Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?
Le guide di CasaNoi

Il documento di sintesi del mutuo

di CEO di CasaNoi.it 2 commenti in

Cos’è il documento di sintesi del mutuo?

Il documento di sintesi del mutuo è un documento che riporta in maniera personalizzata, le principali condizioni economiche del contratto di mutuo (o di un qualunque contratto bancario, in senso più generale).

Solitamente costituisce il frontespizio del contratto; comunque deve essere  sempre accluso al contratto.

Viene fornito al cliente prima della stipula del contratto su sua richiesta, anche senza la copia dell’intero testo del contratto.

Il documento di sintesi riporta le condizioni economiche (in maniera personalizzata) secondo lo stesso ordine seguito nel foglio informativo.

In altre parole, ci deve essere totale coerenza tra foglio informativo del mutuo (generico) e documento di sintesi (personalizzato).

E’ un documento semplice, facile da consultare, che permette un’immediata comprensione delle condizioni applicate, compreso l’Indicatore Sintetico di Costo o Taeg.

Per i contratti di mutuo che sono o potrebbero rimanere a tasso fisso per tutta la durata del contratto, il documento di sintesi riporta il piano di ammortamento.

Il documento di sintesi del mutuo viene redatto secondo modelli forniti dalla Banca d’Italia (vedi provvedimento BdI del 30 settembre 2016 – supplemento alla Gazzetta Ufficiale n. 247 del 21 ottobre 2016).

 

Giuseppe Palombelli, fondatore CasaNoi. Contatti per consulenza mutui

Leggi  Cos'è il rogito?
Articolo scritto da:

Giuseppe Palombelli

Leggi tutti gli articoli
Esperto in mutui, valutazioni estimative e compravendite. Consulente del credito. Dalla passione per il settore immobiliare nel 2012 ha fondato CasaNoi. Contatti per consulenza mutui bancari

Ti potrebbero interessare

2 commenti su “Il documento di sintesi del mutuo
Inserisci un nuovo commento

  1. Mio marito ha firmato una garanzia sul mutuo della figlia: garante fidebuente (non so se l’ho scritta giusta). Io volevo sapere se in caso di morte di mio marito la garanzia decade. Io non ho legami di sangue con l’unica figlia che mio marito ha. Grazie!

    1. Gentile Stefania, in caso di decesso, l’obbligazione del fideiussore verso il creditore si trasferisce agli eredi. In altre parole, in caso di decesso di tuo marito, la fideiussione che ha sottoscritto per il mutuo erogato alla figlia si estende agli eredi. Un erede non deve accettare per forza l’eredità; può anche rinunciare. In questo caso l’erede non beneficia del patrimonio a lui spettante nell’asse ereditario, ma evita anche di accollarsi debiti o altre obbligazioni quale la fideiussione. Un cordiale saluto. Giuseppe Palombelli. Fondatore CasaNoi, esperto in valutazioni estimative, compravendite e credito immobiliare. Consulente del credito. Contatti per consulenza mutui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *