Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?
Le guide di CasaNoi

Cos’è il rogito?

di CEO di CasaNoi.it 6 commenti in

Cos’è il rogito notarile?

Dopo il compromesso si passa alla fase finale della  compravendita, quella che ci porterà al possesso della nostra nuova casa, chiavi in mano. Il rogito notarile è il contratto definitivo che trasferisce la proprietà immobiliare e deve essere redatto da un notaio.

Cosa deve contenere

L’atto notarile deve includere tutti i dati già contenuti nel compromesso di vendita, ovviamente aggiornati:

  • il nome e tutte le informazioni identificative delle parti (venditore e acquirente)
  • la provenienza del bene, ovvero l’indicazione del precedente passaggio di proprietà
  • la sussistenza di ipoteche e l’indicazione di vincoli quali eventuali servitù attive o passive insistenti sull’immobili
  • l’identificazione dell’immobile
  • le proprietà con cui confina e i dati registrati al Catasto
  • le clausole contenute nel contratto preliminare di vendita (detto anche compromesso)
  • il prezzo pagato, le modalità dell’avvenuto pagamento (assegno, bonifico etc) ed eventuali acconti/anticipi versati precedentemente

Registrazione e trascrizione

Il contratto definitivo di compravendita va registrato entro 20 giorni e trascritto presso l’Agenzia del Territorio da parte del notaio stesso, che provvede anche a pagare le imposte per conto dell’acquirente. Ad un mese dalla registrazione, si effettua la voltura, ossia la trascrizione del passaggio di proprietà presso l’Agenzia del Territorio.

Le spese

Da ricordare che tutte le spese del rogito sono completamente a carico della parte acquirente che ha il diritto di scegliere il notaio di fiducia. Al momento della firma dell’atto notarile, viene corrisposto al notaio il suo onorario, oltre al rimborso delle imposte di registro, ipotecarie e catastali o IVA, tasse, diritti, e altre spese conseguenti alla compravendita, quali le visure, la voltura, la planimetria, la tassa archivio notarile, le trascrizioni e i bolli.

Articolo scritto da:

Giuseppe Palombelli

Leggi tutti gli articoli
Laureato in scienze agrarie, ha lavorato in diverse realtà del settore immobiliare-finanziario: valutazioni estimative, manager in banche e società di distribuzione collegate (mutui fondiari retail e corporate), amministratore di società immobiliari e di costruzioni, altre organizzazioni. Da una sua idea imprenditoriale, condivisa in team, ha fondato CasaNoi

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

6 Comments su "Cos’è il rogito?"

Ai fini fiscali per l’agevolazione prima casa bisogna considerare come data quella del rogito o quella della registrazione e trascrizione presso gli uffici del territorio da parte del notaio? Grazie.

Gentile Fabrizio, si fa riferimento alla data del rogito. Un cordiale saluto Giuseppe Palombelli Ceo CasaNoi

Mia figlia ha fatto il rogito della casa acquistata a giugno 2016. Ma non ha ancora ricevuto tutti gli incartamenti dal notaio. Siamo a dicembre. Ce un tempo massimo entro il quale deve riceverli? Grazie.

Gentile Alessandra, ti suggerisco di passare dal notaio e ritirarle. Sono sicuramente pronte. Un cordiale saluto. Giuseppe Palombelli Ceo CasaNoi

Salve
Vorrei sapere se è possibile includere nel prezzo di vendita dell immobile i costi notarili in modo da far aumentare il prezzo e così via il prestito erogato dalla banca

Gentile Roberto,
il prezzo della casa è il corrispettivo per l’acquisto dell’immobile e non va confuso con le spese collegate (notaio, imposte, etc). Se l’esigenza è di finanziare tali spese, parlane con la Banca. Un cordiale saluto. Giuseppe Palombelli Ceo CasaNoi

wpDiscuz