Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?

Bitcoin per comprare casa?

di 0 commenti

bitcoin per comprare casa FOTO della moneta virtuale bitcoinCosa sono i bitcoin?

I bitcoin sono una criptovaluta, ovvero una moneta virtuale, creata nel 2009 nella Silicon Valley.

Da allora questo sistema di scambio finanziario ha conosciuto una crescita esponenziale, tanto che oggi il bitcoin ha superato il valore dell’oro ed è scambiato a oltre 1.000 dollari.

Questo tipo di moneta è definita dal punto di vista tecnico criptovaluta, in quanto necessita di protocolli di criptazione necessari per convalidare le transazioni e generare altra moneta.

Per utilizzarla, è necessario registrarsi su una delle piattaforme che consentono la creazione di un portafoglio elettronico, il quale, a sua volta, genera una sorta di IBAN, necessario per effettuare il deposito.

Una volta creato il conto, il cambio può essere effettuato:

  • presso gli sportelli ATM, versando contante
  • via web, attraverso circuiti come Bitboat o Bitpay
  • ai punti exchange, attraverso un agente di cambio.

Bitcoin per comprare casa: è possibile?

L’Italia sarà il primo Paese al mondo in cui sarà possibile acquistare casa con il bitcoin, anche con un discreto risparmio per l’acquirente.

La modalità sarà permessa infatti per acquistare un centinaio di appartamenti in corso di realizzazione nel quartiere di San Lorenzo a Roma, la cui consegna è prevista entro il 2018.

Il progetto prevede la costruzione di:

  1. appartamenti di diverse metrature e prezzi, dai monolocali agli attici
  2. box auto
  3. locali commerciali
  4. spazi comuni.

 

L’amministratore delegato del gruppo immobiliare Barletta che sta realizzando questi appartamenti ha infatti espresso la convinzione che il bitcoin rappresenti la moneta del futuro, convinzione rafforzata dal numero di detentori della criptomoneta in Italia, stimati in circa 200.000.

Il CEO punta alle migliaia di giovani milionari possessori di bitcoin che potrebbero pensare di investirne una parte per l’acquisto di immobili.
Ma si punta anche a chi attualmente non fa uso di questa moneta, ma potrebbe pensare di farlo per risparmiare diverse migliaia di euro.

La società costruttrice ha infatti dichiarato di proporre interessanti sconti per gli acquirenti che si avvarranno, per l’acquisto, di moneta virtuale, in particolare accollandosi le spese:

  • per gli atti notarili
  • di intermediazione immobiliare per le agenzie.

In questo modo l’acquirente che sceglie il bitcoin per comprare casa potrà avere uno sconto compreso tra i 15.000 e i 45.000 euro, in base alla grandezza della casa.

Indicazioni dell’Agenzia delle Entrate sul bitcoinBitcoin per comprare casa ? Foto della moneta virtuale bitcoin

Con la Risoluzione n. 72/E del 2 settembre 2016, l’Agenzia delle Entrate ha dimostrato di ritenere il bitcoin una valuta legale a tutti gli effetti, al pari di tutte le valute straniere con le quali possono avvenire le transazioni economiche.

Grazie a questo presupposto, quindi, la società costruttrice ha potuto effettuare la scelta di essere pagata anche con la criptomoneta senza rischiare sanzioni fiscali.

La decisione della nostra amministrazione finanziaria, tuttavia, appare in controtendenza rispetto ad altre interpretazioni diffuse in campo internazionale, dove si tende a considerare il bitcoin non come una moneta, ma come un prodotto finanziario.
E infatti non sono pochi gli esperti del settore a segnalarne i possibili rischi della moneta virtuale, vista più come una sorta di speculazione finanziaria che come una valuta indipendente dal potere bancario.

Bitcoin: i rischi reali della moneta virtuale

Una moneta elettronica virtuale porta con sé rischi intrinseci, primo tra tutti quello di poter essere sottratta illegalmente via web. E infatti non sono mancati i casi di malware creati proprio a questo scopo.

Essendo virtuale, è poi una moneta estremamente volatile: dalla sua creazione ha infatti toccato più volte picchi di valore altissimi e molto bassi nel giro di pochi mesi.

Infine il Financial Action Task Force, un organismo indipendente che vigila sui mercati finanziari contro il riciclaggio, il finanziamento del terrorismo e la proliferazione delle armi, ha messo in guardia sulla possibilità che il bitcoin fornisca uno strumento alle organizzazioni criminali per far circolare e conservare fondi illeciti, al di fuori della portata del diritto.

Articolo scritto da:

Carmen Granata

Leggi tutti gli articoli
Architetto libera professionista e giornalista pubblicista. Si occupa di progettazione e consulenza immobiliare anche online. Servizi dello Studio di Architettura Granata

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *