Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?

Trasloco Casa facile: come realizzarlo?

di 0 commenti

immagine trasloco casa: scatoloni e divano portato da 2 personeUn trasloco casa richiede tempo ed energie e in alcuni casi può essere un’esperienza stressante non solo per il lavoro che comporta, ma anche per il cambiamento a cui ci si deve preparare.
Tuttavia esistono degli accorgimenti  per rendere l’esperienza del trasloco casa meno traumatica e più semplice.

Consigli per un trasloco casa senza stress

Per darvi le migliori indicazioni, abbiamo chiesto il parere autorevole di Traslochi365 – ditte specializzate in traslochi casa.

Il primo consiglio consiste nell’iniziare i preparativi con anticipo in modo da ottimizzare tempo ed energie. Prima di iniziare il trasloco casa vero e proprio è importante occuparsi degli allacci delle utenze (acqua, luce, gas, telefono, etc.): staccare i vecchi allacci e aprirne di nuovi non è un’operazione rapida.

Una volta sistemato il problema delle utenze è importante fare una cernita degli oggetti, indumenti, mobili e quant’altro. Un trasloco implica un cambiamento e rappresenta una buona opportunità per liberarsi di tutti quegli oggetti che non utilizziamo da tempo. Questa operazione vi permetterà inoltre di risparmiare energie e soprattuto denaro.

La terza fase, quella dell’imballaggio, è la più delicata e richiede metodo. Per evitare di trovarvi nel caos una volta arrivati nella nuova casa è importante aver inscatolato seguendo una logica.
Una buona idea consiste nell’associare un colore ad ogni stanza di modo che, una volta arrivati nella nuova abitazione, lo smistamento dei pacchi sia più rapido. Altri consigli in merito alla fase di imballaggio sono: numerare gli scatoloni (per controllare che all’arrivo non ne sia stato dimenticato qualcuno), scrivere sullo scatolone il contenuto e inscatolare una stanza per volta.

Per quanto riguarda l’imballaggio vero e proprio i consigli sono:

  • Utilizzare imballaggi della dimensione giusta
  • Proteggere gli oggetti più delicati con pluriball o carta da imballo
  • Riporre gli oggetti pesanti negli scatoloni piccoli, gli imballaggi più grandi lasciateli per le cose più leggere (cuscini, lenzuola etc.)
  • Fare attenzione a distribuire gli oggetti con criterio negli scatoloni
  • Utilizzare scatoloni da armadio in cui appendere gli indumenti
  • Il peso degli scatoloni deve essere tra i 15 e i 20 Kg
  • Riporre quadri e cornici in scatole grandi, in senso verticale e avvolti con materiale d’imballo
  • Sigillare bene ogni scatolone con nastro adesivo
  • Non trascinare le scatole su pavimenti in legno!
  • Creare un inventario

Pianificare la fase di imballaggio vi consentirà di risparmiare tempo e seguire questi piccoli accorgimenti vi eviterà di trovare brutte sorprese una volta arrivati nella nuova casa.

Una volta imballato tutto il materiale non vi resta che scegliere se affidarvi a ditte specializzate in traslochi casa o fare tutto da soli, magari con l’aiuto di qualche amico.

Trasloco casa con figli piccoli

genitori e figlia sorridenti sdraiati sul pavimento e scatoloni da traslocoCambiare casa è un grande cambiamento per gli adulti, immaginatevi per un bambino che vede interrompersi la continuità e le abitudini che gli danno sicurezza. Traslocare è un’esperienza che comporta emozioni contrastanti (entusiasmo, stress, gioia, preoccupazione etc.) che si possono ripercuotere sui più piccoli. Quali accorgimenti possiamo prendere per rendere il meno traumatico possibile il trasloco casa a un bambino?

Per facilitare il cambiamento è importante affrontare l’argomento con anticipo e spiegare al bambino, ad esempio, come sarà la disposizione della nuova casa, come sarà la sua stanza, quali saranno i vantaggi, le motivazioni del cambio e, magari, portarlo a vedere la casa prima di traslocare casa, in modo che possa familiarizzare con il nuovo ambiente. Riassumendo, coinvolgere il più possibile il bambino.

A trasloco avvenuto è bene che la stanza del bambino e tutte le sue cose siano pronte e disponibili nel momento in cui entrerà. Ciò serve a dare continuità alle sue abitudini e ad assicurargli fin da subito di ritrovare i punti di riferimento abituali. Per quanto il cambiamento porti in sé aspetti positivi è importante non stravolgere la stanza del bambino.

Per facilitare questa operazione, e permettere al bambino di trovare la sua stanzetta già pronta, se ne avete la possibilità la scelta migliore è affidarlo per qualche giorno ai nonni. In questo modo gli eviterete di assistere allo smantellamento della sua stanza, esperienza che potrebbe essere destabilizzante.

Una volta entrati nella nuova casa è fondamentale essere comprensivi con il bambino, soprattutto se lo vedete teso o più capriccioso. In queste casi è importante infondere sicurezza ai bambini.
Altro aspetto da tener presente è cercare di ristabilire le vecchie abitudini (orari e i ritmi del sonno, dell’alimentazione e delle attività principali) il prima possibile.

In generale è importante che il bambino continui ad avere i suoi punti di riferimento e le sue abitudini non vengano stravolte: in questo modo il trasloco nella nuova casa sarà meno traumatico.

 

Articolo scritto da:

admin

Leggi tutti gli articoli

CasaNoi.it è la piattaforma dedicata all’incontro diretto tra offerta e ricerca di case. Il blog di CasaNoi si occupa delle tematiche della casa: Compravendita e Affitto, Mercato immobiliare, Ristrutturazione, Arredamento e Fai da te, Ecologia e domotica, e molto altro.

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

Lascia un commento

wpDiscuz