Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?
Le guide di CasaNoi

L’ usufrutto di un immobile

di CEO di CasaNoi.it 14 commenti in

Cos’è l’usufrutto di un immobile?

L’usufrutto appartiene alla categoria dei diritti reali su cosa altrui: è il diritto che riguarda un bene di cui un altro è proprietario. Sul medesimo bene coesistono quindi due tipi di diritti: l’usufrutto e la nuda proprietà. I titolari di questi diritti prendono rispettivamente il nome di usufruttuario e nudo proprietario.

L’usufruttuario può disporre del bene come meglio crede, ovvero può utilizzare l’immobile a proprio vantaggio e ricavarne i relativi guadagni (esempio: canone di locazione). Esiste, però, un importante vincolo che l’usufruttuario deve rispettare: mantenere la destinazione economica del bene.

Per esempio, se l’usufrutto riguarda un ufficio in un condominio e, per motivi di carattere economico, l’usufruttuario volesse affittarlo come abitazione (ammesso che questo cambiamento fosse legalmente e tecnicamente possibile). L’usufruttuario non potrebbe effettuare questa trasformazione perché andrebbe a mutare la destinazione economica del bene.

Chi deve pagare le imposte comunali

Le imposte comunali sono a carico dell’usufruttuario. Non sono mai a carico del nudo proprietario.

IMU: è a carico dell’usufruttuario. In caso di utilizzo dell’usufruttuario come abitazione principale, l’usufruttuario ha diritto ad esenzioni/riduzioni previste dalla legge di Stabilità e/o delle delibere comunali.

TASI: è a carico dell’usufruttuario. In caso di utilizzo dell’usufruttuario come abitazione principale, l’usufruttuario ha diritto ad esenzioni/riduzioni previste dalla legge di Stabilità. Se l’usufruttuario affitta l’immobile la TASI è in parte a carico suo e in parte a carico dell’affittuario secondo quanto previsto dalla legge di Stabilità e/o dalle delibere comunali.

TARI: è a carico di chi effettivamente vive nell’immobile: usufruttuario o affittuario (se l’immobile è affittato).

Chi deve pagare le spese condominiali

Le spese condominiali ordinarie sono a carico dell’usufruttuario. Se l’usufruttuario affitta l’immobile sono a carico dell’affittuario. Se l’affittuario non paga, l’Amministratore del Condominio ha diritto a richiederle all’usufruttuario. Le spese condominiali straordinarie sono a carico del nudo proprietario.

La temporaneità dell’usufrutto

L’usufrutto è temporaneo: non può durare oltre la vita dell’usufruttuario (se è una persona giuridica, ovvero una società, oltre i 30 anni) e si estingue con la morte dell’usufruttuario (cioè non passa agli eredi). L’usufrutto può essere ceduto, ma il diritto si estingue alla morte del primo titolare.

Articolo scritto da:

Giuseppe Palombelli

Leggi tutti gli articoli
Laureato in scienze agrarie, ha lavorato in diverse realtà del settore immobiliare-finanziario: valutazioni estimative, manager in banche e società di distribuzione collegate (mutui fondiari retail e corporate), amministratore di società immobiliari e di costruzioni, altre organizzazioni. Da una sua idea imprenditoriale, condivisa in team, ha fondato CasaNoi

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

14 Comments su "L’ usufrutto di un immobile"

Salve mio marito è nudo proprietario insieme a suo fratello della casa che ha comprato quando abbiamo deciso di andare a vivere insieme dove in aggiunta la madre ha messo l usufrutto ma lei nn ha mai abitato con noi e nn ha mai pagato niente per le spese della casa adesso minaccia di volere soldi da noi perché occupiamo casa sua e di nn averli mai pagato l affitto come dobbiamo comportarci è arrivata addirittura a minacciarci dicendo che ci avrebbe sbattuti fuori di casa noi abbiamo due figli e dopo aver finito di pagare il mutuo nn possiamo… Read more »
Gentile Laura, cerco di riepilogare la questione. Sul piano giuridico l’usufruttuario può disporre del bene come meglio crede, ma deve pagare imposte e oneri condominiali e manutenzioni ordinarie. Nel vostro caso si tratta della madre di tuo marito e come usufruttuaria ha tutti il diritto di utilizzare la casa a suo piacimento, anche se non vi ha mai abitato. Quando avete acquistato la casa, probabilmente la signora ha sostenuto lo sforzo finanziario di pagare una parte del prezzo della casa corrispondente all’usufrutto. Se invece l’acquisto è stato effettuato con mutuo dovrebbe partecipare al rimborso della rata (da quanto scrivete non… Read more »

Se il figlio ha la nuda proprieta di una casa e ne usa una parte per aprire uno studio medico, la madre usufruttuaria perde l’usufrutto su quella parte?

Gentile Cynthia, l’usufruttuario non perde alcun diritto se una parte della casa viene utilizzata da un’altra persona. Nel tuo caso si tratta del figlio. Se ci sono problemi particolari forse conviene regolamentare l’uso con un contratto, ad esempio affitto stanza. Un cordiale saluto Giuseppe Palombelli Ceo CasaNoi

Abito in una casa del comune e ho ricevuto in eredità un appartamento in usofrutto ma che non voglio perché in un paese lontano come mi devo comportare

Gentile Lucia, puoi rinunciare all’eredità oppure vendere/donare il diritto d’usufrutto ad altri. Un cordiale saluto. Giuseppe Palombelli Ceo CasaNoi

Ho una casa di mia proprietà è mio padre aveva il usufrutto del immobile tramite un (inquilino).Adesso che mio padre non ce più ho ereditato io però anche il inquilino ha lasciato la casa.Devo pagare una tassa per far decadere il diritto del usufrutto?

Gentile Castillo, non devi pagare nulla. Il diritto d’usufrutto si estingue con la morte dell’usufruttuario. Tu come nudo proprietario sei diventato pieno proprietario alla morte di tuo padre. Ricordati di effettuare la variazione in catasto presentando certificato di morte di tuo padre. Un cordiale saluto. Giuseppe Palombelli Ceo CasaNoi

Se l usufruttuario a la residenza in altra casa e in altro paese può decadere l usufrutto?

Gentile Grazia, l’usufruttuario può disporre liberamente della casa: può affittarla, viverci personalmente, con la famiglia, etc. Dall’usufrutto non si decade… Un cordiale saluto Giuseppe Palombelli Ceo CasaNoi

wpDiscuz