Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?
Le guide di CasaNoi

Cos’è il rogito?

di CEO di CasaNoi.it 26 commenti in

Cos’è il rogito notarile?

Dopo il compromesso si passa alla fase finale della  compravendita, quella che ci porterà al possesso della nostra nuova casa, chiavi in mano. Il rogito notarile è il contratto definitivo che trasferisce la proprietà immobiliare e deve essere redatto da un notaio.

Cosa deve contenere

L’atto notarile deve includere tutti i dati già contenuti nel compromesso di vendita, ovviamente aggiornati:

  • il nome e tutte le informazioni identificative delle parti (venditore e acquirente)
  • la provenienza del bene, ovvero l’indicazione del precedente passaggio di proprietà
  • la sussistenza di ipoteche e l’indicazione di vincoli quali eventuali servitù attive o passive insistenti sull’immobili
  • l’identificazione dell’immobile
  • le proprietà con cui confina e i dati registrati al Catasto
  • le clausole contenute nel contratto preliminare di vendita (detto anche compromesso)
  • il prezzo pagato, le modalità dell’avvenuto pagamento (assegno, bonifico etc) ed eventuali acconti/anticipi versati precedentemente

Registrazione e trascrizione

Il contratto definitivo di compravendita va registrato entro 20 giorni e trascritto presso l’Agenzia del Territorio da parte del notaio stesso, che provvede anche a pagare le imposte per conto dell’acquirente. Ad un mese dalla registrazione, si effettua la voltura, ossia la trascrizione del passaggio di proprietà presso l’Agenzia del Territorio.

Le spese

Da ricordare che tutte le spese del rogito sono completamente a carico della parte acquirente che ha il diritto di scegliere il notaio di fiducia. Al momento della firma dell’atto notarile, viene corrisposto al notaio il suo onorario, oltre al rimborso delle imposte di registro, ipotecarie e catastali o IVA, tasse, diritti, e altre spese conseguenti alla compravendita, quali le visure, la voltura, la planimetria, la tassa archivio notarile, le trascrizioni e i bolli.

Leggi  La relazione notarile preliminare del mutuo
Articolo scritto da:

Giuseppe Palombelli

Leggi tutti gli articoli
Esperto in mutui, valutazioni estimative e credito immobiliare. Collaboratore Auxilia Finance società mediazione creditizia iscritta OAM. Dalla passione per il settore immobiliare nel 2012 ha fondato CasaNoi. Contatti per consulenza mutui

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

26 Comments su "Cos’è il rogito?"

più recente meno recente

Salve. Abbiamo venduto una terra in colina, già abbiamo lasciate tutti documenti con notaio
Ma di solito quanto tempo ci mettono per la finalizzazione? Grazie

Gentile Cinzia,
non esiste un periodo prestabilito. Un cordiale saluto. Giuseppe Palombelli, fondatore CasaNoi. Contatti per consulenza mutui

Il rogito di una cantina se non viene registrato e trascritto è valido?

Gentile Michela,
un rogito notarile viene sempre registrato e trascritto.
Cosa diversa per un contratto senza registrazione e trascrizione, che – pur mantenendo una validità legale – non è opponibile verso terzi e non garantisce la continuità nei passaggi di proprietà.
In altre parole: chi ha venduto risulta ancora il legittimo proprietario e può vendere o disporre del bene come meglio crede.
E’ necessario quindi cosa sia successo e procedere quindi alla registrazione e trascrizione il prima possibile.
Un cordiale saluto Giuseppe Palombelli Ceo CasaNoi

Ho acquistato un immobile,digitato il 28 dicembre presso un notaio ma ad oggi non mi è stato ancora consegnato il documento che attesta la mia proprietà con i dati catastali.quanto tempo può occorrere ancora? Grazie

Gentile Luisa,
sicuramente il contratto di compravendita è stato registrato e trascritto, e la voltura catastale effettuata.
Può chiedere al notaio la documentazione di rito che viene consegnata di prassi dopo il rogito agli acquirenti:
– copia autentica dell’atto con gli estremi di registrazione e trascrizione
– visura catastale aggiornata da cui risulta il nuovo proprietario
Un cordiale saluto Giuseppe Palombelli

Posso anteporre la mia firma come potere decisionale insieme ai miei figli per l acquisto di un immobile?

Gentile lettore, se la casa verrà intestata interamente ai tuoi figli, questi potranno esercitare i loro diritti di proprietà liberamente. Per mantenere un “controllo decisionale” puoi intestare a te stesso l’usufrutto o la nuda proprietà. Approfondisci con un notaio. Un cordiale saluto Giuseppe Palombelli

Salve io e mia moglie siamo proprietari al 50& ciascuno di un immobile io vorrei cedere il mio 50& lei lo puo comprare come prima casa ?

Gentile Luigi, tua moglie può richiedere le agevolazioni all’acquisto del 50% dell’abitazione (no donazione) se il 50% già di sua proprietà è stato acquistato con le agevolazioni prima casa, ovvero se non ha mai richiesto le agevolazioni all’acquisto. Dovrà inoltre avere il requisito della residenza nel comune entro 18 mesi del rogito. Un cordiale saluto Giuseppe Palombelli