Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?

Le porte rasomuro o filomuro

di 0 commenti

Come funzionano le porte filomuro dette anche rasomuro

porte-rasomuroLe porte rasomuro, dette anche a filo muro, sono caratterizzate dall’assenza completa di stipiti, cornici e coprifili a vista, per cui creano una superficie senza soluzione di continuità con la parete, con la quale sembrano fondersi.

Per questo motivo, oltre a poter presentare l’aspetto di tutte gli altri tipi di porte, possono in alternativa essere rifinite allo stesso modo della parete, quindi essere tinteggiate o addirittura ricoperte di carta da parati.
A tale scopo, le porte raso muro sono spesso commercializzate allo stato grezzo, proprio per poter essere tinteggiate con le pitture murali utilizzate per le pareti o rivestite con la stessa carta.

Le finiture delle porte rasomuro

Le finiture possono anche essere diverse da un lato all’altro, così se le due stanze che la porta separa sono tinteggiate con colori diversi, si potranno differenziare da un lato all’altro.
Se invece si preferisce la porta tradizionale, è possibile scegliere proposte rasomuro nelle più comuni essenze del legno, laccate, lucide o opache, con inserti in vetro o altri materiali.

Porte rasomuro scorrevoli e battenti

L’apertura delle porte a raso parete può essere sia a battente sia scorrevole.

Nel caso delle porte rasomuro battenti, l’anta ruota intorno a un asse verticale, grazie a delle cerniere poste sul lato opposto a quello della maniglia. Naturalmente, in questo caso, le cerniere non sono visibili, a differenza di quelle delle tradizionali porte a battente, che invece rimangono a vista.

Con la porta a filo muro di tipo scorrevole, oltre ad avere un effetto di continuità con la parete, si può anche eliminare ogni genere di ingombro quando è aperta.
L’anta può completamente scomparire all’interno della parete, nella tipologia interno muro, per la quale viene utilizzato un apposito controtelaio, mentre nella tipologia esterna scorre lungo la parete grazie a un binario.
In ogni caso, l’installazione può essere fatta sia su pareti in muratura che su pareti in cartongesso.

Le dimensioni delle porte raso muro

In commercio le porte raso muro si trovano nelle dimensioni standard di 60 – 70 – 80 cm di larghezza per 210 cm di altezza, ma possono anche essere fatte realizzare su misura per una completa personalizzazione. Anzi, un utilizzo frequente è quella a tutta altezza, soluzione efficace per consentire il massimo accesso a luce e calore.

La porta d’ingresso filomuro

È possibile scegliere anche la porta d’ingresso nella versione filo muro: naturalmente, in questo caso, il modello dovrà essere del tipo blindato.

Una porta rasomuro è la soluzione ideale per ambienti dal design puro ed essenziale, ma può rivelarsi efficace anche per nascondere l’accesso ad ambienti secondari, come ripostigli e dispense.

Installare una porta rasomuro

Il momento ideale per installare una porta rasomuro è prima della realizzazione degli intonaci, in modo da permettere di murare perfettamente il telaio nella parete, con un risultato pulito ed efficace.
Proprio per la particolare modalità di posa in opera, una porta di questo tipo ha costi superiori rispetto a una di tipo tradizionale.

I prezzi delle porte rasomuro

Se in commercio possiamo trovare una porta in fibra di legno o MDF rivestita in laminato al prezzo medio di 250 euro, per lo stesso tipo di prodotto, montato però raso parete, bisognerà preventivare una spesa di almeno 500 – 1000 euro.

Sul costo incide comunque anche la tipologia di parete in cui si va a inserire la porta, quindi se in muratura o in cartongesso, oltre che le dimensioni e le caratteristiche della porta stessa.
Le porte più costose sono quelle in legno massello o in vetro con profili in alluminio.

Al costo delle porte rasomuro è necessario poi aggiungere quello del montaggio e delle eventuali finiture, per cui non dimenticate di farvi rilasciare un preventivo completo dalle ditte a cui vi rivolgete.

Le porte rasomuro e la tecnologia LInvisibile di Portarredo

Ormai tutti i principali produttori di porte hanno a catalogo modelli del tipo a filo muro.
In particolare però, a Portarredo si deve il brevetto del sistema LInvisibile. L’azienda offre ai clienti la massima possibilità di personalizzazione, per dimensioni e finiture realizzabili.

Le porte rasoparete della linea Synthesis di Eclisse

La linea Syntesis di Eclisse presenta invece la particolarità di proporre, nella versione a tutta altezza, porte senza traversa superiore, in modo da garantire la massima integrazione con parete e soffitto.

Le porte blindate a filo muro della collezione Wing Wall

La prima a proporre porte blindate a filo muro è stata infine l’azienda Alias, con la collezione Wing Wall.
Si tratta di porte di livello antieffrazione in classe 3, disponibili nelle finiture in rovere, wengé, sbiancato, grigio e mielato oppure laccato lucido e opaco o fornite allo stato grezzo per poter essere tinteggiate allo stesso modo della parete.

Articolo scritto da:

Carmen Granata

Leggi tutti gli articoli
Architetto libera professionista e giornalista pubblicista. Si occupa di progettazione e consulenza immobiliare anche online. Servizi dello Studio di Architettura Granata

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *