Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?

L’ascensore senza cavi: il Multi della ThyssenKrupp

di 0 commenti

Ascensori senza cavi che si muovono in verticale e in orizzontaleL’ ascensore senza cavi per il momento è solo un prototipo, ma se ne parla già tanto: è l’innovazione rivoluzionaria presentata di recente dalla ThyssenKrupp presso il suo centro di ricerche di Gijon, in Spagna.

Il collaudo dovrebbe avvenire tra poco più di un anno, in un’apposita torre di prova fatta costruire dall’azienda siderurgica tedesca a Rottweil, in Germania, che dovrebbe essere ultimata alla fine del 2016.

Dall’ascensore tradizionale all’ascensore senza cavi

L’ascensore “nacque” a New York nel 1854, quando fu presentata una piattaforma, avveniristica per l’epoca,  per il sollevamento di pesi a grandi altezze, tirata da funi.

L’impianto aveva però un “piccolo inconveniente”, quello di rischiare di schiantarsi al suolo.

Fu solo qualche anno dopo che Otis brevettò un sistema di frenata durante la fase di discesa che ne consentì  la diffusione e l’utilizzo in ambito edilizio e decretò lo sviluppo in verticale dell’architettura.

Da allora, però, nonostante i progressi tecnologici, il funzionamento è rimasto pressoché lo stesso: un sistema di funi permette all’ascensore di spostarsi in salita e in discesa, trasportando un numero limitato di persone.

Multi, l’ascensore senza cavi della ThyssenKrupp

Multi, così si chiama il prototipo della ThyssenKrupp, promette di rivoluzionare completamente questo sistema di trasporto.

Non più limiti al numero di persone trasportabili ma, soprattutto, possibilità di spostarsi anche in orizzontale oltre che in verticale.
Ciò sarà possibile grazie all’utilizzo di un motore lineare per la levitazione magnetica, lo stesso impiegato dall’azienda per la realizzazione del treno Transrapid, che collega dal 2002 la città di Shangai al Pudong International Airport.

Lo spostamento orizzontale sarà molto importante, perché consentirà di utilizzare il mezzo non solo per il sollevamento tra i vari piani di un edificio, ma anche per spostarsi da un luogo all’altro in spazi molto ampi, come aeroporti, ospedali, ecc..

Cambiamenti per l’architettura

L’introduzione di questa innovazione sarà molto importante anche per l’architettura. Infatti, gli spazi urbani sono in espansione per il prossimo futuro ed è auspicabile che gli edifici delle grandi città si sviluppino in altezza per limitare il consumo di suolo. Finora, però, lo svantaggio è stato rappresentato proprio dallo spazio occupato dagli ascensori, oltre che dal tempo impiegato per l’attesa e l’utilizzo.

L’ascensore senza cavi cambierà anche lo spazio occupato dagli impianti.
Infatti questo tipo di ascensore richiede pozzi molto più piccoli, con una riduzione di superficie occupata del 25% rispetto a quelli tradizionali.
Si tratta di un aspetto molto importante, se consideriamo che in un edificio di grandi dimensioni gli impianti ascensore finiscono con l’occupare fino al 40% della superficie disponibile.

Il risparmio di spazio è ottenuto proprio grazie all’assenza di funi, oltre che a un sistema di frenata graduale e alla trasmissione di energia direttamente dal vano corsa. Inoltre, per la realizzazione di porte e cabine di questi ascensori si utilizzano materiali ultraleggeri che consentono di ridurne il peso di oltre il 50% rispetto a un ascensore tradizionale.

I vantaggi per i cittadini e per le imprese di costruzioni

Ascensori senza cavi che si muovono in verticale e in orizzontaleMulti è pensato anche per fa muovere più cabine in uno stesso vano ascensore, raddoppiando la capacità di trasporto e diminuendo al contempo i consumi energetici del mezzo.

Pensate, infatti, che il funzionamento di un ascensore si può paragonare a quello di una ipotetica linea ferroviaria tra due città sulla quale viaggiasse un solo treno: sarebbe uno spreco energetico davvero considerevole.

Il funzionamento di Multi prevede invece il movimento di più cabine in loop nello stesso vano ascensore, con una velocità ci circa 5 metri al secondo. In questo modo i passeggeri avranno una possibilità praticamente costante di accesso, senza dover aspettare diversi minuti.

Anche questo è un vantaggio non indifferente, considerando che è stato calcolato che in metropoli dove si utilizzano abitualmente grattacieli per la residenza e il lavoro, gli abitanti trascorrono diversi anni della loro vita ad attendere o utilizzare gli ascensori!

La possibilità di avere più spazio disponibile si traduce poi in vantaggio per i costruttori, che potranno aumentare il numero di unità immobiliari costruite.

Articolo scritto da:

Carmen Granata

Leggi tutti gli articoli
Architetto libera professionista e giornalista pubblicista. Si occupa di progettazione e consulenza immobiliare anche online. Il suo sito è "GuidaxCasa".

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *