Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?

Proroga Bonus mobili 2017, a una condizione

di 0 commenti

Proroga bonus mobili 2017

cucina arredata bonus mobili 2017La Legge di Bilancio 2017 ha prorogato per l’anno in corso le detrazioni fiscali per interventi sugli immobili, ossia:

  • la detrazione Irpef al 50% per le ristrutturazioni
  • la detrazione Irpef al 65% per il risparmio energetico
  • a particolari condizioni il bonus mobili 2017.

Cos’è il bonus mobili

Il bonus mobili è la detrazione Irpef al 50% per l’acquisto di mobili nuovi e grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni) destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione.

Per avere il bonus mobili è indispensabile realizzare un intervento di ristrutturazione edilizia e fruire della relativa detrazione Irpef al 50% sia su singole unità immobiliari residenziali che su parti comuni di edifici residenziali.

Condizione necessaria per il bonus mobili 2017

La legge di bilancio 2017 ha previsto però una condizione precisa per poter beneficiare del bonus mobili 2017: ossia che i lavori di ristrutturazione siano iniziati nel 2016.

Quindi chi inizia i lavori di ristrutturazione nel 2017 non potrà chiedere il bonus mobili.

Viceversa, potrà fruire del bonus chi ha iniziato i lavori l’anno scorso e poi li ha continuati nel 2017.

Bonus mobili: le spese ammesse

lavatrice classe A+ bonus mobili 2017Le regole sul bonus mobili 2017 sono le medesime degli altri anni.

Il bonus spetta per i seguenti acquisti:

  • mobili nuovi: letti, armadi, scrivanie, tavoli, sedie, poltrone, credenze
  • elettrodomestici nuovi a partire dalla classe A+: frigoriferi, congelatori, lavatrici, piastre, ventilatori, ecc.

Inoltre, tra le spese ammesse alla detrazione sono incluse quelle di trasporto e di montaggio dei beni acquistati.

Sono invece esclusi dal bonus gli acquisti di:

  • porte
  • pavimentazioni (per esempio il parquet)
  • tende e tendaggi
  • altri complementi di arredo

Come si calcola la detrazione bonus mobili

bonus mobili 2017 ristrutturazione e arredoPer avere la detrazione sugli acquisti di mobili e di grandi elettrodomestici occorre effettuare i pagamenti con bonifico o carta di debito o credito.

Non è consentito effettuare il pagamento mediante assegni bancari, contanti o altri mezzi di pagamento.

La detrazione è pari al 50%.
Si calcola su un importo massimo di 10.000 € (diecimila euro), riferito alle spese sostenute per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici.
La detrazione deve essere ripartita in dieci quote annuali di pari importo.

La detrazione per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici si ottiene indicando le spese sostenute nella dichiarazione dei redditi (modello 730 o modello Redditi persone fisiche).

Articolo scritto da:

Alessandra Caparello

Leggi tutti gli articoli

Alessandra Caparello è redattrice in ambito fiscale, previdenziale ed economico. Ha collaborato con vari siti online come InvestireOggi.it (curatrice della sezione Fisco e Tasse), Pmi.it, Fisco7.it.

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

Lascia un commento

wpDiscuz