Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?

Come ritrovare l’atto di compravendita, andato perduto

di 0 commenti
Atto notarile di compravendita del 1558  - Wikipedia

Atto notarile di compravendita del 1558 – Autore Scala – Fonte Wikipedia

Quando il famoso atto di provenienza è piuttosto datato (magari risale a più di trenta, quaranta o cinquant’anni) capita piuttosto di frequente che le parti non ne trovino più una copia.
Tale circostanza non costituisce un problema, ma solo un eventuale rallentamento della procedura: infatti, una delle funzioni fondamentali assolte dai notai, troppo poco considerata, è proprio la conservazione degli originali degli atti.
Pertanto, l’atto di compravendita a suo tempo stipulato è ancora tra gli originali del notaio che lo stipulò.

Se il notaio ha cessato l’attività..

Informazioni utili

Per rintracciare vecchi atti notarili consultare il programma Archinota del Ministero di Grazia e Giustizia.

Se il notaio nel frattempo si è trasferito, è andato in pensione o deceduto, i suoi originali si trovano all’Archivio Notarile competente  dove rimarranno per 100 anni, per poi essere portati all’Archivio Nazionale, fino a quando… diventino polvere.
 
Dunque, in caso di vendita, sarà sufficiente (e normale amministrazione) per il notaio incaricato dell’atto, effettuare le dovute consultazioni nei registri immobiliari: lì risalirà alla nota di trascrizione dell’atto di acquisto; nella nota reperirà anche i dati relativi all’atto e gli sarà possibile, se ritenuto necessario, ottenere una copia autentica dello stesso.

 

Articolo scritto da:

Federico Alcaro

Leggi tutti gli articoli
Esercita la professione notarile dal 2008. Dapprima in Liguria, in Comune di Savona, dove si forma come professionista avviando uno studio notarile in associazione, e successivamente in Roma, luogo della attuale e definitiva sede notarile.

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

Lascia un commento

wpDiscuz