Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?
Le guide di CasaNoi

Il Diritto di abitazione

di CEO di CasaNoi.it 2 commenti in

Cos’è il diritto di abitazione?

Il diritto di abitazione appartiene alla categoria dei diritti reali su cosa altrui: è un diritto che riguarda un’abitazione di cui un altro è proprietario, che prende il nome di nudo proprietario.

Il diritto di abitazione differisce dall’usufrutto perché è molto circoscritto, ovvero ha come oggetto unicamente la casa. Il diritto di abitazione è incedibile ed è limitato all’abitare la casa, da parte del beneficiario e della sua famiglia. Rappresenta per il proprietario, la garanzia che la casa sia utilizzata solo dal titolare del beneficio e dai suoi familiari conviventi e da nessun altro.

Quali sono le differenze tra diritto di abitazione e usufrutto?

USUFRUTTO

  • alienabile (si può vendere immobile)
  • riguarda beni immobili di varia natura
  • si dispone del bene immobile (si può affittare, etc)

DIRITTO DI ABITAZIONE

  • inalienabile (non si può vendere immobile)
  • riguarda solo la casa
  • non si dispone del bene immobile (ci si può solo abitare)

Come si ripartiscono le spese e le imposte tra il nudo proprietario e l’usufruttario?

Al nudo proprietario competono le spese di straordinaria manutenzione e le imposte sulla proprietà.
Al titolare del diritto di abitazione spettano le spese di ordinaria manutenzione e le imposte sul reddito e IMU.

Quanto dura il diritto di abitazione?

Il diritto di abitazione non può durare oltre la vita del titolare: si estingue con la morte del beneficiario.

Articolo scritto da:

Giuseppe Palombelli

Leggi tutti gli articoli
Laureato in scienze agrarie, ha lavorato in diverse realtà del settore immobiliare-finanziario: valutazioni estimative, manager in banche e società di distribuzione collegate (mutui fondiari retail e corporate), amministratore di società immobiliari e di costruzioni, altre organizzazioni. Da una sua idea imprenditoriale, condivisa in team, ha fondato CasaNoi

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

2 Comments su "Il Diritto di abitazione"

Salve. Il nudo proprietario del bene al 100% è deceduto 7 anni fà. Sull’immobile esercitava il diritto di usufrutto sua madre, quest’ultima deceduta 3 mesi fà. La moglie, che è sempre convissuta con la suocera in quell’ appartamento, e si vede ricongiunta la sua quota di nuda proprietaria con il possesso e il godimento, può esercitare il diritto di abitazione?
Grazie 1000 per l’attenzione.
Saluti

Gentile Daniela, da quanto scrivi l’usufrutto si è estinto con la morte dell’usufruttuaria (la madre). Con l’estinzione dell’usufrutto il diritto della vedova si è trasformato da nuda proprietà in piena proprietà: pertanto la vedova (moglie) può disporre dell’immobile a suo piacimento. Perchè dovrebbe costituire un diritto di abitazione? Salvo che non ci siano altri comproprietari. Verifca bene a chi è intestato ora il bene. Un cordiale saluto. Giuseppe Palombelli Ceo CasaNoi

wpDiscuz