Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?

Planimetria catastale

di 0 commenti

Dopo aver dato la definizione di Catasto continuiamo ad approfondire il mondo della documentazione relativa alla casa. Oggi scopriamo insieme cosa si intende per planimetria catastale, a cosa serve e come si usa.

Se, ad esempio, vogliamo conoscere le caratteristiche di una proprietà immobiliare, ci faremo una serie di domande, sia in veste di proprietari che di potenziali acquirenti. La proprietà è regolarmente iscritta in catasto? Come viene rappresentata graficamente? E’ un appartamento o ha altre destinazioni d’uso? Qual è la relativa rendita catastale su cui calcolare tasse e imposte?

In catasto, ogni unità immobiliare(*) viene rappresentata dalla  Planimetria catastale, ovvero un disegno tecnico che rappresenta in piano uno spazio o una superficie.

In Catasto ad ogni unità immobiliare corrisponde:

a) un numero identificativo catastale (foglio, particella, subalterno, con relativa categoria, classe, consistenza, rendita, etc); si tratta di dati riportati nella visura catastale.
b) una planimetria catastale associata

Quando una nuova unità immobiliare viene iscritta in Catasto (accatastamento originario), o quando viene mutato lo stato delle unità già censite (successive variazioni), è necessario presentare da un tecnico abilitato una planimetria contenente:

– numero della scheda con la quale l’unità immobiliare è stata dichiarata/mutata
– foglio, particella, subalterno catastale
– descrizione destinazione uso (esempio: abitazione – cantina – magazzino – box – negozio…)
– indirizzo (via, civico, interno)
– altezza media di ciascun vano
– destinazione dei locali accessori (es bagno, cucina, ripostiglio)
– piano o piani nei quali si estende l’unità immobiliare
– confini dell’unità immobiliare
– nome, cognome, n. iscrizione albo del professionista

Spesso le agenzie immobiliari chiedono al venditore  la copia della planimetria dell’immobile. Altre volte sono invece gli istituti bancari ad averne necessità, al fine di erogare mutui bancari o prestiti garantiti (che comportano) da ipoteche (sugli immobili).

La planimetria catastale, inoltre, è un documento che non ha scadenza, se non nel momento in cui ne viene presentata presso l’ Agenzia del Territorio una versione aggiornata che va a sostituire la precedente.

(*)ad uso abitativo/ufficio (categoria A), uso commerciale/vario (categoria C) o alloggio collettivo (categoria B)

Giuseppe Palombelli, CEO CasaNoi.it

Se  vuoi vedere anche…
cos’è la visura catastale, clicca qui: http://blog.casanoi.it/la-visura-catastale/
cos’è la planimetria catastale, clicca qui: http://blog.casanoi.it/glossario-immobiliare-la-planimetria-catastale/
cos’è la voltura catastale, clicca qui: http://blog.casanoi.it/la-voltura-catastale/
c
os’è il Catasto, clicca qui: http://blog.casanoi.it/glossario-immobiliare-il-catasto/

Articolo scritto da:

Giuseppe Palombelli

Leggi tutti gli articoli
Esperto in mutui, valutazioni estimative e compravendite. Consulente del credito. Dalla passione per il settore immobiliare nel 2012 ha fondato CasaNoi. Contatti per consulenza mutui bancari

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *