Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?

L’esperto in edificio salubre

di 0 commenti

Chi è l’esperto in edificio salubre?

disegno che stilizza esperti di edifici salubriL’esperto in edificio salubre è una nuova figura professionale nata, in ottemperanza a una direttiva UE, con l’intento di formare un tecnico in grado di progettare un ambiente interno privo di inquinanti come radon, formaldeide, muffa, umidità.

Il suo lavoro deve essere orientato a costruire nuovi edifici e a ristrutturare o risanare quelli esistenti utilizzando materiali non nocivi per la salute umana.

Ma quali sono le competenze richieste a questa figura?

Sono quelle orientate a una progettazione sempre più green: gli esperti in edificio salubre devono quindi comprendere i principi di bioedilizia e bioclimatica, conoscere l’uso dei materiali naturali, avere cognizione degli aspetti giuridici legati alla responsabilità dei progettisti e, naturalmente, conoscere le patologie causate da un ambiente interno inquinato, come asma, allergie, dermatiti e tumori.

Perché in edilizia è necessaria questa figura professionale?

La principale causa del cosiddetto inquinamento indoor è, paradossalmente, proprio la corsa alla riqualificazione degli edifici in chiave di risparmio energetico.

Per evitare dispersioni, gli ambienti interni non sono più sufficientemente ventilati, inoltre, per raggiungere un elevato livello di isolamento termico si sono utilizzati, negli ultimi anni, materiali di derivazione chimica non sufficientemente testati.

Per la verità molti inquinanti, come quelli radioattivi, sono da sempre presenti nelle abitazioni, ma sono stati scoperti solo in epoca recente, inoltre le caratteristiche degli edifici moderni tendono a potenziarne ancor più gli effetti.
Ciò accade per la sigillatura eccessiva e per l’utilizzo della ventilazione meccanica in luogo di quella naturale.

Inoltre, rispetto al passato, oggi si trascorre molto più tempo in ambienti confinati, per cui l’esposizione agli agenti inquinanti risulta molto più prolungata e, di conseguenza, dannosa.logo dell'attività di esperto in edilizia salubre

Negli ultimi anni si sono diffuse in maniera esponenziale patologie come:

  • polmonite causata dalla “Legionella pneumophila”, un batterio che può essere immesso nell’aria dai condizionatori
  • febbre da umidificatori, causata da batteri e miceti che si annidano negli impianti di climatizzazion
  • varie forme di asma, rinite, sinusite e bronchite provocate dagli allergeni presenti negli ambienti chiusi.

“Sindrome da edificio malato”

Questo il nome italiano attribuito all’insieme delle patologie sopra descritte –  (Sick Building Syndrome).

I medici che hanno avuto in cura i soggetti affetti da questo disturbo hanno riscontrato che i sintomi sparivano semplicemente allontanandosi dall’ambiente confinato in cui trascorrevano la maggior parte del loro tempo.

In questi ambienti erano presenti situazioni negative come ventilazione inadeguata e contaminazione chimica e microbica.

Per tutti questi motivi la figura di un tecnico esperto in grado di riconoscere la presenza degli elementi negativi negli edifici esistenti e di eliminarli nella progettazione ex novo risulta fondamentale per prevenire queste patologie.

Come si diventa esperti in casa salubre

Il percorso formativo per diventare esperti in edificio salubre si articola nella frequenza di un corso di 40 ore con esame finale.

I contenuti del corso vanno dallo studio delle malattie causate dall’edificio “malato” a elementi generali di edilizia con particolare attenzione alla bioedilizia e alla conoscenza di materiali innovativi, fino all’esame degli aspetti giuridici correlati con il danno biologico.

Per il momento, simili corsi sono organizzati in Italia soltanto dal Consiglio nazionale dei Geometri.

Articolo scritto da:

Carmen Granata

Leggi tutti gli articoli
Architetto libera professionista e giornalista pubblicista. Si occupa di progettazione e consulenza immobiliare anche online. Servizi dello Studio di Architettura Granata

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *