Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?

Sostituzione infissi: detrazioni fiscali a rischio

di 0 commenti

La sostituzione degli infissi gode ancora di detrazioni fiscali?

Uno degli interventi edilizi per i quali più spesso si richiede la detrazione 50% Irpef è la sostituzione dei serramenti, in abitazioni private o condomìni.

bonus infissi

Il decreto legislativo 222/2016, noto come Decreto Scia 2, ha ridisegnato il panorama dei titoli abilitativi necessari per dare avvio all’attività edilizia e, nel farlo, ha classificato la sostituzione degli infissi tra gli interventi di manutenzione ordinaria, ovvero quelli realizzabili senza alcun titolo.

Il “declassamento” è stato di fatto ribadito con la pubblicazione del Glossario delle opere di edilizia libera, entrato in vigore nel marzo 2018.

Poiché le detrazioni fiscali sono ammesse, in caso di abitazioni private, soltanto per interventi che siano almeno di manutenzione straordinaria, questo cambiamento determina l’esclusione della sostituzione di infissi dagli interventi agevolabili?

La questione è stata sollevata da un contribuente che ha effettuato lavori di sostituzione, riparazione e rinnovamento dei serramenti esterni con contestuali lavori di rifacimento, riparazione e tinteggiatura della facciata, che ha posto un quesito all’Agenzia delle Entrate.

Il proprietario dell’immobile riteneva di poter continuare a usufruire delle agevolazioni fiscali, visto che le caratteristiche dell’intervento restavano di fatto le stesse e anche perché il fine del Decreto Scia 2 e del Glossario dell’edilizia è soprattutto quello della semplificazione burocratica degli adempimenti necessari per svolgere l’attività edilizia.

Via libera dell’Agenzia delle Entrate al bonus per la sostituzione dei serramenti

L’Agenzia delle Entrate ha tranquillizzato i contribuenti con la risposta n. 383/2019 dove afferma sostanzialmente che è ancora possibile continuare a godere del beneficio fiscale.

Il Fisco ha ribadito che gli interventi agevolabili sono quelli definiti dall’art. 16- bis del Testo unico delle imposte sui redditi, che cita le definizioni contenute alle lettere a) b), c), e d) dell’art. 3 del dpr 380/01 (Testo Unico dell’Edilizia).
Si tratta dei seguenti interventi:

  • manutenzione ordinaria
  • manutenzione straordinaria
  • ristrutturazione edilizia
  • restauro e risanamento conservativo.

La manutenzione ordinaria per il dpr 380/01 consiste in interventi di riparazione e sistemazione di opere di finitura esistenti, ed è per questo che la sostituzione degli infissi NON dovrebbe rientrare in questa categoria.

Nel Glossario dell’edilizia libera sono invece classificati come interventi di manutenzione ordinaria quelli di riparazione, rinnovamento e sostituzione delle finiture degli edifici e quindi in questo caso lo è anche la sostituzione infissi.

Tuttavia, non avendo il Glossario modificato l’art. 3 del TUE, l’Agenzia continua a fare riferimento a quella norma.

Pertanto la risposta al contribuente che aveva posto il quesito è stata affermativa anche per le opere di finitura necessarie al completamento dell’intervento, che risultano detraibili perché “assorbite” da quelle di categoria superiore.

Resta però un dubbio…

Nel formulare la risposta l’Agenzia ha però specificato che “la qualificazione dell’intervento dal punto di vista edilizio e urbanistico presuppone valutazioni di natura tecnica che esulano dalle competenze della scrivente.”.

Ha pertanto formulato un’apposita richiesta di parere al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per sapere se le novità apportate dal Glossario hanno effetto anche sul Testo Unico dell’Edilizia.

Come superare il problema

Cosa fare allora in attesa della pronuncia del Ministero? Ricordate che la sostituzione degli infissi è sempre detraibile ricorrendo al cosiddetto ecobonus, come intervento di riqualificazione dell’involucro edilizio.

Certo, i serramenti dovranno avere caratteristiche specifiche atte a garantire un miglioramento delle prestazioni energetiche dell’edifico, ma diciamoci la verità: chi è oggi che affronta la spesa per la sostituzione degli infissi per poi montarne altri che non garantiscano maggiore efficienza energetica?

Articolo scritto da:

Carmen Granata

Leggi tutti gli articoli
Architetto libera professionista e giornalista pubblicista. Si occupa di progettazione e consulenza immobiliare anche online. Servizi dello Studio di Architettura Granata

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *