Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?

La testiera del letto matrimoniale

di 0 commenti

L’importanza della testiera nel letto matrimoniale

Il letto matrimoniale è uno dei pezzi di arredamento più importanti della casa, uno di quelli che si scelgono una volta e poi difficilmente si cambiano nel corso degli anni.

Tra gli aspetti più importanti da valutare in fase di scelta c’è sicuramente la comodità di rete e materasso, fondamentali per un corretto riposo.
Dopo aver valutato questo aspetto, però, è giusto porgere la stessa attenzione anche all’estetica e al design.

Sarà necessario quindi indirizzarsi verso il modello di letto preferito, da scegliere in una vasta gamma di varianti. Si potrà ad esempio preferire una struttura in ferro o una in legno, un rivestimento in tessuto o uno in pelle.

Tra gli elementi che concorrono però a imporre personalità a un letto, va annoverata senza dubbio la testata o testiera.
Che sia imbottita e avvolgente o dal design più minimale, rappresenta senza dubbio l’aspetto che maggiormente risalta nel design complessivo del letto.

In questo articolo vedremo una breve rassegna di alcuni dei modelli di letto più interessanti in commercio, dove la testiera si caratterizza proprio per esserne l’elemento dominante.

Letto matrimoniale Bretagne di Poltrona Frau

Testata del letto matrimoniale Bretagne di Poltrona Frau
Bretagne di Poltrona Frau

Il letto matrimoniale Bretagne di Poltrona Frau fa parte della collezione di letti La Notte.

Il letto è contraddistinto da una misurata eleganza frutto di un design calibrato e armonioso, in cui spicca in maniera particolare la testata, dalla caratteristica forma arrotondata.

La struttura di questa testata è realizzata con un telaio in massello di pioppo e faggio con imbottiture a densità differenziata. E’ leggermente inclinata, in modo da favorire anche la lettura, resa ancora più confortevole dalla presenza dei cuscini.
La geometria avvolgente della testata diventa così protettiva come una conchiglia.

A questa forma particolare fanno da ideale contrappunto le linee essenziali della base e del giroletto, realizzati in multistrato di pioppo con leggera imbottitura in poliuretano espanso e ovatta poliestere.
Ritroviamo la stessa lieve stondatura nei piedini in alluminio color canna di fucile.

I rivestimenti disponibili consentono di ricreare in camera degli eleganti effetti decorativi.
E’ possibile abbinare la Pelle Frau del Color System o Nest per il giroletto e la testata al tessuto sfoderabile per i cuscini o, in alternativa, scegliere la versione del letto interamente rivestita in pelle.

Letto matrimoniale Natural di Twils

testiera del letto matrimoniale Natural di Twils
Natural di Twils

Il letto matrimoniale in legno Natural di Twils porta la firma di Meneghello Paolelli Associati.

Il design della prima testiera letto proposta da Twils presenta un deciso richiamo a intrecci e decorazioni tipici dell’estetica degli arredi outdoor.
La struttura portante della testiera è realizzata infatti mediante un doppio viluppo di rami e un montante intrecciati tra di loro.

Questo particolare effetto grafico conferisce alla testiera uno spiccato accento ornamentale. Il rapporto costante tra pieni e vuoti, il calore del legno naturale, l’intreccio multi livello e la forma semi avvolgente rendono la testiera Natural un elemento piacevole al tatto e alla vista.

Letto matrimoniale Twine di Horm.it

Testeria del letto matrimoniale Twine di Horm.it
Twine di Horm.it

Il letto matrimoniale in massello di noce canaletto Twine è prodotto da Horm.it su progetto di Matteo Thun e Antonio Rodriguez.

La testiera di questo letto è caratterizzata da listelli ortogonali che creano una griglia minimale ma di grande personalità.

Un elemento caratterizzante di questo letto è la cura artigianale con cui è realizzato, che ne esalta la purezza formale.

Queste le parti con cui è formato Twine:
– un giroletto in legno massello di noce canaletto
– una testiera indipendente, da fissare al muro, composta da listelli di legno massello di noce canaletto fissati tra loro mediante colle viniliche prive di formaldeide e metalli pesanti
– un piano armonico in pannello di multistrato di faggio pantografato e tinto
– longoni in metallo verniciato da fissare al giroletto
– piedini e piedino centrale in acciaio rivestiti in legno massello di noce canaletto.

Articolo scritto da:

Carmen Granata

Leggi tutti gli articoli
Architetto libera professionista e giornalista pubblicista. Si occupa di progettazione e consulenza immobiliare anche online. Servizi dello Studio di Architettura Granata

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *