questione si troverà un letto completo di rete e materasso, il movimento potrà risultare meno semplice, a causa della pesantezza della struttura.
Risulta fondamentale quindi al momento dell’acquisito verificare accuratamente il meccanismo, per rendersi conto se l’apertura quotidiana del letto risulterà effettivamente semplice come promette e non necessiterà invece di uno sforzo eccessivo.

Letto a scomparsa con rete estraibile

letto-estraibile-cameretta-modernaNegli ultimi anni però il semplice cassettone si è “evoluto”, per cui il tipo di letto a scomparsa più diffuso è diventato letto estraibile, che scorre su rotelle con un meccanismo molto meno faticoso ed è perfettamente pronto quando è estratto.

Camerette con 3 Letti a scomparsa

Esistono addirittura strutture triple, cioè con 3 lettini che scorrono in questo modo l’uno sull’altro. In questo caso, il design delle camerette va oltre la ricerca della praticità, in quanto i lettini assumono una conformazione a scaletta che diventa anche stimolo ludico per i bambini.

letti-a-scomparsa

Letto a scomparsa ribaltabile

Ci sono poi i letti che si aprono con un meccanismo a ribalta, soluzione mutuata dalle proposte salvaspazio utilizzate per gli adulti.
Questo particolare tipo di struttura consente, con un gesto molto semplice grazie alla presenza di particolari cerniere brevettate, di ribaltare l’anta di un mobile (dall’apparenza di un comune armadio o parete attrezzata) in modo che si trasformi in una sorta di mensola che regge il materasso, quando il letto è aperto, offrendo un sostegno rigido simile a quello di una rete ortopedica.
Questo tipo di struttura è in genere molto curata dal punto di vista del design, tanto da non far minimamente sospettare, quando è chiusa, che all’interno si celi la presenza di un letto.

Questi prodotti, però, soprattutto quando sono destinati alla camera dei più piccoli, devono essere molto curati anche dal punto di vista della sicurezza e quindi realizzati con materiali in grado di supportare carichi e movimenti e dotati di adeguati supporti metallici che irrigidiscono la struttura.
Inoltre, devono essere corredati di un blocco di sicurezza che ne impedisca la chiusura improvvisa o involontaria.Sempre per motivi di sicurezza, il mobile che contiene il letto, sia esso armadio, parete attrezzata o libreria, deve essere necessariamente fissato al muro.

Il mobile con letti a scomparsa ribaltabili può nascondere anche due letti che, una volta aperti, si presentano come una struttura a castello.
In tal caso, una volta aperti, occorre estrarre anche l’apposita scaletta da utilizzare per l’accesso al letto superiore, quest’ultimo dotato di una sponda per garantire la sicurezza di chi dorme di sopra.

Articolo scritto da:

Carmen Granata

Leggi tutti gli articoli
Architetto libera professionista e giornalista pubblicista. Si occupa di progettazione e consulenza immobiliare anche online. Servizi dello Studio di Architettura Granata

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *