Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?

Lighting design artigianale

di 0 commenti

3 lampade di carta rosa,arancione e giallo

Tramite la luce rendiamo gli ambienti più accoglienti, dunque scegliere l’illuminazione adeguata per ogni stanza della casa non è solo una necessità, ma un piacere. Tra i post precedenti vi ho proposto Speciali decorazioni luminose  e alcuni esempi di come  La natura ispira il light design. Oggi invece vorrei offrirvi spunti per un light design artigianale e per realizzare alcune lampade e dare un tocco di originalità alla vostra casa.

Semplice trasformare un lume Ikea

Se consideriamo la lampada sferica di carta bianca dell’Ikea come una superficie neutra su cui intervenire, le combinazioni creative possono essere infinite. E’ possibile ritagliare delle farfalle in cartoncino colorato, piegare le due ali e incollare, qua e là, il corpo centrale sulla lampada con la colla vinilica, per avere una lampada per la veranda o per la stanza dei bambini. Oppure possiamo ritagliare delle striscioline di carta velina di diverse sfumature dello stesso colore e incollarle sull’intera superficie seguendo il diametro della sfera. O ancora, si può ricoprire la lampada con dischetti colorati incollati come delle lische di pesce dopo averli fatti indurire immergendoli nella colla.

Medio – Bulbs lamp

lampadine a bulbo attaccate insieme compongono una sferaBulbs Unlimitedoffre alcuni kit per costruire autonomamente incredibili lampade e lampadari unendo insieme tante vecchie lampadine a bulbo. Il procedimento è molto semplice. I kit includono l’hardware necessario e uno speciale schema per marcare le lampadine. Si usa lo schema per segnare i punti di connessione sulla lampadina. Poi, in quei punti, si attaccano con la colla i bottoni a pressione e il gioco è fatto. Sarete voi a scegliere la forma da dare al lampadario.

Leggi  Impianto aspirapolvere centralizzato

Difficile – Lampade da vecchi oggetti in metallo

lampadario realizzato con due stampi del parrozzo, tipico dolce abruzzeseCaffettiere, padelle, pentole, vecchi ferri da stiro a vapore, teiere, grattugie e scolapiatti, sono oggetti comuni di vita quotidiana che, nelle mani di un collettivo nato da due artisti abruzzesi www.senzarteneparte.com, si trasformano in piccole originali creazioni luminose. Si tratta di eco-lampade tra cui la più curiosa è quella nata da due stampi per il parrozzo, tipico dolce abruzzese.  Se volete potete provarci anche voi, ma avrete bisogno degli strumenti adatti!

Tra idee più semplici e altre più complesse spero, anche questa volta, aver stimolato la vostra creatività. Le possibilità per illuminare i nostri ambienti domestici sono davvero tante e le continueremo ad esplorare insieme…

Articolo scritto da:

Martina Adami

Leggi tutti gli articoli
Critica e curatrice di arte contemporanea, vive e lavora a Roma. Al suo attivo vanta la realizzazione di mostre sia collettive sia personali; è stata assistente per una galleria d’arte, oltre ad essere collaboratrice di diversi artisti. Dal 2011 collabora con varie testate di arte contemporanea («Artribune», «Inside art», ecc.) scrivendo recensioni, interviste e articoli di approfondimento. Ha vissuto a Londra da dove è stata corrispondente estera per «Exibart», «Exibart International» e «Inside Art». Tra le esperienze più significative la collaborazione con l'Istituto Nazionale per la Grafica dove ha svolto ricerche bio-bibliografiche e seguito la digitalizzazione dell’archivio video. Adora girare in bicicletta, spostarsi da un'inaugurazione all'altra e visitare gli artisti nei loro studi. Il suo blog personale è www.martbug.it.

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *