Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?
Le guide di CasaNoi

Agevolazioni fiscali per acquisto mobili da parte di giovani coppie acquirenti di casa

di CEO di CasaNoi.it 2 commenti in

Il nuovo bonus mobili per le giovani coppie che acquistano casa

La legge di stabilità 2016 prevede nuovi incentivi fiscali sull’arredo e sul mobilio, per le giovani coppie che acquistano una casa.

Si tratta di una detrazione fiscale da ripartirsi in diversi anni, non cumulabile con le agevolazioni fiscali per la ristrutturazione. Ma entriamo ora in dettaglio dell’art .75 della legge di stabilità 2016 .

Testo dell’art. 75 della legge di stabilità 2016

Le giovani coppie costituenti un nucleo familiare composto da coniugi o da conviventi more uxorio che abbiano costituito nucleo da almeno tre anni, in cui almeno uno dei due componenti non abbia superato i trentacinque anni, acquirenti di unità immobiliare da adibire ad abitazione principale, beneficiano di una detrazione dall’imposta lorda, fino a concorrenza del suo ammontare, per le spese documentate sostenute per l’acquisto di mobili ad arredo della medesima unita’ abitativa.

La detrazione di cui al presente comma, da ripartire tra gli aventi diritto in dieci quote annuali di pari importo, spetta nella misura del 50 per cento delle spese sostenute dal 1° gennaio 2016 al 31 dicembre 2016 ed e’ calcolata su un ammontare complessivo non superiore a 16.000 euro. Il beneficio di cui al presente comma non e’ cumulabile con quello di cui alla lettera c) del comma 74.

Chi può chiedere le agevolazioni fiscali:

  • le giovani coppie costituenti un nucleo familiare, sposate o conviventi da almeno 3 anni, in cui almeno uno dei due coniugi/conviventi non abbia superato i 35 anni.

Cosa rientra nell’agevolazione:

  • l’acquisto di mobili e arredi avvenuto nel corso del 2016, e legato all’acquisto di “abitazione principale”, da adibire a dimora abituale del nucleo familiare.
Leggi  Agevolazioni fiscali per Ristrutturazioni e Risparmio Energetico

La tipologia di agevolazione fiscale:

  • l’agevolazione consiste in un risparmio fiscale: infatti, è una detrazione del 50% delle spese dei mobili e degli arredi per l’abitazione acquistata, nel limite di spesa di 16.000 euro. La detrazione viene ripartita in 10 anni.

Esempio

Facciamo l’esempio di una giovane coppia che acquista l’abitazione principale nel 2016.

La coppia nel corso del 2016 spende per i mobili di questa abitazione circa 10.000€. Sappiamo che la spesa ammissibile all’agevolazione è pari al 50% dell’importo totale, quindi sarà uguale a 5.000€ (= al 50% di 10.000€). Invece, la detrazione fiscale annua sarà uguale a 500€, ovvero i 5.000€ ripartiti in 10 anni come previsto dalla legge.

NON CUMULABILITA’ CON LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER RISTRUTTURAZIONI

Non si può chiedere quest’ agevolazione fiscale se si chiedono le detrazioni per la ristrutturazione. Infatti, questi interventi già prevedono un bonus mobili.

Articolo scritto da:

Giuseppe Palombelli

Leggi tutti gli articoli
Esperto in mutui, valutazioni estimative e compravendite. Consulente del credito. Dalla passione per il settore immobiliare nel 2012 ha fondato CasaNoi. Contatti per consulenza mutui bancari

Ti potrebbero interessare

2 commenti su “Agevolazioni fiscali per acquisto mobili da parte di giovani coppie acquirenti di casa
Inserisci un nuovo commento

  1. Salve, avrei bisogno di un consiglio. stavo pensando di acquistare una casa (dal costruttore con Iva pattuita in sede di trattativa al 4%) con la mia compagna con cui allo stato attuale non convivo e non sono neanche sposato. Mi corregga se sbaglio…credo di aver capito che abbiamo 18 mesi per cambiare residenza per non vedere decadere il beneficio di Iva agevolata al 4%… per quanto riguarda invece l agevolazione coppie giovani detrazione acquisto di mobili io ho 36 anni e ho superato l età mentre lei è più giovane ma non conviviamo da tre anni, in quanto stavamo pensando di farlo a breve per la prima volta… ipotizzando l acquisto della casa a fine 2017 il cambio di residenza e matrimonio e acquisto mobili nel corso del 2018 e magari i mobili una parte nel 2017 altri nel 2018 altri nel 2019 come funziona l eventuale agevolazione? mi consiglia di sposarmi prima Dell acquisto dei mobili e per portarli a detrazione ci sono vincoli temporali legati all anno di acquisto della casa? scusi se l ho messa in confusione ma le risorse sono limitate e le spese da affrontare tante e pensavo di fare le cose un po’ per volta invece probabilmente per avere un regime agevolato credo che la normativa preveda matrimonio acquisto casa e mobili ecc., ma a me serve del tempo per organizzare le risorse finanziarie…in sintesi estrema ha dei consigli da darmi per come gestire i momenti (acquisto casa, mobili, cambio residenza e matrimonio) per ottimizzare le agevolazioni ?. grazie buona giornata

    1. Caro Simone, intanto auguri per matrimonio e nuova casa. Non posso essere io a consigliarti quando sposarti, ma provo a aiutarti e dare qualche informazione. Devi distinguere. AGEVOLAZIONI ACQUISTO PRIMA CASA. l’iva agevolata ti spetta di diritto: non è una pattuizione con l’impresa. Dovete trasferire residenza nel Comune entro 18 mesi dall’acquisto. BONUS MOBILI: ne hai diritto dalla data del matrimonio (oppure dopo una convivenza di 3 anni). IMU E RESIDENZA avete diritto all’esenzione IMU a partire dalla data in cui trasferisci la residenza nella casa acquistata (fa fede il certificato di residenza). CONSIGLI Acquista la casa quando è pronta con tutti gli allacci e urbanizzazioni (acqua , gas, ascensore, impianti collaudati, allaccio in fogna approvato; certificazioni impianti; possibilmente agibilità o in mancanza richiesta di agibilità). Pianifica l’acquisto mobili ma acquistali solo dopo il matrimonio:avete diritto al bonus acquisto mobili perché uno di voi due è sotto i 35. Cerca di trasferire la residenza il prima possibile dopo l’acquisto per non pagare IMU. Un cordiale saluto Giuseppe Palombelli Ceo CasaNoi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *