Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?

Il MeCa (Mercato Milanese della Casa), una formula vincente

di 0 commenti

Il mercato immobiliare è ormai congestionato: le imprese di costruzione e i proprietari privati vorrebbero vendere o affittare, ma non trovano acquirenti; gli acquirenti, che vorrebbero comprare casa, non hanno le risorse finanziarie e l’accesso al credito è diventato problematico. Eppure, nonostante la domanda sia in calo, l’offerta dell’edilizia residenziale dà lievi segnali di ripresa, grazie al continuo calo di prezzi unito a una qualità più alta delle nuovi costruzioni. Lo testimonia la recente rivelazione di OSMI Borsa Immobiliare (Azienda Speciale della Camera di Commercio di Milano) i cui dati, specialmente, sul mercato immobiliare di Milano sono significativi. Nel capoluogo lombardo, si registra un lieve risveglio del settore edilizio. La città meneghina si conferma, di nuovo, il termometro d’Italia in quanto capace di intercettare per prima le crisi, ma capace anche di anticipare le riprese che poi si riversano su tutta l’economia nazionale.

 

In questo contesto, il 9 e il 10 novembre proprio a Milano si è svolto l’evento fieristico del Meca, il Mercato Milanese della Casa, promosso e organizzato da Osmi Borsa Immobiliare, dal Consiglio notarile di Milano, dalla Fimaa Milano Monza e Brianza e da Assimpredil Ance.

 

Il punto di forza della manifestazione è la centralità dell’utente finale: il cittadino che ha la possibilità di informarsi, entrare in contatto e comunicare direttamente con gli operatori e i professionisti del mercato.
Da tre anni a questa parte, il Meca è divenuto un appuntamento imprescindibile per tutti gli operatori del mercato che vogliono captare la domanda e offrire ai visitatori quante più risposte puntuali sulla compravendita e sulla locazione degli immobili, attraverso i convegni di approfondimento, le consulenze gratuite dei Notai e gli spazi espositivi allestiti dalle grandi cooperative di costruzione.

«Oggigiorno l’incontro e, soprattutto, l’ascolto della domanda costituisce un elemento fondamentale per rilanciare l’intero settore».
Ha giustamente osservato Vincenzo Albanese, Presidente FiMAA Milano Monza & Brianza

Cooperative Costruttrici

Ripartenza dalla domanda, conoscenza approfondita dei bisogni dell’utente, condivisione di informazioni tra il consumatore e la filiera immobiliare rappresentano la formula vincente del Meca.

 

L’edizione 2013 ha affrontato il tema delicato delle formule alternative all’acquisto della casa. Ha, inoltre, posto l’accento sul fatto che l’invenduto delle nuove costruzioni cresce perché il mercato delle sostituzioni è bloccato. Le modalità alternative del rent to buy, del buy to rent e della permuta immobiliare dovrebbero aiutare un mercato in crisi, ma, come spesso accade in Italia, il legislatore tarda a introdurre nuove norme che agevolino il mercato. I vuoti normativi, di conseguenza, non migliorano la situazione.
Il Meca, tuttavia, non si caratterizza solo come luogo dove si denunciano i malfunzionamenti del Bel Paese, ma soprattutto come una manifestazione in cui si propongono soluzioni concrete ai problemi del settore immobiliare.

Articolo scritto da:

Melina Forte

Leggi tutti gli articoli
Lavora come Seo Specialist a CasaNoi. In passato ha lavorato come redattrice web per la minimum fax, come stagista nell'area informatica presso il Comune di Roma e come stagista in architettura delle informazioni presso Eustema Spa. Collabora a Romaapiedi.com.

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *