Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?

Certificazione energetica. Domande e risposte

di 4 commenti

quadro di Lyonel Feininger, raffigurante paesaggio con caseA proposito della certificazione energetica, con le nuove disposizioni del 9 gennaio 2013, arrivano puntualmente a CasaNoi domande e richieste di chiarimenti.
 

Abbiamo posto le domande più ricorrenti all’architetto Luisa Tibaldi, del Gruppo Tecnit@lia, che ci ha gentilmente concesso la sua collaborazione.

 

Domanda: Come si calcola la classe energetica di un appartamento?

Risposta: Per conoscere la classe energetica di un appartamento si deve monitorare la quantità di energia che si prevede possa essere necessaria per soddisfare i vari bisogni connessi ad un uso standard dell’abitazione, compresi, fra gli altri, il riscaldamento e il raffreddamento.

Certificazioni e Affitti

Domanda: Quando si offre in affitto una casa, occorre produrre la certificazione energetica?

Risposta: La risposta è sì. L’attestato di certificazione energetica di un immobile è richiesto per gli atti notarili di compravendita, per i contratti di locazione e anche per la pubblicazione di  annunci immobiliari.

 

Domanda: Da un anno ho preso una casa in affitto e, standoci, mi sono accorta che è molto umida e in inverno è praticamente invivibile. Ho chiesto al proprietario di casa la certificazione energetica per una verifica, ma lui ha detto di non averla. C’è un contratto di affitto regolare. E’ possibile recedere dal contratto per mancanza della certificazione?

Risposta:  L’obbligo della certificazione energetica per gli immobili concessi in locazione decorre dal 1° gennaio 2012. Pertanto, se il suo contratto d’affitto è stato stipulato prima di tale data, non è possibile recedere per l’assenza documento.

Certificazione e Qualificazione: quali differenze tra i due attestati?

Domanda: Mi è stata fatta una certificazione energetica in data 2008 (secondo il D.M. 19 febbraio 2007), dopo lavori di manutenzione/ristrutturazione della mia casa, volti al miglioramento dell’efficienza energetica. Rileggendo pochi giorni fa l’attestato, ho visto che  si è valutato solo l’indice di prestazione per la climatizzazione invernale. Sono consapevole (correggetemi se sbaglio) che l’indice di prestazione energetica globale (utile per identificare la classe energetica) necessita anche dell’indice di prestazione energetica per la produzione dell’acqua calda sanitaria. Ciò significa che il mio attestato non è più valido? Devo fare un aggiornamento? Se invece è valido, come posso fare a identificare la classe energetica della casa avendo solo l’indice di prestazione per la climatizzazione invernale?

Risposta: La legge prevede due diversi “attestati” al fine della certificazione energetica. Il documento che le è stato fornito nel 2008 era un attestato di qualificazione energetica chiamato a svolgere il ruolo di strumento di controllo nel rispetto, in fase di costruzione o ristrutturazione (come nel suo caso) degli edifici, delle prescrizioni volte a migliorarne le prestazioni energetiche.
L’attestato di certificazione energetica è, invece, chiamato a svolgere il ruolo di strumento di “informazione” del proprietario e/o dell’acquirente circa la prestazione energetica ed il grado di efficienza energetica degli edifici, valutando globalmente i consumi energetici.
 

In sintesi, l’attestato di certificazione energetica si differenzia dall’attestato di qualificazione energetica proprio per la necessità, prevista solo per il primo, dell’attribuzione della classe di efficienza energetica.

 

arch. Luisa Tibaldi, Gruppo Tecnit@lia

Articolo scritto da:

admin

Leggi tutti gli articoli
Il blog di CasaNoi si occupa delle tematiche della casa: Compravendita e Affitto, Mercato immobiliare, Ristrutturazione, Arredamento e Fai da te, Ecologia e domotica, e molto altro.

Ti potrebbero interessare

4 commenti su “Certificazione energetica. Domande e risposte
Inserisci un nuovo commento

  1. Buongiorno. Vorrei gentilmente farVi una domanda, dato che sono alle prime armi. Vorrei sapere se, un’ACE redatta 8 anni fa, con descrizione di un impianto termico alimentato a GPL, sia ancora valida dato che, in seguito alla data di redazione della certificazione, l’edificio è stato allacciato all’impianto comunale del metano, senza cambiamento della caldaia, quindi si è avuto solo in cambiamento di combustibile. Grazie mille se potrete essermi di aiuto.
    Cordiali saluti

  2. Sono proprietario di in condominio di 8 appartamenti. Rifacendo la centrale termica, sono entrato in possesso della certificazione globale del condominio; affittando ora un appartamento, ho l’obbligo di effettuare la certificazione del singolo appartamento o posso consegnare al nuovo conduttore copia di quella condominiale ? Ritiene che la classe energetica e l’ipe di ogni singolo appartamento possano differire? Attendo vostra risposta grazie

    1. Gentile Valerio,
      non è utilizzabile la certificazione globale dell’edificio in quanto il calcolo della classe energetica e del relativo indice varia a seconda di molti fattori.
      Facciamo un esempio, visto che non conosco il tuo condominio. In uno stesso edificio composto da 3 piani, con un appartamento a piano, anche se i singoli appartamenti sono identici tra loro come esposizione, volume caldaia e tipologia di infissi, avranno dei valori diversi in quanto:
      – quello al primo piano ha il pavimento confinante con le zone cantine/garage o fondazioni non riscaldate e il soffitto confinante con vani riscaldati, ovvero con l’appartamento del 2° piano;
      – l’appartamento al secondo piano è inserito fra due appartamenti (1° e 3° piano);
      – l’appartamento al terzo piano confina con il terrazzo e/o tetto verso l’esterno e in basso con l’altro appartamento (2° piano).
      Come è intuibile, non a caso la normativa sulla prestazione energetica richiede che in caso di vendita o affitto o di pubblicazione annuncio immobiliare, ogni singola unità immobiliare debba essere dotata del suo specifico APE (attestato di prestazione energetica).
      Cordialità

      Geom Stefano Gagliardi per CasaNoi.it
      Via della Tenuta di Torrenova n. 142 scala C
      00133 Roma
      Tel/fax 06- 57301635

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *