Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?

Ristrutturazione del solaio

di 0 commenti

Quando è necessario il rifacimento del solaio?

ristrutturazione del solaio lavori in corsoQuando si ristruttura un edificio datato ci si può trovare in presenza di solai degradati e pericolanti che necessitano di interventi di consolidamento o addirittura di sostituzione integrale.

Si tratta di una scelta fondamentale per garantire la sicurezza statica dell’abitazione.

Nell’ambito degli interventi sull’edilizia esistente si tratta di uno dei lavori più invasivi e costosi.

Pertanto, se siete in procinto di acquistare casa e pensate possa presentarsi la necessità di un intervento di questo genere, valutatene attentamente l’opportunità facendovi assistere da un tecnico di fiducia.

I solai possono essere di numerose tipologie ma, schematicamente, nelle vecchie abitazioni possiamo individuarne di tre tipi:

  • solaio in legno, formato da travi principali, travetti secondari e tavolato in legno
  • solaio laterocementizio, formato da travetti in calcestruzzo, pignatte di alleggerimento in laterizio e getto di completamento in cemento
  • solaio con struttura metallica, formato da putrelle in ferro sistemate a interasse di 90 – 100 cm e tavelle in laterizio.

Operazioni preliminari all’intervento sul solaio

Per valutare l’effettiva necessità di un intervento di consolidamento o sostituzione del solaio, è necessario affidare una indagine preliminare a un tecnico professionista esperto in strutture, architetto o ingegnere.

Il tecnico valuterà anche l’opportunità di eseguire dei saggi per individuare l’esatta tipologia di solaio in questione, indagini che possono richiedere l’esecuzione di alcuni fori.

Se il solaio appare in condizioni precarie, sarà opportuno disporre una serie di puntelli che lo mettano in sicurezza e consentano agli operai di lavorare in tutta tranquillità.

Si tratta dei dispositivi chiamati solitamente in cantiere “cristi” per la loro forma a T che ricorda vagamente quella di un crocifisso.

Il costo di questo tipo di opere provvisionali si aggira mediamente intorno ai 30€ al metro quadro.

Dopo aver puntellato il solaio, si può procedere alle operazioni di progressiva demolizione.

La demolizione di un solaio esistente costa mediamente:

  • 25€ al mq, per un solaio in legno
  • 50€ al mq per un solaio laterocementizio o in ferro e tavelle.

Le macerie prodotte dovranno essere conferite a discarica, dalla ditta esecutrice dei lavori, in maniera corretta, tenendo conto delle differenze dovute alle diverse tipologie di materiali.

Il costo di questa lavorazione dipende generalmente dalla distanza del luogo di lavoro dalla più vicina discarica, oltre che dall’utilizzo o meno di mezzi meccanici per l’operazione.

In media questo costo può oscillare tra i 30 e i 60 € al mq.

Intervento di rifacimento del solaio

Dopo la conclusione di tutte le operazioni preliminari descritte, si potrà procedere con la ricostruzione del solaio.

L’intervento di rifacimento deve essere il più possibile fedele alla struttura preesistente per non alterare la rigidezza complessiva delle strutture dell’edificio.

Naturalmente, dimensioni e caratteristiche del solaio da costruire saranno quelle scaturite dai calcoli del tecnico strutturista incaricato del progetto.

I costi di ricostruzione dei solai sono all’incirca i seguenti:

  • 150€ al mq per solai in legno
  • 60€ al mq per solai in laterocemento
  • 170€ al mq per solai in ferro.
Articolo scritto da:

Carmen Granata

Leggi tutti gli articoli
Architetto libera professionista e giornalista pubblicista. Si occupa di progettazione e consulenza immobiliare anche online. Servizi dello Studio di Architettura Granata

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *