Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?
Le guide di CasaNoi

Il foglio informativo della banca e dell’intermediario del credito

di CEO di CasaNoi.it 2 commenti in

Cos’è il foglio informativo della banca o dell’intermediario del credito?

Il foglio informativo rientra tra quei documenti previsti dalle norme sulla “Trasparenza bancaria” che devono essere messi a disposizione del cliente prima della stipula di un contratto (fase pre-contrattuale).

Per ogni tipologia di operazione esiste un foglio informativo specifico. Ad esempio una Banca che propone diverse tipologie di mutuo può redigere un solo foglio informativo.

I fogli informativi sono esposti nei locali aperti al pubblico e nei siti web.  Il  contenuto deve sempre datato e aggiornato ed avere piena coerenza con i contenuti del successivo contratto. Nel caso di “offerta fuori sede” il foglio informativo va sempre consegnato al cliente, il quale sottoscrive di averlo ricevuto.

I fogli informativi devono contenere almeno queste informazioni:

  1. le informazioni (denominazione, sede, iscrizione Albo, recapiti telefonici, etc) del soggetto che propone l’operazione, ovvero:
    • Intermediario Finanziario (Banche e Società Finanziarie)
    • Intermediario del Credito (Mediatori Creditizi e Agenti in Attività Finanziaria):
  2. le caratteristiche e i rischi tipici dell’operazione o del servizio
  3. un elenco delle condizioni economiche offerte (che devono comprendere ogni onere economico a carico del cliente), del costo complessivo dell’operazione, dando indicazione di dove reperire informazioni sui del TEGM (tasso effettivo globale medio) previsto dalle “norme antiusura
  4. le clausole contrattuali che riguardano il diritto di recesso, i tempi massimi per la chiusura del rapporto; i mezzi per la tutela stragiudiziale

Per agevolare la confrontabilità dei prodotti, i fogli informativi relativi al mutuo sono redatti secondo schemi standard definiti dalla Banca d’Italia.

Giuseppe Palombelli, fondatore CasaNoi. Contatti per consulenza mutui

Leggi  Tasso di interesse del mutuo: fisso o variabile e durata
Articolo scritto da:

Giuseppe Palombelli

Leggi tutti gli articoli
Esperto in mutui, valutazioni estimative e compravendite. Consulente del credito. Dalla passione per il settore immobiliare nel 2012 ha fondato CasaNoi. Contatti per consulenza mutui

Ti potrebbero interessare

2 commenti su “Il foglio informativo della banca e dell’intermediario del credito
Inserisci un nuovo commento

  1. Buonasera , domanda : il documento di sintesi è un documento che a richiesta posso avere dalla mia banca ? Sono tenuti a fornirmelo ? Ho fatto questa specifica richiesta e mi hanno dato il piano di ammortamento . Avendo la sensazione che il mio mutuo trentennale a tasso /taeg fisso del 6,9 % sfiori il limite usuraio ho anche qualche dubbio sulla totale trasparenza dell’ Istituto, che non è collaborativo.
    Grazie in anticipo

    1. Gentile Alberto, il documento di sintesi DEVE essere consegnato al cliente su sua richiesta. Oltre al piano di ammortamento, riporta le principali condizioni economiche e contrattuali. E’ dovere della Banca fornire anche un documento che riporta i TASSI EFFETTIVI GLOBALI MEDI (TEGM) suddivisi per tipologia di operazione. Il tasso usuraio si riscontra quando il tasso supera il TASSO SOGLIA, secondo questi parametri:
      TASSO SOGLIA = TEGM, aumentato del 25% del TEGM + ulteriori 4 punti.
      La banca d’ITALIA pubblica periodicamente TEGM e TASSI SOGLIA
      Ecco il link dell’ultima pubblicazione Banca d’Italia in materia: PERIODO DI APPLICAZIONE DAL 1°OTTOBRE 2017 FINO AL 31 DICEMBRE 2017
      Concludo specificando che la collaborazione dell’Istituto è un dovere. Puoi rivolgerti all’Ufficio Reclami interno alla banca.
      Un cordiale saluto
      Giuseppe Palombelli Ceo Casanoi.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *