Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?
Le guide di CasaNoi

Oneri di concessione edilizia

di Architetto 21 commenti in

Cosa sono gli oneri di concessione edilizia

Gli oneri di concessione sono un contributo che il cittadino deve versare al Comune quando intende realizzare interventi, come la costruzione di un nuovo edificio, che comportino una trasformazione del territorio.

Essi sono stati introdotti dalla legge 10 del 1977 che istituì la Concessione Edilizia, da cui la definizione di oneri “concessori”.
Gli oneri concessori si compongono di due parti:

  • gli oneri di urbanizzazione
  • il costo di costruzione.

Gli oneri di urbanizzazione

Gli oneri di urbanizzazione sono dovuti al Comune per contribuire alle spese da questo sostenute per la realizzazione di opere di urbanizzazione primaria e secondaria, necessarie per la vita della collettività.
Le opere di urbanizzazione primaria sono le infrastrutture come strade, parcheggi, verde pubblico, reti di distribuzione di acqua, gas, elettricità, le fogne, la pubblica illuminazione, ecc..
Le opere di urbanizzazione secondaria, invece, sono gli asili, le scuole dell’obbligo, gli impianti sportivi, le chiese, le attrezzature culturali, ecc..

Il costo di costruzione

Il costo di costruzione, invece, è un contributo commisurato, in percentuale, al costo dell’edilizia convenzionata.
L’ammontare di questi contributi varia a seconda della tipologia di immobile (residenziale, terziario, commerciale) e l’importo cresce a seconda della sua consistenza, visto che viene computato in base a metri quadri e metri cubi.

In quali casi sono dovuti gli oneri di concessione edilizia?

Gli oneri sono dovuti in caso di nuove costruzioni, come abbiamo detto, o di altri interventi che si definiscono, per tale motivo, “onerosi”, come la demolizione e ricostruzione di un edificio, il frazionamento di un immobile o il cambio di destinazione d’uso. Interventi, insomma, che aumentano il “carico urbanistico” sul territorio.
Tuttavia, come per molte altre circostanze, ogni Comune può fare storia a sé, perché la normativa urbanistica cambia, in Italia, da Regione a Regione e in ambito locale.
Per questo è sempre opportuno informarsi presso il proprio Comune se un determinato intervento è oneroso.

Non sono invece onerosi gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, quelli di restauro e risanamento conservativo che non comportino aumento di superficie e mutamento delle destinazioni d’uso, e gli interventi necessari a fronteggiare le calamità naturali.

In genere, quindi, sono onerosi tutti gli interventi soggetti a Permesso di Costruire e solo alcuni soggetti a D.I.A..

L’articolo 11 della L. 10/77 prevede che, in alternativa al pagamento degli oneri per le opere di urbanizzazione, il privato possa contribuire direttamente alla loro realizzazione, secondo la pratica detta di scomputo degli oneri, per la quale è prevista la stipula di una specifica convenzione con il comune.

Articolo scritto da:

Carmen Granata

Leggi tutti gli articoli
Architetto libera professionista con studio in Crispano (Napoli). Si occupa di progettazione e consulenza immobiliare. È giornalista pubblicista. Il suo blog è www.guidaxcasa.it.

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

21 Comments su "Oneri di concessione edilizia"

buonasera
vorrei delle info in più sto per acquistare una villa una villa costruita nell’85 condonata e su terreno di proprietà, il proprietario ha chiesto al comune il certificato di congruità che per averlo il comune gli ha detto di riportare la seconda casa del lotto ad uso ufficio come da richiesta di condono, la mia domanda e’ questa dopo la congruità e’ possibile riportarla a uso abitativo per poi effettuare la fusione catastale? o bisogna per forza aspettare che il comune faccia il calcolo degli oneri. vi ringrazio in anticipo per la disponibilità

Gentile Valerio, è l’Ufficio Tecnico comunale che può risponderti in maniera puntuale a questa informazione (cambio destinazione d’uso e fusione). Un cordiale saluto Giuseppe Palombelli Ceo CasaNoi

Vorrei sapere se per nuova costruzione adibita a prima casa si devono pagare gli oneri di costruzione

Certamente. Puoi acquisire informazioni al riguardo presso Ufficio Tecnico del comune o dal tuo tecnico progettista. Un cordiale saluto Giuseppe Palombelli Ceo CasaNoi

salve sto comprando una casa finita al tetto gli oneri sono già stati pagati nel 2012 dopodiché la costruzione non e più stata finita ad oggi e ferma al tetto la comprerei cosi, per poi finirla io. la mia domanda e questa devo pagare nuovamente gli oneri visto che sono trascorsi e scaduti i tre anni da inizio lavori? grazie saluti

Gentile Carlo, devi informarti presso l’Ufficio Tecnico del Comune. Un cordiale saluto Giuseppe Palombelli Ceo CasaNoi

Sono stato assolto dal reato di costruzione abusivo, ho presentato tutte le documentazioni che richiede la legge regione sicilia 07/80 il comune non mi ha mai risposto.

Gentile Santo, non possiamo certo darti una risposta nel merito. Solo un professionista può darti la giusta assistenza. Un cordiale saluto Giuseppe Palombelli Ceo CasaNoi

Salve, ero interessato ad acquistare un terreno già urbanizzato. Il proprietario dice che occorre richiedere solo il ppermesso a costruire. Come faccio a calcolare una media su un terreno da 650mq? E soprattutto, essendo urbanizzato ho la certezza che mi venga concesso il permesso di costruire?
Grazie in anticipo.

Gentile Anna, è l’ufficio tecnico del comune che può darti tutte le informazioni sugli indici di edificabilità e sui costi di urbanizzazione. E’ opportuno nei tuoi casi chiedere assistenza al tecnico progettista che curerà parallelamente la pratica amministrativa di rilascio del permesso. Un cordiale saluto Giuseppe Palombelli Ceo CasaNoi

wpDiscuz