Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?
Le guide di CasaNoi

Cos’è la ristrutturazione edilizia?

di Geometra 60 commenti in

La ristrutturazione edilizia è così definita dal Testo Unico dell’Edilizia D.P.R. 380/01 all’art.3, comma 1, lettera d:Interventi rivolti a trasformare gli organismi edilizi mediante un insieme sistematico di opere che possono portare ad un organismo edilizio in tutto o in parte diverso dal precedente.
Il termine ristrutturazione spesso viene usato impropriamente. Fare un intervento edilizio in casa non sempre significa che la stiamo ristrutturando, ma più semplicemente che stiamo eseguendo lavori di manutenzione ordinaria o straordinaria. Facciamo chiarezza, distinguendo tra i lavori di ristrutturazione vera e propria, lavori di manutenzione ordinaria, lavori di manutenzione straordinaria e gli interventi di restauro e di risanamento conservativo

Quali sono i lavori di ristrutturazione edilizia?

I lavori di ristrutturazione sono interventi edilizi atti a trasformare gli edifici esistenti attraverso il ripristino, la sostituzione, la modifica o l’eliminazione di vecchi elementi architettonici o attraverso l’inserimento di nuovi elementi ed impianti. Ecco alcuni esempi:

  1. demolizione seguita dalla ricostruzione del manufatto conforme di sagoma e volume;
  2. trasformazione di superfici accessorie (come sottotetti o scantinati) in superfici utili (abitazioni);
  3. ampliamenti contenuti entro il 20% della volumetria esistente;
  4. cambio di destinazione d’uso;
  5. frazionamento di unità immobiliari;
  6. modifica dei prospetti dell’edificio.

Quali sono i lavori di manutenzione ordinaria?

Sono lavori di manutenzione ordinaria gli interventi edilizi necessari alla riparazione delle finiture e dei materiali esistenti di un edificio, come ad esempio:

  1. sostituzione di pavimenti, di impianti esistenti;
  2. rifacimento di un bagno, una cucina
  3. spostamento di una porta o di un tramezzo
  4. sostituzione e manutenzione di parti di impianti esistenti.

Quali sono i lavori di manutenzione straordinaria?

Sono lavori di manutenzione straordinaria quelle opere necessarie alla sostituzione e/o al rinnovamento di parti strutturali dell’edificio, come ad esempio:

Leggi  Ristrutturare casa in modo ecosostenibile
  1. sostituzione di infissi esterni e serramenti o persiane con serrande, con modifica di materiale e di tipologia di infisso;
  2. realizzazione e adeguamento di opere accessorie come canne fumarie, centrali termiche, scale di sicurezza, ascensori, ecc.;
  3. consolidamento delle strutture nelle fondazioni o in elevazione;
  4. rifacimento di scale e rampe.

Quali sono gli interventi di restauro e risanamento conservativo?

Gli interventi di restauro sono volti al recupero, alla conservazione e alla valorizzazione di immobili con un particolare valore storico, architettonico e ambientale e per tali lavori sono ammessi anche materiali e tecnologie diverse da quelli usati per la costruzione dell’edificio, purchè non siano in contrasto con il carattere complessivo di quest’ultimo.
Per risanamento conservativo, si intendono quei lavori atti al recupero igienico, funzionale e statico dell’edificio e si possono realizzare anche sulle strutture e sull’impianto planimetrico dell’immobile.

Articolo scritto da:

Stefano Gagliardi

Leggi tutti gli articoli
Lo Studio Tecnico Gagliardi opera prevalentemente a Roma e nel Lazio. Si rivolge a privati, imprese ed enti per aiutarli a trovare le soluzioni più efficaci a risolvere problemi in materia di beni immobili e compravendita

Ti potrebbero interessare

60 commenti su “Cos’è la ristrutturazione edilizia?
Inserisci un nuovo commento

  1. Salve,
    settimana prossima effettuerò rogito per acquisto prima casa (abitazione singola) ed appena avrò le chiavi, dovrò effettuare i seguenti lavori:
    – Rifacimento Totale del Bagno (incluso impianto elettrico, acqua, scarico, lavablo, box doccia, pavimento ecc));
    – Rifacimento pavimentazione su tutta la superficie della casa (senza rimozione del vecchio pavimento);
    – Rifacimento Impianto elettrico per tutta l’abitazione (con nuovi punti luci, prese ecc);
    – Controsoffitto in cartongesso a scopo nuovo impianto luce incassato ed isolante termico/acustico;
    – Porte interne e porta blindata di ingresso.
    Vorrei chiedere i seguenti quesiti:
    1) i lavori sopra indicati posso essere eseguiti senza alcuna comunicazione verso comune, asl ecc. in qualità di edilizia libera con modalità fai da te ?
    2) rientrano nei lavori Straordinari oppure ordinari ?
    3) Posso usufruire della detrazione IRPEF 50% o altre ?
    4) L’acquisto successivo dell’intera cucina (mobili+elettrodomestici) e camera da letto possono essere anche questi detratti ?
    Scusandomi in anticipo per le tante domante vi ringrazio per il vostro aiuto :).
    Grazie mille

    1. Gen.le sig. Giacomo,
      ecco le risposte:
      – i lavori sono alcuni di manutenzione ordinaria, altri di manutenzione straordinaria, per cui almeno per questi ultimi dovrebbe essere necessaria una Cila. Verifichi però che il suo Comune consente di realizzarli in autonomia
      – come conseguenza di quanto detto prima, alcuni sono detraibili e altri no
      – basta però anche un solo lavoro detraibile per avere il bonus mobili fino a 10.000 euro.
      Vista la complessità della materia, nel caso avesse bisogno di informazioni più dettagliate, le consiglio il mio servizio di consulenza sulle detrazioni fiscali:
      https://www.guidaxcasa.it/richiedi-consulenza-le-detrazioni/
      Cordiali saluti,

      arch. Carmen Granata
      tel. 081 19257549
      cell. 338 1286549
      http://www.guidaxcasa.it

  2. Salve, Sono proprietario di un vecchio immobile, che vorrei ristrutturare.
    Se demolisco e ricostruisco rispettando la vecchia volumetria, rientro nella detrazione anche se la sagoma risulterebbe diversa, per la creazione di un altro locale ottenuto, per la diversa distribuzione della volumetria? posso ampliare il 20% in piu? Grazie

  3. Buonasera,
    io avrei intenzione di acquistare un appartamento e su questo godere di bonus regionali fvg che mi comportano tra gli altri la “manutenzione straodinaria” volevo chiedervi tra un elenco di lavorazioni in quale famiglia ricadano:
    -sostituzione infissi/persiane a taglio termico
    -caldaia a condensazione
    -creazione di un tramezzo non portante che non divida tramite porta due ambienti adiacenti.
    L’appartamento è stato ristrutturato 10 anni fa e non ha bisogno di particolari interventi ma per necessità dovrei fare almeno una lavorazione che rientri in questa categoria entro i 2 anni dall’acquisto della casa.
    Potete darmi qualche consiglio?
    Grazie
    Federico

  4. Ho chiesto un progetto di ealizzazione di coibentazione e pavimentazione , ora inesistente, del lastrico solare ad uso esclusivo di mia proprietà in un immobile . di due piani. Lo consideravo un lavoro di manutenzione straordinaria ma il progetto mi è stato consegnato con la dicitura “manutenzione ordinaria”.

  5. Gentilissimi, volevi chiedere: se eseguo nel mio appartamento lavori di tinteggiatura (con modestissima riparazione dell’intonaco) in quale ambito mi trovo? manutenzione ordinaria?
    Vi ringrazio

  6. Gentilissimi,
    le spese di impermeabilizzazione del tetto e di sostituzione delle grondaie possono rientrare tra le voci previste per le detrazioni fiscali 2018? Almeno l’ impermeabilizzazione può essere considerata intervento di tipo conservativo?
    Ringrazio anticipatamente per la risposta

    1. Gen.le Paola,
      l’intervento di impermeabilizzazione non è di manutenzione straordinaria, per cui non è detraibile sulle singole unità abitative.
      I lavori sulle grondaie sono detraibili solo in caso di nuova installazione o sostituzione della situazione preesistente.
      Cordiali saluti,
      arch Carmen Granata

  7. Per riparazione tetto per coppi porosi e senza modifiche dello stesso. Bisogna comunicarlo al comune? Fa parte dell’edilizia libera?

  8. Buongiorno,
    io sto entrando in una casa appena comprata e dovrei fare i seguenti lavori: caldaia nuova con maggior risparmio energetico, rifacimento pavimentazione taverna, sostituzione porte rei con nuove e più sicure sempre in taverna, sostituzione porte interne, rifacimento bagni(solo piastrelle), nuova pavimentazione giardino (Fornitura e posa di massetto armato con rete elettrosaldata e successive piastrelle ), sistemazione impianto elettrico con sostituzione placche, allarme nuovo, imbiancatura, rifacimento 2 soffitti cartongesso, sostituzione parziale dei caloriferi e 1 spostamento,inferiate
    quindi se sostitusico la cucina solo nei mobili può rientrare nel bonus mobili?
    volevo capire cosa di questo “elenco” avesse il bonus detrazione, se tutto o in parte.
    La ringrazio in anticipo.
    Matteo

  9. Buongiorno, mi scuso in anticipo ma non riesco proprio a trovare le risposte che mi servono per poter fare il recupero fiscale in questa marea di informazioni, chiedo cosi gentilmente a voi di aiutarmi.
    Ho comprato un appartamento e devo fare dei lavori di ristrutturazione nello specifico cambiare l’ ubicazione del bagno, cioè ritornarlo alla stanza originale perchè adesso in un altro locale, a suo tempo fatta dal vecchio proprietario. Cambiare pavimenti, piastrelle, sanitari, porte e mobili.
    Chiedo:
    1 Che tipo di intervento si tratta? Ristrutturazione edilizia o manutenzione straordinaria?
    2 Devo richiedere la SCIA? Che documenti servono? Lo faccio io oppure l’impresa?
    3 Mi hanno detto che per poter recuperare il bonus mobili devo avere in nr pratica della SCIA ma che costa molti soldi e che forse vanifica il recupero che non arriva ai 10000€ di spesa.
    4 Non volessi recuperare i mobili posso fare a meno di aprire una SCIA?
    Grazie e buon lavoro

    1. Gentile Barbara,
      rispondo per punti.
      1. Si tratta di manutenzione ordinaria
      2. Se non ci sono opere strutturali deve presentare una Cila, la cui redazione non spetta né a lei né all’impresa, ma deve incaricare un ARCHITETTO.
      3. Le hanno detto un mucchio di sciocchezze. La Cila serve non per comprare i mobili, ma per fare i lavori e senza di essa si commette un abuso edilizio. Per quanto possa essere onerosa, tutti i costi sono detraibili (parcella dell’architetto, diritti di segreteria, bolli, ecc.).
      4. NO. Come le ho spiegato, indipendentemente dal bonus mobili e da tutte le detrazioni, il titolo abilitativo è INDISPENSABILE per poter fare i lavori.
      arch. Carmen Granata

  10. Il mio Comune mi chiede il versamento di oneri edilizi per una ristrutturazione di un sottotetto (pavimentazione e impianto elettrico) senza toccare l’esterno ne le finestre esistenti. E’ corretto ? Grazie

  11. Salve ho acquistato un appartamento e lo sto completamente ristrutturando, vorrei sapere se c’è un termine per completare i lavori ho letto da qualche parte che se non faccio il cambio di residenza entro un anno dall’ acquisto perdo i benefici per la ristrutturazione. È corretto o si riferisce ad altre cose questa affermazione??? Grazie

    1. Gentile Giuseppe:
      – ai fini dell’agevolazione fiscali all’acquisto devi trasferire la residenza nel Comune entro 18 mesi del rogito. Altrimenti rischi la Decadenza dalle agevolazioni fiscali all’acquisto – leggi la nostra Guida;
      – ai fini dell’esenzione IMU: ne hai diritto da quando trasferisci la residenza e utilizzi la casa come “abitazione principale”;
      – ai fini della detrazione delle spese di ristrutturazione: è sufficiente essere proprietari senza residenza; trovi tutte le informazioni sulla nostra Guida per le agevolazioni fiscali ristrutturazioni.
      Un cordiale saluto Giuseppe Palombelli

  12. Un mio amico a fatto una pavimentazione esterna alla sua casa e verrebbe sapere se le spese possono essere portate in detrazione

  13. Buon giorno, desidero sapere se il rifacimento completo del tetto, causa vetusta della casa, con infiltrazioni di acqua piovana , rientra tra la manutenzione straordinaria . La sostituzione della vasca da bagno con un box doccia, come viene considerato ?

    1. Il rifacimento completo, intende anche la struttura? In questo caso è manutenzione straordinaria. La sostituzione della vasca da bagno non è detraibile, come chiarito anche dall’Agenzia delle Entrate.
      arch. Carmen Granata

  14. Buongiorno, ho sostituito la caldaia del mio appartamento e eseguito lavori sulle parti comuni del condominio, contestualmente ho acquistato da un mobilificio una camera, vorrei sapere se la camera rientra nelle detrazioni fiscali del 50% .
    Nel ringraziarla anticipatamente cordiali saluti.

  15. Salve ho fatto richiesta per il piano casa della regione lazio per ampliamento della mia abitazione chiudendo 2 balconi. Ho aperto la pratica in comune per ampliamento ma insieme a questi lavori faremo anche la sostituzione degli impianti, bagni e degli infissi e vari altri lavori. Per richiedere l’iva al 10 % per l’acquisto dei materiali cosa devo fare? Posso accedere alle detrazioni per ristrutturazioni e in quale misura? come si fa a distinguere l’ampliamento dalla ristrutturazione? grazie mille

    1. Per i lavori indicati può avere l’Iva agevolata solo se acquista l’impresa che le fa i lavori. Per i lavori sull’esistente può avere la detrazione 50%. Sarà il suo architetto a portare una contabilità differenziata e permetterle di usufruire delle varie agevolazioni fiscali. architetto Carmen Granata

  16. Buongiorno. Ho acquistato un terra tetto diviso in due unità immobiliari distinte. Da atto notarile ho intenzione di unire i due immobili e renderli un’unica abitazione. Per far questo dovrò praticare un’apertura interna per far comunicazione i due piani. Nel contempo ho intenzione di modificare la planimetria interna della casa modificando tramezzature e qualche apertura, con conseguente rifacimento della pavimentazione. Dovrò anche riunire l’impianto di riscaldamento ed effettuare altre modifiche tipo cambio vetri alle finestre. Il mio architetto mi dice che i lavori che andremo ad eseguire rientreranno nella manutenzione straordinaria anche se io ‘insisto’ che trattasi di ristrutturazione. Come dobbiamo interpretare la norma? Grazie della risposta

  17. Buongiorno, ho acquistato appartamento e devo rifare completamente i due bagni anche rifacimento completo dell’impianto idrauico e l’intero pavimento dell’appartamento.
    Leggendo la guida dell’ AdE non mi è chiaro se tale intervento (rifacimento bagno) rientra nella manutenzione ordinaria o straordinaria. Se si posso avere le detrazioni fiscali su tutto il lavoro commissionato (compreso quello di rifacimento del pavimento dell’appartamento) ??
    Per me è importante capirlo ai fini delle detrazioni fiscali. Grazie per l’attenzione Teresa Pavia

    1. Il semplice rifacimento di un bagno esistente, con la sostituzione degli igienici e dei rivestimenti e senza l’aggiunta di sanitari o l’integrazione degli impianti esistenti, non è detraibile. architetto Carmen Granata

  18. Buonasera,ho acquistato un appartamento dove debbo rifare i bagni(piastrelle e sanitari ed impianto idraulico) e sostituzione delle mattonelle in cucina,vorrei sapere se debbo fare qualche comunicazione al comune per inizio lavori e se ho diritto alle detrazioni.
    Anticipatamente ringrazio.
    Saluti

    1. Gentile Giuseppe, ti rispondo per punti.
      Per le comunicazioni: sono lavori di manutenzione straordinaria e occorre comunicazione CILA.
      Per le detrazioni: dipende dall’entità dei lavori idraulici: se si tratta del completo rifacimento dell’impianto è detraibile, se è solo qualche riparazione o spostamento di punti di attacco, no. Saluti architetto Carmen Granata

  19. Buon giorno ,devo ristrutturare i due terrazzi del mio appartamento ,rientro nelle detrazioni fiscali é se si come devo far compilare la fattura dalla ditta edile che mi fa il lavoro (i terrazzi che devo ristrutturare sono in pessime condizioni ,pavimentazione ,travertino ,ripristino cemento armato dove necessita e nuova verniciatura). in attesa di una vostra risposta , saluti

    1. I lavori rientrano solo se per l’intervento realizza una pavimentazione in materiali differenti. Nella fattura la ditta deve semplicemente specificare i lavori realizzati e indicare come intestatario la persona che beneficerà delle detrazioni. Buona giornata. architetto Carmen Granata

  20. Buongiorno, ho acquistato un appartamento e vorrei trasformare l attuale cucina in salotto e l attuale salotto in cucina, i lavori prevedono lo spostamento di impianti del gas e attacchi dell’ acqua più realizzazione di una nuova cappa ma nessuna modifica muraria, ho diritto ad usufruire ella detrazione ? Ho ricevuto informazioni discordanti fino ad ora … C’è chi mi dice siano lavori di ristrutturazione ordinaria chi straordinaria . Vorrei capirlo x potere anche usufruire del bonus mobili, grazie

    1. A mio parere si tratta di interventi di manutenzione ordinaria e quindi non detraibili. Tuttavia in molti casi l’AdE li considera detraibili, per cui le consiglio di interpellare direttamente l’Agenzia e conservare la risposta scritta perché è quella che vale (anche nel caso in cui il Comune li considerasse interventi di m. o.). architetto Carmen Granata

  21. Buongiorno, ho un’abitazione di due piani. Al piano superiore si accede tramite scala scoperta che da su un porticato di circa 20 mq. Devo coprire la scala e chiudere il porticato. La chiusura della scala comporta la realizzazione di due muri con relativo solaio. Inoltre farò posare il cappotto esterno, cambierò infissi esterni ed interni, rifarò gli impianti elettrico e idraulico con sostituzione della caldaia è quindi dei pavimenti, saranno sostituite le tegole e le gronde, sarà sistemato il pavimento esterno circostante la casa. Ora vi chiedo se l’intervento è di ristrutturazione o di manutenzione straordinaria? Grazie per la cortese attenzione.

    1. A mio avviso si tratta di nuova costruzione: si trasforma uno spazio aperto in nuova volumetria. (Infatti per questo tipo di interventi è previsto il Permesso di Costruire). architetto Carmen Granata

  22. Buona sera sono Cristian le scrivo da cinisello Balsamo Provincia di Milano, io ho iniziato i lavori nel mio appartamento, dovremo: rifare impianto di riscaldamento da tradizionale a pavimento con relativa sostituzione caldaia e canna fumaria,naturalmente tirando su tutta la soletta; rifacimento totaleimpiantiidraulici sanitari ed impianti elettrici; demolizione del 90% deimuri interni e rifacimento in muratura con divisione diversa degli spazzi, abbassamento isolato, l’unica cosa che non andranno rifatti sono i serramenti tranne uno che dovra’ essere fatto nuovo perche’ andremo ad aprire una finestra per il nuovo bagno che (secondo bagno) che prima non cera……
    la mia domanda…..e’ possibile che tutto questo in pratica non rientri nella fattispecie della ristrutturazione ma solo della manutenzione straordinaria?
    e ho interpetrato bene se dico che al 65% posso detrarre oltre che lacaldaia a condensazione e ilnuovoimpianto di riscaldamento radiante tutte leopere necessariecome demolizione sottofondi e rifacimento pavimenti?
    Grazie mille in anticipo

  23. Salve, ho fatto dei lavori di ristrutturazione al mio appartamento, eseguiti da una ditta che successivamente ha montato gli infissi fornitimi da altra ditta ( la ditta di infissi ha fatturato direttamente a me) , non ho fatto comunicazione alla ASL competente, posso portare in detrazione le fatture di fornitura degli infissi oltre che la fattura della ditta che ha fatto i lavori?

    1. Non può portare in detrazione nulla, perché è in una situazione di irregolarità. Se l’AdE effettua dei controlli, può revocarle le detrazioni. A meno che non abbia chiuso il cantiere, fatta una nuova comunicazione per altri lavori, ecc. architetto Carmen Granata

  24. Buonasera , noi stiamo acquistando un immobile antecedente al 54 , dovremmo fare i seguenti lavori : pianellare , buttare giú alcuni muri e costruirne dei nuovi in cartongesso, impianto idrico ed elettrico nuovo a norma , rifacimento del bagno dal placcaggio ai sanitari , costruzione di un nuovo bagno di servizio , trasformazione di una finestra a porta finestra/ingresso . Trattasi di ristrutturazione o di manutenzione straordinaria? Grazie

    1. Gentile Roberta, la trasformazione della finestra in porta finestra rappresenta una modifica di prospetto. Quest’opera, unitamente agli altri lavori, a mio parere può essere considerata una ristrutturazione. Inoltre viene modificata la distribuzione degli spazi interni e quindi dovrà essere effettuato un nuovo accatastamento con la nuova rappresentazione grafica. Chiedi comunque conferma ad un tecnico anche per effettuare la corretta pratica edilizia (CILA – SCIA – etc). Un cordiale saluto Giuseppe Palombelli Ceo CasaNoi

  25. buongiorno, dovrei demolire pavimentazione esterna gettata in cemento armato sottostante e eventuale ripristino scarichi il tutto dovuto al cedimento del terreno, vorrei sapere se rientro in manutenzione straordinaria o ordinaria

