Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?

Rendita catastale

di 0 commenti

rendita catastale vista palazzi a Camogli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La rendita catastale è il reddito, attribuito ad ogni singolo bene immobile, dall’Agenzia delle Entrate (Agenzia del Territorio).

Rappresenta la base fiscale su cui vengono calcolate le imposte (imposta sui redditi, IMU, imposta di registro, etc.).

Nel Catasto Fabbricati la rendita catastale  è collegata all’unità immobiliare.

Ogni unità immobiliare ha la propria rendita catastale, ad eccezione degli immobili a destinazione particolare (stazioni, ponti, chiese, cimiteri, etc.).

Come si determina la rendita catastale per gli immobili urbani

L’Agenzia del Territorio ripartisce il territorio in zone omogenee; quindi ripartisce gli immobili di ciascuna zona in categorie e classi catastali.

Ad ogni unità immobiliare viene quindi associata la consistenza catastale sulla base della dimensione, espressa in vani, metri cubi (mc) o metri quadrati (mq).

Quali sono le categorie catastali

  • Gruppo A (uso abitazione/uffici) – consistenza calcolata in vani
  • Gruppo B (alloggi collettivi) – consistenza calcolata in mc
  • Gruppo C (uso commerciale e vario) – calcolata in mq

Tariffa d’estimo unitaria: cos’è?

L’Agenzia del Territorio determina infine la tariffa d’estimo unitaria, ovvero la rendita media unitaria di ogni categoria e classe.

La tariffa d’estimo esprime il reddito del bene immobile al netto di spese e perdite eventuali, al lordo di imposte e contributi.

La rendita catastale di ciascuna unità immobiliare viene quindi calcolata moltiplicando semplicemente la consistenza catastale x  la tariffa d’estimo.

Per completezza d’informazione segnialiamo inoltre

Esistono altre 2 categorie catastali:

  1. immobili a destinazione speciale – industriali e commerciali a cui viene attribuita una rendita con  modalità diverse
  2. immobili a destinazione particolare – senza rendita: stazioni, ponti, chiese, etc.).

Nel Catasto Terreni la rendita catastale è collegata alla particella catastale, distinta in:

  • Reddito Domenicale (RD) che viene attribuito al proprietario,
  • Reddito Agrario (RA) che viene attribuito all’attività agricola.
Articolo scritto da:

Giuseppe Palombelli

Leggi tutti gli articoli
Esperto in mutui, valutazioni estimative e compravendite. Consulente del credito. Dalla passione per il settore immobiliare nel 2012 ha fondato CasaNoi. Contatti per consulenza mutui bancari

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *