Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?

Fibre naturali per arredare: vimini, rattan, midollino

di 0 commenti

Le fibre naturali per l’arredamento

Le fibre naturali utilizzate per realizzare mobili e accessori – vimini, rattan, midollino – sono sempre in auge e non risentono del trascorrere del tempo e del mutare delle mode.

Sin dall’antichità, queste fibre sono state lavorate in modo tale da acquisire robustezza e resistenza e per questo motivo possono essere usate per realizzare mobili come divani, sedie e tavolini, ma anche per accessori come cesti e lampade.

Si prestano ad arredare sia gli ambienti interni sia quelli esterni.

arredare con fibre naturali: vimini, rattan, midollino Divano in rattan Etnico Outlet
Divano in rattan Etnico Outlet

Le fibre possono essere intrecciate in maniera più o meno fitta a seconda del materiale ma anche a seconda dell’intento decorativo che si vuole ottenere.

A volte l’intreccio cambia anche in base al luogo di provenienza. Ad esempio, gli intrecci dei prodotti asiatici appaiono radicalmente diversi da quelli europei.

Per quanto riguarda l’aspetto, questi materiali rendono al meglio se lasciati al naturale, con le fibre visibili nella loro colorazione naturale.

In ogni caso, le fibre possono essere sottoposte a ulteriori lavorazioni, come la colorazione o lo sbiancamento.

Prima di passare alla descrizione dei vari tipi di fibre, vi ricordo che esistono in commercio anche delle riproduzioni realizzate con materiali sintetici, ma meno delicate di quelle naturali.

Spesso viene utilizzata infatti una plastica colorata, resistente agli agenti atmosferici, che imita alla perfezione questi materiali.

Il vimini

Il vimini è ricavato dalla lavorazione delle fibre di salice, una pianta caratterizzata da particolari elasticità e resistenza.

La sua lavorazione è nata fondamentalmente per produrre ceste e panieri, ma la fibra si presta particolarmente per costruire anche alcuni complementi d’arredo, come divanetti e poltroncine.

Leggi  Come l'interior design influenza il nostro subconscio

Se la fibra non viene trattata con particolari prodotti protettivi, con il passar del tempo tende a schiarire.
Questa è però proprio una caratteristica del materiale, quindi gli oggetti con essa realizzati possono essere lasciati volutamente al naturale.

Il rattan

Il rattan è una fibra naturale che si ricava da una pianta originaria dell’Asia, il rattan d’India, noto anche come canna di rattan.

Viene utilizzato soprattutto per la produzione di mobili destinati all’arredamento di aree esterne.

Può essere impiegato per la costruzione di mobili con o senza corteccia, ma in quest’ultimo caso il materiale risulta molto meno resistente ad agenti atmosferici come pioggia e sole.

In fase di produzione viene trattato in maniera particolare per essere reso resistente al fuoco e alle muffe. Al naturale è infatti un materiale piuttosto delicato.

Il midollino

arredare con fibre naturali: vimini, rattan, midollino Letto in midollino Rosa Splendiani
Letto in midollino Rosa Splendiani

Il midollino, come suggerisce lo stesso nome, si ricava proprio dalla parte più interna, ovvero il midollo del rattan o del giunco. E’ infatti noto anche come midollo di giunco.

E’ una fibra estremamente sottile che si ottiene da un processo di trafilazione che consente di ottenere fili molto affusolati, ma al tempo stesso resistenti.

Per rendere più semplice la lavorazione, la fibra viene inumidita.

Grazie a queste caratteristiche, quindi, si possono ottenere intrecci molto stretti con i quali possono essere realizzati mobili in stile classico o moderno.

Fibre naturali per arredare ambienti interni ed esterni

Solitamente l’ambientazione a cui sono destinati i mobili in vimini, rattan o midollino, sono gli ambienti outdoor.

Proprio nei giardini, sui terrazzi o sui balconi, infatti, questo tipo di arredo può esprimere al massimo la sua potenzialità.

Leggi  Ultra Violet colore Pantone 2018

Tuttavia, le fibre sono anche piuttosto delicate, per cui, se dovete lasciarli a lungo all’aperto, è consigliabile proteggerli coprendoli con teli, in quanto gli agenti atmosferici a cui sono esposti potrebbero col tempo danneggiarli.

Non è raro comunque utilizzare questo tipo di arredi anche in ambienti interni, dove si sposano in maniera particolare con i mobili in legno e con i tessuti naturali.

Pulizia e manutenzione delle fibre naturali

arredare con fibre naturali: vimini, rattan, midollino Credenza, tavolo e sedie, angoliera in Vimini
Mobili Vari Vimini

La pulizia quotidiana di vimini, rattan e midollino va condotta utilizzando una spazzola, in modo da rimuovere lo sporco che potrebbe accumularsi tra gli intrecci.

Per una pulizia più approfondita, potete utilizzare un po’ di ammoniaca da diluire in acqua calda e passare con un panno morbido.

Una manutenzione più approfondita che preservi a lungo le fibre naturali, richiede invece un trattamento con olii specifici.

Articolo scritto da:

Carmen Granata

Leggi tutti gli articoli
Architetto libera professionista e giornalista pubblicista. Si occupa di progettazione e consulenza immobiliare anche online. Servizi dello Studio di Architettura Granata

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *