Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?

Profumare la casa con i saponi

di 0 commenti

profumare la casa e cambiare aria almeno 1 volta al giorno con le finiestre aperteCome profumare la casa

Per donare alla casa un profumo gradevole e accogliente per chi entra è necessario per prima cosa tenerla sempre arieggiata e ben pulita.
Per questo motivo, non dimenticate di aprire sempre le finestre in tutte le stanze, anche in inverno, per garantire un adeguato ricambio d’aria e per evitare che in casa ci sia odore di chiuso.

A volte, per impedire la dispersione di calore o di fresco generati dagli impianti di climatizzazione si è restii ad aprire le finestre, invece questa abitudine va mantenuta quotidianamente.
Del resto, l’aerazione naturale è fondamentale anche per la salute umana, visto che l’aria viziata è carica di germi e batteri.

All’aria fresca e pulita si può aggiungere poi qualche gradevole profumazione naturale offerta da piante, fiori, pot pourri ed essenze.
Anche le erbe aromatiche utilizzate in cucina (basilico, rosmarino, menta, ecc.) possono rendere l’aria di casa più gradevole.

Tenere pulito il bagno

Tra tutte le stanze della casa, il bagno è irrimediabilmente quella destinata alla formazione degli odori più sgradevoli. Per mantenere la casa profumata, è fondamentale quindi porre rimedio per prima cosa a questo problema.

L’aerazione è pertanto particolarmente importante in questo ambiente più che altrove. Per mantenerlo gradevolmente profumato, disponete nella stanza candele profumate e vasetti con pot pourri.

Fate poi attenzione a mantenere sempre puliti gli asciugamani perché quelli umidi e sporchi appesantiscono l’aria, mentre quelli freschi di bucato contribuiscono a mantenerla profumata.

Profumare la casa con i saponi

Tutti i saponi utilizzati in casa rilasciano una caratteristica profumazione, non solo quello per le mani, ma anche i prodotti utilizzati per la pulizia del pavimento o per lavare i piatti.

Scegliete quindi delle profumazioni gradevoli, armonizzate bene tra loro e che risultino piacevoli e non fastidiose per tutti i componenti della famiglia. Se poi siete abili con la manualità potete pensare addirittura di produrli in casa.

Una delle essenze più naturali e di solito apprezzata dai più è quella di limone.

Un altro profumo buono tipico dell’ambiente domestico è quello fresco del bucato. Non a caso molte profumazioni per ambiente sono ispirate proprio a questo odore.

Ci sono alcuni trucchi che potete utilizzare per mantenere più a lungo l’odore del bucato appena fatto. Uno di questi è quello di lasciare per un po’ le porte aperte, se stendete i panni all’esterno. Altrimenti, potete mettere i panni accanto ai termosifoni, in modo che la circolazione dell’aria ne estenda il profumo e lo faccia espandere in tutta la casa.

Profumare la casa con le candeleprofumare la casa FOTO candele profumate

Un classico per profumare la casa sono le candele che, oltre a essere gradevolmente profumate, sono anche belle da vedere e quindi arredano e creano atmosfera.
Da questo punto di vista sono poi estremamente versatili, perché si adattano a qualsiasi stile di arredamento e si possono mettere in ogni angolo delle stanze.

Profumare la casa con i pot pourri

profumare la casa FOTO foglie di piante diverse per pot pourri
foglie e bacche per comporre un pot pourri

Gli armadi sono un punto critico per gli odori in casa. A volte vi si ripongono abiti già utilizzati, magari non sporchi, ma comunque non freschi di bucato. Per quanto sia consigliabile di lasciarli ventilare prima di riporli, non c’è dubbio che il chiuso dell’armadio possa contribuire a formare odori non troppo piacevoli.

Per rimediare a questo problema, sono molto utilizzati gli appositi sacchettini di pot pourri che potete trovare in vendita in numerose profumazioni diverse o comporre da voi a piacimento con gli odori che preferite.

Il pot pourri, composto con fiori secchi ed essenze, è una soluzione naturale tipica per profumare tutta la casa.
Ideale in bagno e in cucina, non dimenticate però di metterlo anche in corridoio, un locale in genere privo di aperture dirette verso l’esterno e quindi piuttosto critico.

Uno dei fiori più utilizzati per comporre un pot pourri è la lavanda, un fiore che può essere utilizzato anche fresco per profumare gli ambienti.

Vedi anche: Profumatori per la casa

 

Articolo scritto da:

Carmen Granata

Leggi tutti gli articoli
Architetto libera professionista con studio in Crispano (Napoli). Si occupa di progettazione e consulenza immobiliare. È giornalista pubblicista. Il suo blog è www.guidaxcasa.it.

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

Lascia un commento