Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?

Come arredare l’ingresso al meglio

di 0 commenti

Cosa si intende per ingresso?

Mobili per ingresso Ambivalenz
Mobili per ingresso Ambivalenz

L’ingresso è tradizionalmente un piccolo spazio di disimpegno che distribuisce le varie stanze della casa.

Con la sempre maggiore diffusione degli ambienti open space è frequente però che l’entrata di casa conduca direttamente nel living o addirittura nella cucina – living.

Qualunque sia la situazione della vostra casa, quello che appare all’entrata è uno spazio che non deve essere trascurato, né dal punto di vista estetico né da quello funzionale.

Vediamo quindi come arredarlo al meglio.

Cosa serve nell’ingresso

Piccolo o grande che sia, l’ingresso è il luogo dove lasciamo giacche e soprabiti, le chiavi di casa o dell’auto e qualche volta anche le scarpe.

E’ importante poter riporre subito queste cose quando si entra e ritrovarle facilmente quando si deve uscire, senza però conferire al luogo un senso di disordine.

Per raggiungere questo scopo non è necessario dover utilizzare molti mobili, anche perché negli spazi di piccole dimensioni è meglio non esagerare con il numero di arredi o con colori sgargianti.
Sono sufficienti allora qualche gancio appendiabiti e un ripiano svuotatasche per gli oggetti più piccoli.

Se nell’ingresso è presente una piccola nicchia, non vi preoccupate quando le dimensioni non sono tali da potervi inserire un armadio a muro. Infatti potrete proprio mettere nella nicchia i ganci appendiabiti e le mensole di cui sopra. Per farla risaltare potrete poi tinteggiarla con un colore diverso da quello delle altre pareti o tappezzarla con della carta da parati.

Se c’è spazio sufficiente, potrete inserirvi anche una comoda panca su cui sedersi al momento di togliersi o mettersi le scarpe. Ci sono in commercio proprio dei modelli di panca scarpiera, molto comodi perché permettono di nascondere velocemente alla vista le calzature di tutta la famiglia.

Una consolle con qualche utile cassetto completerà così l’allestimento di tutto l’ambiente.

Finiture per l’ingresso

Mobili per ingresso Arlex
Mobili per ingresso Arlex

Quando non fa parte di un open space, l’ingresso è spesso un locale di dimensioni molto ridotte e di solito non illuminato direttamente.

Per questo motivo è opportuno scegliere colori chiari per pareti e pavimenti, in modo da rendere gli spazi più luminosi e dilatarli visivamente. Allo stesso scopo potrà essere utile anche un grande specchio.

Non commettete invece l’errore di utilizzare colori scuri o carte da parati con disegni troppo fitti, che determinerebbero l’effetto opposto.

Se invece i metri quadrati non sono un problema, potrete sbizzarrirvi maggiormente sia con gli arredi sia con le finiture, creando ad esempio zone distinte decorate con colori o materiali diversi.

Potreste addirittura scegliere un pavimento completamente diverso da quello del resto della casa, sottolineando ancor di più che si tratta di un ambiente di passaggio per il resto dell’appartamento.

Come tenere in ordine l’ingresso

L’ingresso resta comunque il luogo dove spesso si transita in fretta, quindi è facile che vi si possa creare disordine. In questo modo rischia di diventare un pessimo biglietto da visita.

Cercate quindi di tenere a mente poche regole per mantenere sempre in ordine questo ambiente.

Mobili per ingresso Hulsta
Mobili per ingresso Hulsta

Prendete l’abitudine di mettere subito a posto scarpe e soprabiti di uso non quotidiano, che quindi non siete soliti tenere fissi sull’appendiabiti dell’ingresso. Di conseguenza, lasciate qui solo il cappotto o il giubbino che usate di più, per tenerlo a portata di mano.

Prevedete sempre un accessorio o un cassetto da utilizzare come “svuotatasche”, dove mettere guanti, chiavi, piccoli accessori. Molti appendiabiti ne portano uno integrato.

Nella panca o scarpiera che utilizzerete per riporre le scarpe, mettete anche il lucido e le spazzole che vi servono per tenerle pulite.

Trovate un posto apposito dove mettere la borsa della palestra, in modo da non lasciarla a vista, e riponete tutte le attrezzature per lo sport in uno sgabuzzino.

Articolo scritto da:

Carmen Granata

Leggi tutti gli articoli
Architetto libera professionista e giornalista pubblicista. Si occupa di progettazione e consulenza immobiliare anche online. Servizi dello Studio di Architettura Granata

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *