Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?

La sedia Wishbone Chair di Hans Wegner

di 0 commenti

La Wishbone Chair

sedia wishbone chair, arch. Wegner Wishbone Chair versione classica
Wishbone Chair versione classica

La Wishbone Chair, il cui nome “ufficiale” è CH4, è una delle più famose sedie per tavolo da pranzo in legno, un vero e proprio capolavoro del design scandinavo.

La sedia fu progettata nel 1949 dal designer e architetto danese Hans Wegner ed è ancora prodotta da Carl Hansen & Son, che ogni anno ne presenta una versione speciale in edizione limitata in occasione dell’anniversario della nascita dell’autore.

Il suo particolare design si ispira alle sedie degli imperatori cinesi della dinastia Ming ed è contraddistinto da un caratteristico schienale sagomato a vapore a forma di Y. Da questa forma deriva proprio il soprannome Wishbone che significa “osso a forcella”.

Wegner è uno dei maggiori esponenti del cosiddetto organicismo, una corrente del modernismo che ha caratterizzato il design scandinavo e in particolare quello danese.

Con il suo lavoro ha progettato circa 500 sedie, di cui 100 entrate in produzione e alcune, come la Wishbone diventate vere e proprie icone.

Come è fatta la Wishbone Chair

La sedia è realizzata con legni provenienti da foreste danesi gestite in maniera sostenibile, soprattutto frassino, ciliegio e faggio.

Particolarmente confortevole è la seduta, realizzata con una incordatura di cavi di carta molto resistente e duratura.

Per mettere insieme i 14 elementi che la costituiscono e tessere a mano la seduta, occorrono circa tre settimane di lavoro e 120 metri di corda. La gran parte della lavorazione è infatti artigianale e richiede un procedimento manuale.

Le dimensioni della sedia sono: 45 cm (altezza della seduta), 76 cm (altezza complessiva), 51 cm (profondità) e 55 cm (larghezza).

Varianti di Wishbone Chair

Wegner era solito dipingere i prototipi di bianco per avere un migliore controllo di forme e dimensioni.
Sin dal suo progetto originario era presente però la possibilità di realizzare la sedia in 13 differenti colori, dal marrone rossiccio all’arancio rossastro e al verde scuro, passando per leggere variazioni di blu e viola e aggiungendo una gamma neutra dal bianco al nero.

Solo nel 2010, dopo oltre 60 anni dalla sua creazione, i colori sono stati portati a 25, con l’aggiunta del verde chiaro, del blu mare, del violetto tenue e pochi altri.

Oltre ai colori laccati, la sedia può essere rifinita nelle essenze naturali del faggio, della quercia e del rovere affumicato, mentre la corda intrecciata del sedile è disponibile in tre cromie: naturale, bianco o nero.

Edizione limitata della Wishbone per il 2019

sedia Wishbone Chair arch. Wegner edizione limitata 2019
Wishbone Chair edizione limitata 2019

Per celebrare il 105° anniversario della nascita di Wegner che ricorre il 2 aprile, Carl Hansen & Son presenta l’edizione 2019 acquistabile solo quel giorno.

La caratteristica di questa edizione speciale è la seduta, non più in carta intrecciata, ma in pelle di capra rossa, mentre la struttura è in noce con finitura a olio.

L’azienda mantiene questo appuntamento presentando una versione diversa ogni anno per celebrare il suo più importante designer, la cui opera fu caratterizzata proprio dalla sperimentazione continua di variazioni sul tema e da un costante impegno nel migliorare i suoi progetti.

Negli anni Novanta Wegner aveva sperimentato con l’azienda una versione della sedia con la seduta in cuoio che però non ha avuto un seguito, considerando che il materiale si sarebbe disteso con l’uso, impedendo un’aderenza perfetta intorno alle gambe della sedia.
Con le tecnologie odierne i tecnici di Carl Hansen & Son sono però riusciti a superare questo inconveniente garantendo la stabilità della pelle di capra.

Il costo consigliato per questa versione è di 1.275 euro più IVA.

Articolo scritto da:

Carmen Granata

Leggi tutti gli articoli
Architetto libera professionista e giornalista pubblicista. Si occupa di progettazione e consulenza immobiliare anche online. Servizi dello Studio di Architettura Granata

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *