Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?

Profumatori per ambiente: come personalizzare la tua casa con le essenze

di 0 commenti

Cosa significa arredo olfattivo?

Tra i tanti modi di declinare il termine “arredo”, recentemente si è aggiunto l’attributo “olfattivo”.

Quando si schiude la porta d’ingresso e si entra in una casa, sai qual è il primo dei cinque sensi ad entrare in azione? Proprio l’olfatto.

Basta un istante per registrare la prima sensazione, basta un secondo per far sedimentare un ricordo indelebile. Ed è meglio che sia buono.

L’arredo olfattivo è dunque quell’elemento in più, impalpabile e discreto,  che fa di una casa la tua casa.

Deodoranti per ambiente industriali e profumatori per ambiente artigianali. Quali le differenze?

Da sempre l’industria dei deodoranti per ambienti propone, attraverso massicce campagne pubblicitarie, deodoranti spray, solidi o liquidi a diffusione elettrica.

Ordinari e reperibili in ogni supermercato, invadono prepotentemente l’aria di casa, diffondendo al contempo profumazioni chimiche e sostanza nocive, come benzene e formaldeide.

L’arredo olfattivo è ben altro! E parla di maestri profumieri che realizzano in maniera artigianale le loro fragranze, utilizzando esclusivamente materie prime di elevata qualità, senza prodotti di sintesi, senza coloranti, diffondendole con sistemi naturali come i profumatori per ambiente.

I profumatori per ambiente realizzati in modo artigianale

Una delle aziende artigiane di spicco nel campo della profumazione per ambienti made in Italy è Officina delle Essenze, brand di nicchia, che da più di 15 anni dedica passione e ricerche ai profumi per ambienti interni, come appartamenti, case vacanza, bed and breakfast, concept store e studi professionali.

profumatori per ambiente di Officina delle Essenze per diffondere naturalmente il profumo per casa ufficio negozio
Profumatore per ambiente Uva Fragola di Officina delle Essenze

I diffusori o profumatori per ambiente di Officina delle Essenze emanano in modo naturale e costante l’essenza prescelta, posta in eleganti e discreti flaconi di design, che ben si adattano a ogni tipo di arredamento.

La fragranza si propaga attraverso le bacchette di midollino, poste all’interno del flacone, che si imbevono e la rilasciano gradualmente, giorno dopo giorno, donando all’ambiente una piacevole sensazione olfattiva.

La casa, tra intimità e cambiamento

Se per uno studio professionale, un open space o una boutique è bene scegliere una profumazione unica – e in questi casi Officina delle Essenze consiglia Angostura, Pepe Nero, Legno di Rosa, Mirto di Sardegna – è in casa che puoi giocare con le diverse fragranze proposte, creando per ogni stanza  una particolare identità olfattiva, da cambiare con il mutare delle stagioni… o dell’umore.

I profumatori per ambiente più adatti per ogni tipologia di stanza

profumatori per ambiente di Officina delle EssenzeIngresso – accogli i tuoi ospiti con un profumo pulito e arioso, come Puro Neroli, l’essenza ricavata dai fiori d’arancio e agrumi freschi, la Liquirizia con note di menta, e il classico Muschio Bianco.

Soggiorno e corridoi – puoi alternare essenze diverse  in base alla stagione in corso.
Per i mesi caldi puoi scegliere essenze floreali e fruttate, come Melograno, Geranio e Lavanda, Fresco Bosco.
Nei mesi invernali e soprattutto nel periodo delle feste natalizie, sono invece indicati profumi speziati come ad esempio Arancia & Cannella, Scorze e Spezie, Ambra.

Camera da letto – il luogo più intimo della casa, dove ritrovare calma e relax con profumi delicati, dalle note cipriate come Talcum, Muschio Bianco, o il Puro Lino, che diffonde la freschezza rassicurante del bucato steso al sole.

Stanza da bagno – equilibrio ed energia con Brezza Marina, Lemon Lime, Puro Fico.

Come usare al meglio i profumatori artigianali

La bacchette di midollino presenti in ogni confezione vanno capovolte non più di un paio di volte la settimana, affinché sprigionino a lungo, ma con discrezione, l’essenza che hai scelto.

Sistema il profumatore in uno spazio raccolto, come il tavolino tra due divani ad angolo, per armonizzare la conversazione, o un trumeau in bella vista.
Tienilo lontano dalle finestre aperte, dall’aria condizionata o da fonti di riscaldamento per prolungarne la resa olfattiva.

Articolo scritto da:

Sara Grita

Leggi tutti gli articoli

Nata e cresciuta a Milano, ho lavorato a Roma, Bologna e ancora Roma nelle produzioni video, tv, teatrali, come responsabile della comunicazione. Questo vagabondare, unito all’ampliarsi della famiglia, ha fatto sì che cambiassi spesso casa, sperimentando in prima persona che il dialogo franco e trasparente genera sempre fiducia: l’economia collaborativa (sharing-economy) è concreta e reale. Ho partecipato all’ideazione e alla fondazione di CasaNoi.it. Questo blog nasce per condividere tutte le informazioni su casa e ambiente ed è aperto alle domande dei lettori.

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

Lascia un commento

wpDiscuz