Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?
Le guide di CasaNoi

Agevolazioni fiscali per acquisto mobili da parte di giovani coppie acquirenti di casa

di CEO di CasaNoi.it 0 commenti in

Il nuovo bonus mobili per le giovani coppie che acquistano casa

La legge di stabilità 2016 prevede nuovi incentivi fiscali sull’arredo e sul mobilio, per le giovani coppie che acquistano una casa.

Si tratta di una detrazione fiscale da ripartirsi in diversi anni, non cumulabile con le agevolazioni fiscali per la ristrutturazione. Ma entriamo ora in dettaglio dell’art .75 della legge di stabilità 2016 .

Testo dell’art. 75 della legge di stabilità 2016

Le giovani coppie costituenti un nucleo familiare composto da coniugi o da conviventi more uxorio che abbiano costituito nucleo da almeno tre anni, in cui almeno uno dei due componenti non abbia superato i trentacinque anni, acquirenti di unità immobiliare da adibire ad abitazione principale, beneficiano di una detrazione dall’imposta lorda, fino a concorrenza del suo ammontare, per le spese documentate sostenute per l’acquisto di mobili ad arredo della medesima unita’ abitativa.

La detrazione di cui al presente comma, da ripartire tra gli aventi diritto in dieci quote annuali di pari importo, spetta nella misura del 50 per cento delle spese sostenute dal 1° gennaio 2016 al 31 dicembre 2016 ed e’ calcolata su un ammontare complessivo non superiore a 16.000 euro. Il beneficio di cui al presente comma non e’ cumulabile con quello di cui alla lettera c) del comma 74.

Chi può chiedere le agevolazioni fiscali:

  • le giovani coppie costituenti un nucleo familiare, sposate o conviventi da almeno 3 anni, in cui almeno uno dei due coniugi/conviventi non abbia superato i 35 anni.

Cosa rientra nell’agevolazione:

  • l’acquisto di mobili e arredi avvenuto nel corso del 2016, e legato all’acquisto di “abitazione principale”, da adibire a dimora abituale del nucleo familiare.

La tipologia di agevolazione fiscale:

  • l’agevolazione consiste in un risparmio fiscale: infatti, è una detrazione del 50% delle spese dei mobili e degli arredi per l’abitazione acquistata, nel limite di spesa di 16.000 euro. La detrazione viene ripartita in 10 anni.

Esempio

Facciamo l’esempio di una giovane coppia che acquista l’abitazione principale nel 2016.

La coppia nel corso del 2016 spende per i mobili di questa abitazione circa 10.000€. Sappiamo che la spesa ammissibile all’agevolazione è pari al 50% dell’importo totale, quindi sarà uguale a 5.000€ (= al 50% di 10.000€). Invece, la detrazione fiscale annua sarà uguale a 500€, ovvero i 5.000€ ripartiti in 10 anni come previsto dalla legge.

NON CUMULABILITA’ CON LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER RISTRUTTURAZIONI

Non si può chiedere quest’ agevolazione fiscale se si chiedono le detrazioni per la ristrutturazione. Infatti, questi interventi già prevedono un bonus mobili.

Articolo scritto da:

Giuseppe Palombelli

Leggi tutti gli articoli
Laureato in scienze agrarie, ha lavorato in diverse realtà del settore immobiliare-finanziario: valutazioni estimative, manager in banche e società di distribuzione collegate (mutui fondiari retail e corporate), amministratore di società immobiliari e di costruzioni, altre organizzazioni. Da una sua idea imprenditoriale, condivisa in team, ha fondato CasaNoi

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

Lascia un commento

wpDiscuz