  26. Buongiorno , dovendo rinnovare un appartamento in una casa di 4 , andremo ad aggiungerci dur locali che erano adibiti a cantina che diventeranno cucina e camera a seguito di aperture di porte e chiusure di altre.oltretutto scaveremo il pavimento per isilarlo causa forte umidita di risalita, in piu oltre al risanamento murature cambieremo infissi porte impianti con risc pavimento.tutto cio’ rientra in ristrutturazione e iva al 10 o solo manutenz straordinaria con iva 22 ? Grazie

  27. Buonasera, le chiedo gentilmente per conferma se l’esecuzione di lavori quali demolizione di piastrelle, rasatura e imbiancatura pareti con costruzione di cartongesso, lamatura e lucidatura del palquett con sostituzione di listelli, modifiche all’impianto elettrico per motivi estetici ma che aggiungono anche sicurezza essendo conformi a una più recente normativa rispetto all’impianto originale, modifiche all’impianto antintrusione per una maggiore sicurezza etc sono tutti lavori di manutenzione ordinaria e quindi non assoggettabili al bonus ristrutturazione? Di conseguenza anche l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici per questa stessa casa non sono soggetti al bonus mobili?
    Approfitto della sua competenza anche per chiederle in quali casi l’acquisto di un garage è detraibile poiché ho trovato su internet dei cenni in tal senso ma non ho ben compreso.
    Grazie mille anticipatamente

    1. Gentile Lucia, dalle opere da lei descritte ed in particolare le costruzioni in cartongesso e la modifica dell’impianto
      elettrico potrebbero rientrare nei casi della manutenzione straordinaria. Infatti realizzare opere in cartongesso per abbassare i soffitti utilizzando anche dei pannelli isolanti (in genere negli ultimi piani e comunque nei locali confinanti con terrazzi e/o locali non riscaldati)
      queste sono riconducibili alla manutenzione straordinaria poiché interventi finalizzati al risparmio energetico.
      La stessa cosa vale nell’ampliamento ed integrazione degli impianti ( la sola manutenzione e fedele sostituzione invece è manutenzione ordinaria). Per quanto riguarda l’acquisto del box la detrazione è applicabile, nei limiti dei costi sostenuti per l’edificazione e dimostrabili dal costruttore, solo in presenza di vincolo di pertinenza con l’abitazione .
      Cordialmente geometra Stefano Gagliardi

  28. Buongiorno
    Vivo in una cooperativa sociale, il consiglio di amministrazione ha deliberato di eseguire dei lavori di ristrutturazione edilizia comunicandoci che essendo una manutenzione ordinaria non vengono deliberati in assemblea con una eventuale delibera.
    I lavori comprendono: rifacimento totale della facciata interna – rifacimento totale dell’impianto elettrico (collocato in un’altra zona) quello idrico e sostituzione totale delle tegole del tetto.
    l’importo che dobbiamo sostenere noi soci è pari ha €1,100,000.00 .
    La mia domanda è : la tipologia dei lavori non riguardano più una manutenzione straordinaria?
    Sono andata in comune settore edilizio e ho solo saputo che è stata fatta una cia ma non avendo un numero di protocollo non posso sapere altro. Premetto che nel cartello di inizio lavori è stato segnato che i lavori sono di manutenzione ordinaria.
    Grazie e buon lavoro

    1. Gentile Faby, i lavori cosi come descritti ricadono nell’Art 3 c.1 Lettera A del D.p.R 381/01 e smi che recita “interventi di manutenzione ordinaria”, gli interventi edilizi che riguardano le opere di riparazione, rinnovamento e sostituzione delle finiture degli edifici e quelle necessarie ad integrare o mantenere in efficienza gli impianti tecnologici esistenti.
      Per quanto riguarda la necessità di approvazione in assemblea della delibera di tali lavori si rimanda all’eventuale regolamento condominiale, allo statuto della cooperativa ed al C.C. Cordialmente Geom Stefano Gagliardi

    1. Buonasera,
      sto per entrare nella mia prima casa,ho intenzione di buttare giù la parete di due metri con spessore 15cm che divide la cucina dalla sala.
      Immagino ci voglia un permesso specifico anche per la parete anche se non portante.
      Ma la cosa che mi preme di più è questa:
      posso accedere al bonus mobili con questo intervento di ristrutturazione?
      La ringrazio in anticipo.
      Saluti
      Antonio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *