Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?
Le guide di CasaNoi

Attestato di Prestazione Energetica (APE)

di CEO di CasaNoi.it 0 commenti in

Cos’è e cosa serve l’attestato di prestazione energetica?

L’ attestato di prestazione energetica (APE) è una certificazione (documento ufficiale) che solo un tecnico abilitato dalla Regione può redigere, che sintetizza le caratteristiche dell’immobile in termini di fabbisogno energetico: l’Indice di prestazione energetica (IPE), la classe energetica sono gli indicatori principali.  l’Attestato di Prestazione Energetica contiene inoltre altri indicatori specifici (raffrescamento, riscaldamento, acqua calda, etc) . L’APE è un documento obbligatorio per stipulare contratti di compravendita , contratti di affitto. E’ inoltre obbligatorio indicare negli annunci immobiliari l’IPE e la classe energetica dell’abitazione che sono contenuti appunto nell’APE.

L’APE e le nuove disposizioni di legge, in vigore dal 1°ottobre 2015

Fin dal giugno 2013 l’APE rientra tra le certificazioni obbligatorie per stipulare contratti di vendita o affitto di immobili e per quanto riguardava gli annunci era ancora ammessa l’autocertificazione, generalmente indicata per prudenza come classe G (la meno efficiente).

Ora con il nuovo Decreto Legge del 26 giugno 2015 – in vigore dal 1° ottobre 2015 – tutto cambia e le disposizioni sono univoche e inequivocabili.

Eccole, in sintesi:

  • sono indicate nuove linee guida per tutto il territorio nazionale per la compilazione dell’APE, che è valido solo se rilasciato da un tecnico abilitato, che effettua un sopraluogo all’immobile da certificare;
  • le classi energetiche da 7 diventano 10, dalla più alla meno efficiente: A4, A3, A2, A1, B, C, D, E, F, G;
  • sono indicate le nuove metodologie per il calcolo dell’APE, con precisa indicazione dei requisiti minimi richiesti;
  • sono indicati i nuovi schemi a cui il tecnico deve attenersi per compilare l’APE, che includono le raccomandazioni per migliorare l’efficienza energetica dell’immobile;
  • sono indicate le precise modalità per la compilazione dell’annuncio immobiliare.

Perchè l’APE è importante?

L’APE rientra in un preciso progetto della Comunità Economica Europea. Evidenziare i dati di efficienza energetica dà la possibilità ai cittadini che intendono acquistare o affittare casa di analizzare e comparare tra loro le prestazioni di diversi immobili presenti sul mercato. Questo si traduce in risparmio di fonti energetiche e quindi in risparmio immediato sulle bollette da pagare.

Vendi o affitti casa? Allora, hai bisogno della certificazione energetica!

Come abbiamo visto, l’APE è obbligatorio per legge fin dal 2013. Questo significa fornire la certificazione energetica dell’immobile per i contratti di affitto, di compravendita e al momento della pubblicazione dell’annuncio. CasaNoi ti offre l’attestato di prestazione energetica, rilasciato secondo le disposizioni di legge, a prezzi vantaggiosi – e in più ricevi gratis la visura e la planimetria catastali. Cosa aspetti? Richiedila subito!

Altre informazioni sull’APE

L’APE ha una validità di 10 anni e, in caso di modifica della classe energetica dell’immobile o dell’intero edificio, dovrà essere ricalcolato. Tale validità è vincolata agli interventi di manutenzione e controllo degli impianti termici, pena la decadenza dell’attestato stesso. Per agevolare tali controlli, si dovranno allegare all’APE i libretti degli impianti presenti nei singoli immobili o edifici.

Una clausola specifica, inserita in ogni contratto di compravendita e locazione, certificherà la ricezione dell’APE e delle altre informazioni relative alla prestazione energetica dell’immobile, da parte dell’acquirente o dell’affittuario.
Se si acquista o si affitta sulla carta un immobile prima della sua costruzione, il venditore o locatario è obbligato a indicarne la futura prestazione energetica, per poi produrre il regolare attestato insieme alla dichiarazione di fine lavori.

Annunci di vendita o affitto: i dati obbligatori.

Tutti gli annunci di vendita o affitto di immobili, sia stampati su giornali e periodici, sia pubblicati sul web, devono riportare l’indice di prestazione energetica (IPE) e la classe energetica, contenuti nell’ attestato.

L’APE e le sanzioni per annunci immobiliari

Ogni annuncio deve riportare l’indice di prestazione energetica e la classe energetica In caso contrario il responsabile dell’annuncio incorre in una sanzione amministrativa d’importo compreso tra €500 e €3000.

L’APE e i contratti di compravendita e affitto

Con il decreto legge 145 art. 1 comma 7 del 23/12/2013, i contratti di compravendita immobiliare e di locazione devono avere una apposita clausola con la quale l’acquirente o l’affittuario dichiarano di aver ricevuto le informazioni e la documentazione, comprensiva dell’attestato, in merito all’attestazione della Prestazione Energetica. Copia dell’Attestato di Prestazione Energetica deve essere allegato al contratto, tranne per le locazioni di singole unità immobiliari. L’obbligo permane per la locazione di interi edifici.

Sono esclusi dall’obbligo i contratti non soggetti a registrazione, quali le locazioni di durata inferiore ai 30 gg all’anno. Ricordiamo inoltre che sono esclusi dall’obbligatorietà dell’attestato di prestazione energetica, e di conseguenza anche dell’obbligo dichiarativo o allegativo al contratto di locazione o vendita, i seguenti immobili:

  • box, cantine, autorimesse per i quali non è necessario garantire un confort abitativo
  • fabbricati isolati di superficie inferiore ai 50 mq
  • i ruderi
  • altre tipologie molto particolari (luoghi di culto, monumenti, etc). Si veda al riguardo Testo del decreto-legge 4 giugno 2013, n. 63

L’APE e le sanzioni previste per gli annunci

Ogni annuncio deve riportare l’indice di prestazione energetica e la classe energetica. In caso contrario il responsabile dell’annuncio incorre in una sanzione amministrativa d’importo compreso tra:

  • €500 e €3.000

L’APE e le sanzioni previste per i contratti

Nel caso in cui nei contratti di locazione o compravendita venga omessa la dichiarazione o l’allegazione, se dovuta, le parti che stipulano il contratto sono soggette al pagamento, in solido e in parti uguali, di sanzioni amministrative pecuniarie da:

  • da €3.000 a €18.000

che si riduce a una sanzione:

  • da €1.000 a €4.000 per contratti di locazione singole unità immobiliari
  • da €500 a €2.000 per contratti di locazione singole unità immobiliare non superiori a 3 anni

L’accertamento e la contestazione viene svolta dalla Guardia di Finanza all’atto di registrazione del contratto.

Guarda la video guida

L’esperta di CasaNoi, l’architetto Carmen Granata, spiega cos’è e come funziona l’Attestato di Prestazione Energetica.

 

Articolo scritto da:

Giuseppe Palombelli

Leggi tutti gli articoli
Laureato in scienze agrarie, ha lavorato in diverse realtà del settore immobiliare-finanziario: valutazioni estimative, manager in banche e società di distribuzione collegate (mutui fondiari retail e corporate), amministratore di società immobiliari e di costruzioni, altre organizzazioni. Da una sua idea imprenditoriale, condivisa in team, ha fondato CasaNoi

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

Lascia un commento

wpDiscuz