Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?

Lo stile Neoclassico o Luigi XVI

di 0 commenti

Esempi di arredamento di epoca Neoclassica e Luigi XVILo stile di decorazione e arredo Neoclassico si sviluppa nella seconda metà del XVIII secolo, in opposizione allo sfarzo del Rococò. In Francia prende il nome del regnante Luigi XVI.
Caratterizzano gli arredi forme e motivi capaci di adattarsi alla solennità monumentale, come anche l’eleganza e la piacevolezza di un decoro che non rinunciava alle comodità. Ma scopriamo di più e come è reinterpretato oggi.

L’origine del Neoclassico

La venditrice di amorini (1763), di Joseph-Marie Vien. Chatheau de FontainebleauI rinvenimenti archeologici di Pompei ed Ercolano nella metà del ‘700 portarono alladiffusione dei temi propri della culturaclassica (greca e romana), considerata come modello da imitare. Notevole fu la produzione di incisioni raffiguranti oggetti rinvenuti durante gli scavi per opera di architetti, pittori e disegnatori dell’epoca, che diedero vita a veri e propri cataloghi, i Quaderni.

Architettura

Sono stati ripresi tutti gli elementi derivati dal mondo classico (le colonne, le cornici, i timpani) e in special modo le linee monumentali riconducibili agli edifici pubblici come i templi.

Caratteristiche estetiche

Architettura ed ebanisteria sono strettamente legate e gli elementi architettonici li ritroviamo nei mobili. L’intaglio e la forma curvilinea, diffusi precedentemente, sparirono quasi del tutto, rimpiazzati da forti linee verticali e orizzontali, una costruzione delicata e decorata con impiallacciature contrastanti o con pitture. Le gambe dei mobili neoclassici sono lunghe e sottili, rastremate e a sezione quadrata, oppure a forma di canna, con scalanature che ne accentuano la verticalità; le modanature e i piedi presero la forma di capitelli e basi di colonne greche e romane.

La collezione reale… in cartone

Alternativa al legno dello stile neoclassico, gli arredi in cartone della casa Corvasce sono ecologici e moderni. La serie che ripropone le linee e i decori Luigi XVI (specchiere, credenza, sedie e orologi) sono complementi d’arredo eleganti ed ironici allo stesso tempo. I mobili, in cartone bianco con decorazioni in nero e le tecniche serigrafiche – simili a sculture in marmo o a bassorilievi classici – rendono ogni ambiente originale e accogliente.

Leggi  Falegnami ideatori

Arredo contemporaneo, Potrona Bergère in stile Luigi XVI, in finitura a foglia oroLo stile è ancor oggi amato, perché sinonimo di eleganza e raffinatezza e dunque sono numerose le soluzioni in cui è riproposto in chiave moderna. Per chi volesse acquistare un mobile originale in stile neoclassico, dovrà fare attenzione a non incappare in un falso. Invece, per ogni portafoglio e per una casa moderna e minimal proponiamo le rivisitazioni eco-friendly, che permettono a chiunque di sfoggiare un arredo di stile ed originale.

Ce n’é per tutti i gusti, ora a voi la scelta!

Articolo scritto da:

Martina Adami

Leggi tutti gli articoli
Critica e curatrice di arte contemporanea, vive e lavora a Roma. Al suo attivo vanta la realizzazione di mostre sia collettive sia personali; è stata assistente per una galleria d’arte, oltre ad essere collaboratrice di diversi artisti. Dal 2011 collabora con varie testate di arte contemporanea («Artribune», «Inside art», ecc.) scrivendo recensioni, interviste e articoli di approfondimento. Ha vissuto a Londra da dove è stata corrispondente estera per «Exibart», «Exibart International» e «Inside Art». Tra le esperienze più significative la collaborazione con l'Istituto Nazionale per la Grafica dove ha svolto ricerche bio-bibliografiche e seguito la digitalizzazione dell’archivio video. Adora girare in bicicletta, spostarsi da un'inaugurazione all'altra e visitare gli artisti nei loro studi. Il suo blog personale è www.martbug.it.

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *