Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?
Le guide di CasaNoi

L’ usufrutto di un immobile

di CEO di CasaNoi.it 46 commenti in

Cos’è l’usufrutto di un immobile?

L’usufrutto appartiene alla categoria dei diritti reali su cosa altrui: è il diritto che riguarda un bene di cui un altro è proprietario. Sul medesimo bene coesistono quindi due tipi di diritti: l’usufrutto e la nuda proprietà. I titolari di questi diritti prendono rispettivamente il nome di usufruttuario e nudo proprietario.

L’usufruttuario può disporre del bene come meglio crede, ovvero può utilizzare l’immobile a proprio vantaggio e ricavarne i relativi guadagni (esempio: canone di locazione). Esiste, però, un importante vincolo che l’usufruttuario deve rispettare: mantenere la destinazione economica del bene.

Per esempio, se l’usufrutto riguarda un ufficio in un condominio e, per motivi di carattere economico, l’usufruttuario volesse affittarlo come abitazione (ammesso che questo cambiamento fosse legalmente e tecnicamente possibile). L’usufruttuario non potrebbe effettuare questa trasformazione perché andrebbe a mutare la destinazione economica del bene.

Chi deve pagare le imposte comunali

Le imposte comunali sono a carico dell’usufruttuario. Non sono mai a carico del nudo proprietario.

IMU: è a carico dell’usufruttuario. In caso di utilizzo dell’usufruttuario come abitazione principale, l’usufruttuario ha diritto ad esenzioni/riduzioni previste dalla legge di Stabilità e/o delle delibere comunali.

TASI: è a carico dell’usufruttuario. In caso di utilizzo dell’usufruttuario come abitazione principale, l’usufruttuario ha diritto ad esenzioni/riduzioni previste dalla legge di Stabilità. Se l’usufruttuario affitta l’immobile la TASI è in parte a carico suo e in parte a carico dell’affittuario secondo quanto previsto dalla legge di Stabilità e/o dalle delibere comunali.

TARI: è a carico di chi effettivamente vive nell’immobile: usufruttuario o affittuario (se l’immobile è affittato).

Chi deve pagare le spese condominiali

Le spese condominiali ordinarie sono a carico dell’usufruttuario. Se l’usufruttuario affitta l’immobile sono a carico dell’affittuario. Se l’affittuario non paga, l’Amministratore del Condominio ha diritto a richiederle all’usufruttuario. Le spese condominiali straordinarie sono a carico del nudo proprietario.

La temporaneità dell’usufrutto

L’usufrutto è temporaneo: non può durare oltre la vita dell’usufruttuario (se è una persona giuridica, ovvero una società, oltre i 30 anni) e si estingue con la morte dell’usufruttuario (cioè non passa agli eredi). L’usufrutto può essere ceduto, ma il diritto si estingue alla morte del primo titolare.

Articolo scritto da:

Giuseppe Palombelli

Leggi tutti gli articoli
Esperto in valutazioni estimative e finanziamenti ipotecari per privati ed imprese, ha lavorato in Banche e Intermediari del Credito. E' amministratore di società immobiliari e Ceo di CasaNoi. Per contatti: giuseppe@casanoi.it

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

46 Comments su "L’ usufrutto di un immobile"

Buongiorno,volevo sapere se il marito lascia l’usufrutto della casa alla moglie, pur essendo conviventi, lei cosa deve pagare?

Gentile Stefano, sostanzialmente l’usufruttuario paga imposte, manutenzioni ordinarie, consumi e spese condominiali ordinarie. Non paga spese manutenzione straordinarie. Trovi le risposte nel post. Saluti Giuseppe Palombelli Ceo CasaNoi

Buongiorno, la mia compagna è proprietaria per metà, l’altra metà è della sorella, di una casa indipendente dove ha sempre vissuto con i genitori. Alla morte del padre, vedovo, avvenuta l’anno scorso, la mia compagna ha chiesto alla sorella se poteva lasciarle in usufrutto o con diritto di abitazione la rimanente metà in quanto non ha possibilità economiche per acquistare la metà dell’immobile. La sorella è contraria in quanto lei afferma che dovrebbe pagare l’ IMU come seconda casa e non è disposta perchè proprietaria già di diversi immobili. La mia domanda è: la proprietaria della nuda proprietà (la sorella),… Read more »

Gentile Maurizio, l’IMU la paga l’usufruttuario o il titolare di diritto di abitazione. Il semplice nudo proprietario non è tenuto al pagamento dell’IMU. Saluti Giuseppe Palombelli Ceo CasaNoi

Salve,
di un appartamento , sono titolare della quota di ½ in piena proprietà e della quota di ½ in nuda proprietà fermo restando il diritto di usufrutto su detta quota in favore di mia mamma .
Chi dovrebbe dichiararlo nel 730 ? Io o mia mamma ?
La ringrazio anticipatamente.
Salvatore

Gentile Salvatore, dovete dichiararlo entrambi; sono esentati solo i titolari di nuda proprietà. Ti riporto le istruzioni alla compilazione della dichiarazione redditi. Un cordiale saluto Giuseppe Palombelli 6. QUADRO B – Redditi dei fabbricati e altri dati Devono utilizzare questo quadro:  i proprietari di fabbricati situati nello Stato italiano che sono o devono essere iscritti nel catasto dei fabbricati come dotati di rendita;  i titolari dell’usufrutto o altro diritto reale su fabbricati situati nel territorio dello Stato italiano che sono o devono essere iscritti nel catasto fabbricati con attribuzione di rendita. In caso di usufrutto o altro diritto… Read more »

Buon pomeriggio ho bisogno di un chiarimento riguardante una donazione, le spiego:
Mio padre ha donato alle figlie un appartamento dividendolo 1/2 a me che accetto e acquisto il diritto di usufrutto vitalizio per la quota di 1/2 e l altra parte a mia sorella ….io vorrei metterla in affitto e le chiedo se io devo chiedere il consenso a mia sorella o hai miei genitori per effettuare la pratica e se perdo sei diritti sull’ immobile.
Grazie e distinti saluti
Vanessa

Gentile Vanessa, il contratto va sottoscritto da tutti gli usufruttuari, ovvero te per il 50% e tua sorella (se ho capito bene) per il restante 50%. Anche il reddito – ai fini impositivi – viene ripartito nelle quote tra gli usufruttuari. Un cordiale saluto Giuseppe Palombelli Ceo CasaNoi

Salve! Mia madre sta donando a me un appartamento con usufrutto suo!! Quello che vorrei sapere avendo io una sorella è cosa accade al momento in cui un giorno mia madre (usufruttuaria) sarà deceduta… ovvero sarò proprietaria totale dell’appartamento o sarà al 50% con mia sorella? Grazie in anticipo!

Gentile Cherie, tu sarai proprietaria della nuda proprietà dal giorno della donazione; al decesso di tua madre diventerai proprietaria esclusiva. Con l’apertura della successione il restante patrimonio di tua madre verrà distribuito tra gli eredi legittimi e testamentari (nel caso tua madre lasciasse un testamento). Gli eredi legittimi se non vengono soddisfatti con la quota di loro spettanza possono rivalersi sugli altri eredi e/o beneficiari di donazioni fatte in vita, promuovendo un’azione legale di “lesione di legittima”. Se ad esempio questa casa fosse l’unico bene di tua madre, tua sorella viene danneggiata dalla donazione fatta perchè non riceverebbe la quota… Read more »
1 2 3 5
wpDiscuz