Vuoi apparire su CasaNoi con la tua azienda?

La successione e le agevolazioni prima casa

di 310 commenti

Le agevolazioni prima casa in caso di successione e successivo acquisto

Successione e agevolazioni prima casaAbbiamo ricevuto molte domande da parte dei nostri lettori sulla possibilità di acquistare con le agevolazioni prima casa una nuova abitazione, quando già si possiede un’altra casa in eredità e per cui sono state pagate le imposte “prima casa” in sede di successione.

Cerchiamo di chiarire questo punto.

Non dobbiamo confondere le agevolazioni all’acquisto prima casa con le agevolazioni d’imposta prima casa in caso di successione.
Il legislatore non preclude a nessuno la possibilità di acquistare casa con le agevolazioni, neanche a chi ha ricevuto una casa per successione pagando le imposte ridotte.

Non si possono richiedere le agevolazioni prima casa per un successivo acquisto (a titolo oneroso), quando si verificano contemporaneamente queste due condizioni:

  • la persona possiede a titolo esclusivo o con il coniuge l’abitazione ricevuta in successione
  • l’abitazione ricevuta in successione ricade nello stesso comune dove si vuole acquistare la nuova casa

In tutti gli altri casi, si possono chiedere le agevolazioni al nuovo acquisto.
Ad esempio:

  • quando si possiede solo una parte dei diritti di proprietà: nuda proprietà, usufrutto, comproprietà / proprietà non esclusiva.
  • quando si ha la proprietà esclusiva (o con il coniuge) di un’abitazione situata in un comune diverso da dove si acquista

Le agevolazioni prima casa in caso di donazione o successione quando si possiede un’abitazione acquistata (a titolo oneroso) con le agevolazioni fiscali

Viceversa non è possibile usufruire della agevolazione per l’acquisto gratuito (donazione e successione) se si possiede un’abitazione acquistata a titolo oneroso con agevolazione prima casa .

Riportiamo due domande poste dai nostri lettori e le relative risposte del notaio.

La domanda del lettore

Sono sposato in separazione dei beni. Mia moglie possiede una casa avuta in eredità ed io ne possiedo una acquistata come prima casa. Ora ne stiamo acquistando un’altra sempre nello stesso comune, mia moglie può beneficiare delle agevolazione prima casa?

La risposta del notaio Federico Alcaro

Sua moglie può acquistare con le agevolazioni fiscali prima casa solo se l’abitazione che acquista ricade in un comune diverso dall’abitazione ricevuta in eredità. Infatti, la normativa esclude dalle agevolazioni coloro che possiedono a titolo esclusivo o con il coniuge un’altra abitazione situata nello stesso comune dove si vuole acquistare.

La domanda della lettrice

Nel 2010 ho ricevuto per successione la nuda proprietà di un appartamento a Roma, usufruendo delle agevolazioni di prima casa. Ora vorrei acquistare un appartamento nello stesso comune e vorrei sapere se posso richiedere nuovamente le agevolazioni per la prima casa.

La risposta del notaio Federico Alcaro

La risposta alla sua domanda è positiva.
Infatti, tra i requisiti prescritti per accedere alle agevolazioni all’acquisto della prima casa, è previsto che:

1) il richiedente non sia titolare esclusivo o in comunione con il coniuge dei diritti di proprietà, usufrutto, uso o abitazione di altra casa di abitazione nel medesimo comune.
Come vede in questo elenco manca la nuda proprietà.

2) il richiedente non sia titolare esclusivo o in comunione con chicchessia della proprietà, usufrutto, uso, abitazione o nuda proprietà di altra casa acquistata con le agevolazioni prima casa.
Questo elenco, invece, comprende la nuda proprietà.

Tuttavia, molte circolari dell’Agenzia delle Entrate hanno aderito alla tesi per cui il godimento dell’agevolazione in sede di dichiarazione di successione non preclude l’ accesso all’agevolazione in caso di successivo acquisto a titolo oneroso, come nel suo caso. Pertanto, fintanto che lei pagherà un prezzo per il suo nuovo appartamento, potrà serenamente richiedere le agevolazioni.

Articolo scritto da:

admin

Leggi tutti gli articoli
CasaNoi è il sito verticale sulla casa, con tante guide, informazioni e notizie utili, consultato ogni giorno da chi la vuole arredare, ristrutturare (interni ed esterni), dotare di nuovi impianti, acquistare, affittare. Le rubriche del blog: Ristrutturazione, Arredamento e Fai da te, Ecologia e domotica, Architettura, Terrazzi e giardini, Attualità e legislazione, Mercato immobiliare, Compravendita e Affitto e molto altro.

Ti potrebbero interessare

310 commenti su “La successione e le agevolazioni prima casa
Inserisci un nuovo commento

  1. Buongiorno, nel 2009 , morto mio padre abbiamo ereditato 2 immobili io e mia madre, rispettivamente al 25 e 75 per cento, mia madre ebbe come abitazione principale la sua e io l’altra.
    Dopo 13 anni muore mia madre, posso avere l’agevolazione adesso nuovamente per il restante 75 per cento, posso averla sulla casa di mia madre o su quella che all’epoca ( sempre al 25 era la mia?)

    1. Lei può avere l’agevolazione sulla restante quota dell’abitazione per la quale ha già usufruito dell’agevolazione (la casa dove vive=abitazione principale). Un cordiale saluto Giuseppe Palombelli

  2. Buonasera… Vorrei sottoporvi il mio quesito…. Sono proprietario per 1/3 con mia madre e mio fratello di una casa in cui abito e risiedo insieme a loro…. Ho acquistato una casa( di cui sono l unico proprietario) in costruzione e nello stesso comune e in cui andrò ad abitare con la mia futura non appena terminato i lavori. Posso usufruire dell IVA agevolata al 4% per i lavori che dovrò fare visto che la struttura ha solo i muri esterni ed è completamente da finire?
    Grazie

    1. Gentile Paola, l’importante è che lei non abbia usufruito delle agevolazioni fiscali per acquistare il terzo della casa già posseduta. Se questa comproprietà è pervenuta per successione non ci sono ostacoli. Un cordiale saluto Giuseppe Palombelli

  3. Buongiornom
    mio marito ha ereditato nel 2019 la quota di 1/2 (e 1/ il fatello) di un immobile dal padre deceduto; il mese scorso ha acquistato un immobile nello stesso comune usufruendo delle agevolazioni per la prima casa; ora stanno registrando la successione (la madre ha fatto espressa rinucia all’eredità) che si è però aperta nel 2019; può usufruire delle agevolazioni prima casa anche se ha già acquistato un immobile?

    1. Gentile Francesca, suo marito a mio parere non può chiedere le agevolazioni prima casa in fase di successione. Magari ne ha diritto qualche altro erede e suo marito ne può beneficiare. Si informi dal professionista che cura la successione. Un cordiale saluto. Giuseppe Palombelli. Fondatore CasaNoi, esperto in valutazioni estimative, compravendite e credito immobiliare. Consulente del credito. Contatti per consulenza mutui

  4. Buongiorno
    Avrei una domanda da porre: fino al due luglio ero proprietaria di nuda proprietà di un appartamento di cui mia madre era usufruttuaria. Premetto che ho contratto un mutuo a fine dicembre per costruzione di prima casa nello stesso comune in cui è ubicato l’appartamento e, sempre a fine dicembre, ho stipulato un preliminare con la ditta di costruzione ma fra il lockdown e altre difficoltà la costruzione inizierà a giorni. Purtroppo mia madre è venuta a mancare il 2 luglio e io ho così acquisito la totale proprietà dell’appartamento. Posso usufruire ancora delle agevolazioni per prima casa?

    1. Gentile Lorella, purtroppo credo che lei non abbia diritto all’agevolazione prima casa, in quanto proprietaria esclusiva di altra abitazione nello stesso comune dove sta costruendo. Potrebbe riacquisire il diritto se cede in tutto o in parte i diritti di proprietà della casa dove abitazva sua madre. Un cordiale saluto. Giuseppe Palombelli. Fondatore CasaNoi, esperto in valutazioni estimative, compravendite e credito immobiliare. Consulente del credito. Contatti per consulenza mutui

  5. Buonasera,vorrei avere dei chiarimenti riguardo un appartamento ereditato ed eventuale altro acquisto. Dopo il decesso di mia madre io e mio fratello eredi faremo una successione, e ci è stato detto di usufruire delle agevolazioni per imposte ipotecarie e catastali della prima casa. Nel appartamento ereditato vive mio fratello invalido ,mentre io sposata vivo nello stesso comune in una casa di proprietà di mio marito (acquisto precedente al matrimonio). Non ho nulla di intestato. In séguito a separazione posso acquistare ed intestarmi una casa nello stesso comune usufruendo delle agevolazioni prima casa? Grazie

    1. Gentile Maria, la comproprietà della casa ricevuta in successione non preclude le agevolazioni.
      Lei ha diritto a pagare imposta agevolata per l’acquisto di un’abitazione. Un cordiale saluto. Giuseppe Palombelli. Fondatore CasaNoi, esperto in valutazioni estimative, compravendite e credito immobiliare. Consulente del credito. Contatti per consulenza mutui

  6. Io e mia moglie abbiamo acquistato nel 1997 un’abitazione usufruendo dell’agevolazioni prima casa. Nel 2011 mia moglie (figlia unica) è entrata in possesso dell’immobile dei suoi genitori per successione. La casa ad oggi non è abitata e necessiterebbe di importanti lavori di ristrutturazione. La domanda è la seguente: se noi vendiamo l’immobile dove adesso risiediamo e riacquistiamo un nuovo alloggio nello stesso comune possiamo usufruire dell’agevolazioni prima casa oppure no considerando che mia moglie è entrata in possesso per eredità di un immobile situato nello stesso comune. Grazie per la risposta.

    1. Gentile Sergio, sua moglie è proprietaria ESCLUSIVA di abitazione e pertanto non può richiedere agevolazioni fiscali all’acquisto di un’altra abitazione nello STESSO COMUNE . Un cordiale saluto. Giuseppe Palombelli. Fondatore CasaNoi, esperto in valutazioni estimative, compravendite e credito immobiliare. Consulente del credito. Contatti per consulenza mutui

  7. Siamo tre fratelli abbiamo un appartamento di proprietà .se volessi comprarla liquidandoli .posso richiedere l’agevolazione come prima casa.

    1. Gentile Jean Pierre
      devi verificare se possiedi i requisiti.
      Possedere già una quota dell’immobile (immagino pervenuta per successione) non significa che non puoi richiederle. Trovi tutte le informazioni nella Guida agevolazioni fiscali acquisto prima casa. Un cordiale saluto. Giuseppe Palombelli. Fondatore CasaNoi, esperto in valutazioni estimative, compravendite e credito immobiliare. Consulente del credito. Contatti per consulenza mutui

  8. Salve, qualche anno fa ho ereditato per successione una quota di una casa dove ancora oggi abita mio padre, io vivo in un altra abitazione in affitto. Dovrei comprare questa casa dove perora sono in affitto, posso avere le agevolazioni prima casa essendo in possesso di una quota dell’altra abitazione? Grazie mille..

    1. Ah, ho dimenticato a specificare che la casa che ho intenzione di acquistare si trova nello stesso comune di quella dove ho ereditato la quota.

    2. Gentile Gianni, lei può tranquillamente richiedere le agevolazioni fiscali per l’acquisto prima casa. Ne ha diritto perchè possiede solo una quota di proprietà pervenuta per successione. Un cordiale saluto. Giuseppe Palombelli. Fondatore CasaNoi, esperto in valutazioni estimative, compravendite e credito immobiliare. Consulente del credito. Contatti per consulenza mutui

  9. Salve,
    sono proprietario del 10% della casa dove vivo con i miei genitori e fratelli, casa ereditata da mio padre alla morte dei suoi genitori. Vorrei acquistare una casa in un comune diverso da quello di residenza e vorrei sapere se posso chiedere le agevolazioni fiscali prima casa.
    Grazie

  10. Salve, 4 Nipoti devono presentare la Successione per la morte prima della nonna (50% della proprietà’, l’altro 50% era dell’unica figlia) morta nel 2004 e poi la successione della mamma morta nel 2019.Ora mi chiedo i nipoti possono usufruire delle agevolazioni di prima casa sulla successione della Nonna, in quanto la mamma era residente all’epoca del decesso??

    1. Per la prima successione, è possibile applicare imposte ridotte se almeno uno degli eredi aveva (ed ha esercitato) il requisito per le agevolazioni. La mamma (che abitava nella casa) ne aveva diritto se non possedeva altre abitazioni acquisite con le agevolazioni prima casa (per donazione/successione/acquisto). Un cordiale saluto. Giuseppe Palombelli. Fondatore CasaNoi, esperto in valutazioni estimative, compravendite e credito immobiliare. Consulente del credito. Contatti per consulenza mutui

  11. Buongiorno,
    io e mio marito, in regime di comunione, stiamo procedendo all’acquisto di un immobile.
    Mio marito è proprietario dell’appartamento in cui risiediamo oggi, ottenuto tramite donazione, sito nel medesimo comune. Io non sono proprietaria dell’appartamento, che non è entrato in comunione, ho solo li la residenza.
    Possiamo usufruire dei benefici prima casa entrambi?
    Se non fosse possibile farlo per entrambi, possiamo intestarci quote diverse dell’immobile pur in regime di comunione?

    Grazie

    1. Gentile lettrice, in comunione dei beni i coniugi acquistano al 50%. Lei può avvalersi dell’imposta agevolata per l’acquisto se non possiede altre abitazioni acquistate con i benefici fiscali (su tutto il territorio nazionale). Suo marito no. Un cordiale saluto. Giuseppe Palombelli. Fondatore CasaNoi, esperto in valutazioni estimative, compravendite e credito immobiliare. Consulente del credito. Contatti per consulenza mutui

  12. Salve, nel 2001, a seguito della morte di mio padre, mia madre e mia sorella hanno fatto una donazione a mio favore delle loro quote relative ad una abitazione oggetto della predetta successione. Faccio presente, però, che mia madre si è riservata il diritto di usufrutto vitalizio nella medesima abitazione stabilendone ovviamente anche la residenza. In questo contesto io posso acquistare un appartamento sito nello stesso comune ove è presente la casa domatami richiedendo le agevolazioni prima casa? Faccio anche presente che in sede di successione e donazione non si è usufruito delle agevolazioni prima casa. Grazie per la collaborazione.

    1. Gentile Sergio lei ha diritto a richiedere le agevolazioni all’acquisto di un’abitazione. Dovrà avere o trasferire la residenza nel comune dove ricade l’immobile. Se trasferisce la residenza nell’immobile acquistato ha inoltre diritto all’esenzione IMU con decorrenza dalla data di trasferimento. Un cordiale saluto. Giuseppe Palombelli. Fondatore CasaNoi, esperto in valutazioni estimative, compravendite e credito immobiliare. Consulente del credito. Contatti per consulenza mutui

      1. Salve, se io in sede di successione avessi usufruito dei benefici prima casa potrei richiederli di nuovo per un successivo acquisto a titolo oneroso nello stesso comune? Mi è sorto un dubbio se ne ho beneficiato oppure no. Grazie ancora x la collaborazione

    2. Per la precisione mia sorella ha donato la sua quota a me, io e mia madre siamo proprietari quindi, a seguito della successione, al 50 per cento, con mia madre che si è riservata il diritto di abitazione. Ricordavo male. Non credo che cambi qualcosa giusto? Grazie per la collaborazione.

      1. Scusi per l’insistenza, l’atto di successione è avvenuto nel 2001, l’atto di donazione da parte di mia sorella è avvenuto a febbraio 2002. Non so se per la donazione abbiamo usufruito delle agevolazioni. Se si anche in questo caso posso usufruire di nuovo per l’acquisto a titolo oneroso per immobile ubicato nello stesso comune di quello ereditato e poi donato? Grazie ancora e mi scusi tanto

  13. Buongiorno, sono in fase di costruzione di una casa con IVA agevolata prima casa (4%). Terminerò i lavori tra circa un anno. Oltre a questa non possiedo altri immobili/terreni. Ora, causa decesso di mio padre, verrò a ereditare in successione il 25% della casa dei genitori. Il rimanente 75% sarà di mia madre che già ne possedeva il 50%, risiede nella casa e in successione chiederà agevolazione prima casa. Premetto che, anche se sono conuigato in separazione dei beni, ho mantenuto la residenza nella casa dei genitori. La casa in costruzione è in altro comune della casa dei genitori.Vorrei sapere se con questa nuova situazione potrò continuare ad avere l’IVA l’agevolata al 4% sulla costruzione della nuova casa. In caso negativo forse potrei rimandare la successione di un anno in attesa di terminare i lavori?!?! Ringrazio anticipatamente per una risposta e saluto.

    1. Gentile Roberto,
      le agevolazioni all’acquisto/costruzione prima casa spettano anche se si possiedono quote di abitazioni pervenute per successione.
      Lei dovrà però trasferire la residenza nella casa in costruzione alla fine dei lavori. Il termine è triennale ma le consiglio di trasferire la residenza il prima possibile. Un cordiale saluto. Giuseppe Palombelli. Fondatore CasaNoi, esperto in valutazioni estimative, compravendite e credito immobiliare. Consulente del credito. Contatti per consulenza mutui

  14. Io e la mia compagna abbiamo acquistato un terreno su cui costruire la prima casa.
    Qualche anno fa la mia ragazza, a causa della morte della madre ha ereditato parte della casa in divisione col padre e le sorelle..(non so se avevano usufruito di agevolazione prima casa)
    Il terreno si trova nello stesso comune ed è cointestato tra me e lei…possiamo usufruire dell iva agevolata al 4%?

    1. Gentile Simone,
      potete chiedere applicazione iva agevolata 4%. La comproprietà di abitazione pervenuta per donazione non preclude questa possibilità. Un cordiale saluto. Giuseppe Palombelli. Fondatore CasaNoi, esperto in valutazioni estimative, compravendite e credito immobiliare. Consulente del credito. Contatti per consulenza mutui

  15. Ho acquisito per successione il 50% di un’immobile acquistato molti anni fa a Milano, in comproprietà con la moglie, utilizzando le agevolazione prima casa.
    Come unico erede, e continuando ad abitare nell’immobile anche dopo il decesso della moglie, ho applicato i benefici prima casa nella dichiarazione di successione (tassa ipotecaria e catastale in misura fissa di Euro 200).
    Nel corso dell’anno successivo ho acquistato un appartamento a Genova, come 2° casa (senza quindi richiedere i benefici fiscali per prima casa).
    A poco meno di 2 anni dalla successione, ho venduto l’appartamento ereditato a Milano (che abitavo ancora come prima casa), e trasferito la mia residenza nell’altro appartamento posseduto a Genova, divenuto quindi mia nuova prima casa.
    Vorrei sapere se la vendita (entro i 5 anni dalla successione) dell’appartamento di Milano fa decadere comunque i benefici utilizzati nella dichiarazione di successione, anche se ho contestualmente trasferito la mia residenza nell’altro appartamento di Genova (acquistato senza i benefici 1° casa).
    Non trovo chiari esempi simili per chiarirmi il caso, quindi mi rivolgo a Voi per un supporto qualificato.
    Grazie, cordiali saluti

  16. Buongiorno,
    Ho ereditato il 25% della casa in cui abito con mia madre e sono in procinto di acquistare casa nello stesso comune. Posso usufruire delle agevolazioni prima casa?

  17. Buongiorno sono proprietaria x avvenuta successione( dopo il matrimonio)della mia prima casa.io e mio marito (che non ha proprietà) abbiamo la comunione.in attesa di vendere questa proprietà, acquistaremmo un’altra casa sempre nello stesso comune .la intestiamo a mio marito.e’ possibile avere l’agevolazione fiscale al 2%.?

    1. Gentile Roberta, in comunione dei beni acquisterete entrambi: sicuramente a tuo marito verrà applicata l’imposta ridotta (sulla quota del 50%); tu pagherai imposta piena sul restante 50% se possiedi in via esclusiva la casa ereditata e se questa ricade nello stesso comune dove acquisti. Se invece passate alla separazione dei beni, tuo marito potrebbe intestare la nuova casa in via esclusiva e pagare imposta ridotta per intero. Un cordiale saluto. Giuseppe Palombelli. Fondatore CasaNoi, esperto in valutazioni estimative, compravendite e credito immobiliare. Consulente del credito. Contatti per consulenza mutui

  18. Buongiorno,
    alla morte di mio padre a ottobre 2014, con la successione mia madre, già proprietaria del 50% della prima casa, ne ha ereditato l’altra metà insieme ai quattro figli (ora ne ha il 75% di possesso). Nella successione ha usufruito dei benefici “prima casa” e ha continuato a viverci.
    La domanda è: può oggi mia madre acquistare un altro appartamento nello stesso comune usufruendo dei benefici prima casa (ovviamente vendendo quella ereditata entro 12 mesi dal nuovo acquisto)? oppure deve fare passare i 5 anni dalla successione (ottobre 2019)?
    grazie

    1. Gentile Aldo, certamente sua mamma può richiedere le agevolazioni all’acquisto di una casa nello stesso comune se vende prima del nuovo acquisto o nei successivi 12 mesi. Un cordiale saluto. Giuseppe Palombelli. Fondatore CasaNoi, esperto in valutazioni estimative, compravendite e credito immobiliare. Consulente del credito. Contatti per consulenza mutui

  19. Buonasera, mio marito nel 2016 ha ricevuto con i fratelli una quota di un’immobile per successione della mamma, usufruendo dell’agevolazione per abitazione principale. Ora purtroppo è venuta a mancare il papà che era proprietario esclusivo di un altro immobile. Nella successione è possibile usufruire nuovamente delle agevolazione per prima casa , magari mettendo l’altro fratello come titolare dei requisiti? Successivamente hanno intenzione di fare un atto di donazione per cedere le proprie quote l’un l’altro in modo da essere ognuno titolare al 100% di un immobile ciascuno. Nell’atto di donazione possono usufruire sempre dell’agevolazione oppure non essendo ancora trascorsi 5 anni ciò comporta la rettifica delle agevolazioni ?

    1. Gentile Angela, per l’imposta ridotta sulle successioni è sufficiente che un erede abbia i requisiti e richieda la tariffa ridotta (200+200€ in misura fissa). Dal suo commento non è ben chiaro di quanti immobili (unità immobiliari) si tratti. Vi suggerisco di perfezionare la successione con un notaio e studiare i successivi passaggi. Forse è possibile una divisione immobiliare che ha costi fiscali più contenuti. Un cordiale saluto. Giuseppe Palombelli. Fondatore CasaNoi, esperto in valutazioni estimative, compravendite e credito immobiliare. Consulente del credito. Contatti per consulenza mutui

      1. Si tratta di due immobili, uno intestato solo alla mamma già oggetto di fruizione di agevolazioni , e l’altro intestato al 100% al papà per il quale si chiede se è possibile usufruire nuovamente delle imposte fisse.

        1. Gentile Angela, ti confermo che per l’imposta ridotta sulle successioni è sufficiente che un solo erede abbia i requisiti e richieda la tariffa ridotta (200+200€ in misura fissa). Ti consiglio di effettuare la successione da un notaio per impostare atti successivi. GP

  20. Buongiorno,
    io sto per ricevere in successione una quota della casa di mio padre in seguito alla sua morte. Siamo io ed altri due figli, più mia mamma e vorremmo ottenere la successione con le agevolazioni prima casa, io non sono proprietario di nessun altro immobile in Italia, così come mia madre e mia sorella, mentre mio fratello possiede già una “prima casa” in un comune diverso da quello in cui è ubicata la casa oggetto di successione. La mia domanda è questa: nel caso richiedessi le agevolazioni prima casa adesso, potrò richiederle per un eventuale futuro acquisto di un’altra casa? Se si, solo in un comune diverso? Inoltre, se in futuro i miei fratelli e mia mamma volessero donarmi la loro quota, sarebbe possibile farlo sempre con le agevolazioni? Oppure è necessaria una cessione a titolo oneroso?
    Grazie

    1. Gentile Andrea, potete applicare l’imposta di successione ridotta perché vostra madre abita nella casa. L’applicazione di imposta ridotta nella successione non pregiudica la possibilità di richiedere agevolazioni fiscali all’ACQUISTO della prima casa. Non ci sono vincoli territoriali. Lei può acquistare dove vuole. L’unico obbligo è avere la residenza nel comune dove si acquista o trasferirla entro 18 mesi dal rogito. Un cordiale saluto. Giuseppe Palombelli. Fondatore CasaNoi, esperto in valutazioni estimative, compravendite e credito immobiliare. Consulente del credito. Contatti per consulenza mutui

  21. due coniugi hanno acquistati al 50% una seconda casa non di lusso. Per motivi di lavoro uno dei coniugi trasferisce li’ la residenza diventando detto immobile prima casa. In caso di ampliamento puo’ il coniuge beneficiare sul suo 50% dei requisiti prima casa aliquota iva 4%.
    Ringrazio

    1. Gentile Monia, il mi parere è negativo. L’iva agevolata x ampliamento al 4% può essere beneficiata solo se si amplia la casa acquistata con le agevolazioni fiscali (non è il vostro caso perché avete acquistato come seconda casa). Un cordiale saluto. Giuseppe Palombelli. Fondatore CasaNoi, esperto in valutazioni estimative, compravendite e credito immobiliare. Consulente del credito. Contatti per consulenza mutui

  22. I miei genitori hanno un appartamento.Mio padre muore nel 2015 perciò mia mamma eredita un terzo di mio padre,io e mia sorella gli altri due terzi.Mia mamma ha usufruito del bonus prima casa in fase di successione.Ora mia sorella ha acquistato un immobile nello stesso comune dell’appartamento dei miei genitori,puo’ usufruire agevolazioni prima casa

    1. Gentile Lorena, possedere un terzo di abitazione pervenuta per successione non crea alcun problema a sua sorella per acquistare un’abitazione con le agevolazioni fiscali. Un cordiale saluto. Giuseppe Palombelli. Fondatore CasaNoi, esperto in valutazioni estimative, compravendite e credito immobiliare. Consulente del credito. Contatti per consulenza mutui

  23. Buonasera, sono proprietaria di un quarto di un appartamento ricevuto per successione senza aver usufruito delle agevolazioni nello stesso comune dove sto valutando di acquistare un immobile con agevolazione prima casa e di una metà di un altra casa in diverso comune, dove quasi sicuramente ho usufruito delle agevolazioni in sede di successioni ma ero poco più che maggiorenne e non sono in possesso di documenti che lo attestino.
    Quindi, posso acquistare come prima casa nello stesso comune del primo appartamento?
    E posso dichiarare nella domanda di anticipazione del TFR che:
    di non essere titolare, esclusivo o in comunione con il coniuge, di diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione di altra casa di abitazione nel territorio del comune dove si trova l’immobile;
    – di non essere titolare, neppure per quote o in comunione legale, su tutto il territorio nazionale, di diritti di proprietà, usufrutto di abitazione o nuda proprietà, su altra casa di abitazione, acquistata, anche dal coniuge, usufruendo delle agevolazioni per l’acquisto prima casa,
    non essendo sposata?
    Grazie mille per l’attenzione.

    1. Gentile Agnese,
      puoi sottoscrivere la dichiarazione per il TFR, che è la medesima che dovrai sottoscrivere nel rogito di compravendita per usufruire delle agevolazioni fiscali all’acquisto prima casa. Infatti non sei titolare di altra abitazione ACQUISTATA con le agevolazioni fiscali (la successione non crea problemi); e non sei titolare a titolo esclusivo di altra abitazione nello stesso comune. Un cordiale saluto. Giuseppe Palombelli. Fondatore CasaNoi, esperto in valutazioni estimative, compravendite e credito immobiliare. Consulente del credito. Contatti per consulenza mutui

      1. Salve, ho una situazione simile ma diversa, mia madre ha donato a me e mio fratello una casa di cui ha ancora l’usufrutto, nell’atto non abbiamo usufruito delle agevolazioni prima casa, ma è indicata come seconda casa, io ora vorrei in altra regione dove risiedo acquistare prima casa, posso chiedere l’anticipo Tfr? Leggevo che occorre dichiarare nella domanda di non possedere altri immobili…?

        1. Gentile Mario,
          lei può tranquillamente richiedere ANTICIPO TFR e precisare nella domanda che:
          – intende utilizzare la somma per acquistare un’abitazione con le agevolazioni fiscali prima casa
          – utilizzerà questa casa come abitazione principale e pertanto vi trasferirà la residenza nel più breve tempo possibile
          – è comproprietario di nuda proprietà di immobile pervenuto per donazione situato in altro comune
          Un cordiale saluto Giuseppe Palombelli

  24. Buongiorno gradirei un informazione, sto pesando di acquistare un’alloggio. Il problema è mia moglie ha ereditato in successione la casa dove viviamo e siamo in comunione dei beni. Possiamo acquistare un alloggio in un altro comune come le detrazioni di prima casa?
    Distinti saluti
    Salvatore

    1. Gentile Salvatore, in comunione dei beni acquistano sempre entrambi i coniugi. Lei può acquistare a titolo personale solo in separazione dei beni o in casi ben precisi. Se chiede le agevolazioni all’acquisto, in atto dichiarerà di trasferire la residenza entro 18 mesi. In ogni caso come famiglia avrete esenzione IMU per la sola casa dove effettivamente vivete. Un cordiale saluto. Giuseppe Palombelli. Fondatore CasaNoi, esperto in valutazioni estimative, compravendite e credito immobiliare. Consulente del credito. Contatti per consulenza mutui

  25. possiedo al 50% un immobile sito in genova.(atto di successione anno 2012)

    possiedo una casa di proprieta’ sempre nello stesso comune.(prima casa)

    dovendo acquistare il 50 % dell’ immobile di proprieta,’ di mio fratello, ,a quanto ammontano le tasse che devo pagare sull acquisto ? quale e’ l’aliquota per l’imposta di registro ?
    grazie

  26. Salve io dovrò comprare un appartamento che dovrò contestare con la mia ragazza.. Lei ha usufruito Dell agevolazione prima casa per una successione di cui ora ha il 33% di questa abitazione… Ora possiamo richiedere entrambi l agevolazione acquisto prima casa?

    1. Gentile Francesco, anche la tua compagna ha diritto alle agevolazioni all’ACQUISTO prima casa, anche se ha usufruito di imposta ridotta nella successione di una quota di altra abitazione di cui è ancora proprietaria. Un cordiale saluto. Giuseppe Palombelli. Fondatore CasaNoi, esperto in valutazioni estimative, compravendite e credito immobiliare. Consulente del credito. Contatti per consulenza mutui

  27. Buongiorno, nel 2013 ho ricevuto un’abitazione in donazione da mio padre a Torino, io sono sposato in comunione dei beni dal 2010 e ora vorremmo acquistare un appartamento, ma mi dicono che siccome ho già un’abitazione non ho diritto al mutuo al 100% e relative agevolazioni per la prima casa. Cosa posso fare?

    Grazie

    1. Gentile Giuseppe, se acquisti a Torino non puoi richiedere imposta ridotta prima casa, in quanto sei proprietario esclusivo di altra abitazione nello stesso comune. Se acquisti invece in un altro comune ne hai diritto. Un cordiale saluto. Giuseppe Palombelli. Fondatore CasaNoi, esperto in valutazioni estimative, compravendite e credito immobiliare. Consulente del credito. Contatti per consulenza mutui

  28. buonasera, vorrei un Suo consiglio. 10 anni fa mio padre è morto e ha lasciato come unici eredi me, mia madre e mia sorella. mia madre ha usufruito delle agevolazioni prima casa per un immobile inserito in successione. io posso comprar una casa nello stesso comune con le agevolazioni prima casa?

    1. Gentile Giusy, puoi sicuramente acquistare con imposta agevolata. Infatti la comproprietà dell’abitazione ricevuta per successione non ti esclude dalle agevolazioni all’acquisto prima casa. Un cordiale saluto. Giuseppe Palombelli. Fondatore CasaNoi, esperto in valutazioni estimative, compravendite e credito immobiliare. Consulente del credito. Contatti per consulenza mutui

  29. Buongiorno,
    essendo figlio unico ho ereditato in due momenti distinti il 100% dell’abitazione (cat.A/2) in cui risiedo attualmente: il primo 50% nel 1994 alla morte di mio padre (eredità accettata con beneficio di inventario e senza usufruire delle agevolazioni prima casa), il secondo 50% nel 2015 alla morte di mia madre usufruendo questa volta delle agevolazioni.
    Volendo ora acquistare a titolo oneroso nello stesso comune altra casa cat.A/2 posso chiedere le agevolazioni con l’impegno di vendere la casa di proprietà entro i 12 mesi dall’atto di acquisto?
    Eventualmente può essere utile in regime di separazione dei beni donare a mia moglie una quota della casa attuale (in modo da non essere proprietario esclusivo)?
    Ringrazio per l’attenzione.

    1. Gentile Luca, la casa che già possiedi ti è pervenuta per successione. Ciò determina che non hai diritto alle agevolazioni all’acquisto anche se ti impegni a vendere entro 1 anno dal nuovo rogito. Lo dice espressamente la Guida dell’agenzia delle Entrate a pagina 19: “Le agevolazioni “prima casa” non spettano quando si acquista un’abitazione ubicata nello stesso comune in cui si è già titolare di altro immobile acquistato senza fruire dei benefici.”
      Anche la donazione di una quota a tua moglie ti esclude dai benefici per il nuovo acquisto.
      Potresti intestare la casa nuova direttamente a tua moglie, la quale mi sembra di capire che non possiede altri immobili acquistati con i benefici prima casa.
      Parlane con il notaio di fiducia. Un cordiale saluto. Giuseppe Palombelli. Fondatore CasaNoi, esperto in valutazioni estimative, compravendite e credito immobiliare. Consulente del credito. Contatti per consulenza mutui

  30. Buongiorno,
    sto vendendo un appartamento acquistato nel 2014 con agevolazione prima casa nel comune di Roma. Nel 2016 ho ereditato quote (insieme a mio padre e mio fratello) di alcuni appartamenti nello stesso comune senza avere usufruito dell’agevolazione prima casa. Ora sto acquistando una nuova casa stesso comune, è possibile usufruire delle agevolazioni prima casa? A detta del mio commercialista si, però vorrei sapere con certezza.

    1. Gentile Alessandro, da quanto scrivi hai diritto alle agevolazioni all’acquisto perché:
      – non sei proprietario ESCLUSIVO di altra abitazione nello stesso comune (hai quote)
      – non sei proprietario di diritti reali su altra abitazione acquistati (a titolo oneroso=per compravendita) con agevolazioni fiscali. Un cordiale saluto. Giuseppe Palombelli. Fondatore CasaNoi, esperto in valutazioni estimative, compravendite e credito immobiliare. Consulente del credito. Contatti per consulenza mutui

  31. Ho ereditato 7 anni fa mezzo appartamento…posso acquistare casa nello stesso comune usufruendo comunque del bonus fiscale?

    1. Gentile Stefania, se sei proprietaria esclusiva dell’abitazione ereditata non puoi richiedere agevolazioni all’acquisto di altra abitazione nello stesso comune. Un cordiale saluto. Giuseppe Palombelli. Fondatore CasaNoi, esperto in valutazioni estimative, compravendite e credito immobiliare. Consulente del credito. Contatti per consulenza mutui

  32. Buongiorno,

    sono comproprietario da 2 anni di 1/3 dell’appartamento ricevuto in successione. Io e le mie due sorelle siamo gli eredi. Ho usufruito dell’agevolazione fiscale prima casa all’atto della successione, continuando a risiedere in tale appartamento e indirettamente ne hanno usufuito anche le mie sorelle.
    Ora sono in procinto di acquistare una casa nello stesso comune di residenza.
    Quali regole devo rispettare? Posso comprare la casa? Dove posso trovare i riferimenti alla normativa vigente?

    Grazie

    1. Gentile Roberto,
      puoi richiedere le agevolazioni all’acquisto perché:
      – non sei proprietario esclusivo di altra abitazione nello stesso comune (hai un terzo)
      – non possiedi altra abitazione su tutto il territorio nazionale acquistata con le agevolazioni prima casa (la tua comproprietà è pervenuta per successione)
      – risiedi nel comune dove acquisti.
      Per i rif. normativi puoi chiedere al notaio se desideri approfondire
      Un cordiale saluto. Giuseppe Palombelli. Fondatore CasaNoi, esperto in valutazioni estimative, compravendite e credito immobiliare. Consulente del credito. Contatti per consulenza mutui

  33. Mia madre, dopo la morte di mio padre, può usufruire dell’agevolazione prima casa in successione anche se è usufruttuaria di un altro immobile nel medesimo Comune?

  34. buongiorno io ho ereditato nel 2017 una casa al 50% con mio fratello ora il 13 dicembre firmiamo il contratto di vendita dal notaio. Posso acquistare una nuova casa nello stesso comune con le agevolazioni e se si devo aspettare di aver firmato dal notaio? Grazie Ornella Luppi

    1. Gentile Ornella, la tua domanda non è chiara. La successione non è un contratto di vendita da firmare dal notaio. Se intendevi dire che acquisti l’altro 50% da tuo fratello, non potrai chiedere in futuro agevolazioni acquisto prima casa poiché quando acquisterai risulti essere proprietaria esclusiva di altra abitazione nello stesso comune. Un cordiale saluto. Giuseppe Palombelli. Fondatore CasaNoi, esperto in valutazioni estimative, compravendite e credito immobiliare. Consulente del credito. Contatti per consulenza mutui

  35. Salve devo presentare una successione oggi la quale de cuius e’ deceduta ne 1995.Ora i due figli ( marito era in comunione e ha rinunciato alla quota della moglie) vogliono chiedere agevolazione di prima casa. la mia domanda era: pagano imposte fisse attuali ( 200,00-200,00-64,00-35,00 -31,00 (tributi speciali)) oppure cosa? grazie mille

  36. ok il mio problema è questo, sono comproprietario al 50% con mia moglie di una casa comprata dopo la morte di mio padre in cui io/mia sorella siamo diventati nudi proprietari e mia madre a sua volta in quanto coniuge superstite per il diritto di abitazione aveva l’usufrutto e la proprieta di un terzo residuo.Ora anche lei dopo 12 anni è mancata e io e mia sorella siamo proprietari al 50%….se volessi comprare la quota di mia sorella(vendendo ovvio la casa dove abito in comproprietà con mia moglie) potrei richiedere l’agevolazione??vale in questo caso la deroga di poter vendere entro l’anno dall’acquisto(per non regalarla insomma).Mia sorella vorrebbe accelerare in quanto adesso paghiamo molto di imu ecc, io vorrei acquistare, ma senza rischiare casini, ecc e avendo il tempo di vendere la mia attuale abitazione

    1. Gentile Gabriele, certamente puoi acquistare il 50% da tua sorella con le agevolazioni, impegnandoti a vendere il 50% della casa già di proprietà che hai acquistato con tua moglie. Tieni presente però che ai fini IMU l’esenzione è limitata ad una sola abitazione per famiglia (abitazione principale), anche se i coniugi hanno proprietà e residenze distinte. Per non mettere pressione alla tua vendita, suggerisco tra fratelli di redigere un accordo (compromesso) in cui tu ti impegni ad acquistare ad un certo prezzo, entro una certa data, pagando una o più caparre, impegnandoti a pagare IMU di sua competenza. Tanto la pagheresti lo stesso anche se avessi fatto il rogito. Un cordiale saluto. Giuseppe Palombelli. Fondatore CasaNoi, esperto in valutazioni estimative, compravendite e credito immobiliare. Consulente del credito. Contatti per consulenza mutui

  37. Ho ricevuto in eredità parte di un appartamento. Con gli altri eredi si pensava di intestarla a me per poter usufruire sulle agevolazioni per la successione. Io vivo in un altro comune in affitto. È possibile fare cio? E se si ci sono dei vincoli su una futura vendita? Grazie mille

    1. Gentile Antonella, nelle successioni, l’agevolazione di imposte riguarda la casa ereditata adibita a residenza di almeno un erede. L’agevolazione riguarda l’imposta ipotecaria e catastale (nella successione) in misura fissa di 200+200 euro, anziché il 3% complessivo del valore catastale. Ti faccio presente, per quanto riguarda l’intestazione, che tutti gli eredi sono comproprietari, salvo gli eredi che rinunciano. Solo con la successiva divisione, o con una compravendita tra eredi, si può arrivare ad una intestazione dell’intero appartamento a te. Hai diritto comunque in futuro ad acquistare (compravendita) con le agevolazione, salvo il caso in cui acquisti un’abitazione nello stesso comune dove sei già proprietario esclusivo di altra abitazione. Un cordiale saluto. Giuseppe Palombelli. Fondatore CasaNoi, esperto in valutazioni estimative, compravendite e credito immobiliare. Consulente del credito. Contatti per consulenza mutui

  38. Salve.
    Può darmi i riferimenti legislativi e le circolari?
    Mi trovo in una situazione analoga (casa ereditata in altro comune con agevolazioni e ora vorrei comprare la prima casa) e la banca mi fa problemi riguardo al mutuo e pure il notaio non è convinto.

    Grazie mille

    1. Non ho i riferimenti sotto mano. L’agenzia delle entrate si è espressa più volte. Ribadisco che può chiedere le agevolazioni acquisto prima casa. La banca seguirà quanto dichiarato in atto. Il suo notaio può approfondire e al limite confrontarsi con il notaio che è intervenuto nel nostro post. Un cordiale saluto. Giuseppe Palombelli. Fondatore CasaNoi, esperto in valutazioni estimative, compravendite e credito immobiliare. Consulente del credito. Contatti per consulenza mutui

  39. Buongiorno io e mia moglie siamo proprietari al 50% di un appartamento acquistato con i benefici prima casa, al momento dell’acquisto io ero anche nudo proprietario con mia sorella di una casa nello stesso comune di residenza dove abitava mia madre che usufruiva del diritto di abitazione come coniuge sopravvissuto a seguito della morte di mia padre.Ovviamente era stata fatta la successione e lì non c’era stata preclusione in quanto ero solo nudo proprietario per effetto del diritto di abitazione
    Da un anno è deceduta mia madre e io e mia sorella abbiamo acquisito a quel punto il 50 % delle proprietà trasformandosi ovviamente la nostra nuda proprietà in proprietà piena ed acquisendo anche la quota di mia madre…ora se volessi acquistare un nuovo immobile sempre nello stesso comune vendendo quello che avevo preso inizialmente con mia moglie(nel limite di tempo di legge ovvio)quello di cui sono proprietario per successione al 50% preclude le agevolazioni oppure no?Sarei obbligato a vendere anche quello o a liberarmi comunque della mia quota di prorpietà?Grazie

    1. Gentile Gabriele, in caso di acquisto di nuova abitazione, puoi richiedere le agevolazioni solo se vendi o doni (prima del rogito o nei successivi 12 mesi) la casa acquistata da te e tua moglie a TITOLO ONEROSO con le agevolazioni fiscali. La comproprietà con tua sorella di abitazione nello stesso comune pervenuta PER SUCCESSIONE non esclude le agevolazioni al nuovo acquisto. Un cordiale saluto. Giuseppe Palombelli. Fondatore CasaNoi, esperto in valutazioni estimative, compravendite e credito immobiliare. Consulente del credito. Contatti per consulenza mutui

  40. Buonasera, mi sono sposato 3 anni fa e sono in comunione dei beni con mia moglie, viviamo in un piccolo appartamento che ho scoperto essere mio in compravendita, scoperto xché è stato mio padre a comprarlo dai suoi due fratelli e farlo risultare mio.. ora però io e mia moglie abbiamo necessità di comprare una nuova casa in un altro comune, volevo sapere,sempre cortesemente, se potevamo beneficiare delle agevolazioni prima casa sia per le imposte che per il mutuo!

    Grazie in anticipo

    1. Gentile Simone, verifica dal rogito se hai beneficiato delle agevolazioni acquisto prima casa. Se così fosse, non puoi acquistare un’altra casa con i benefici fiscali. Devi venderla. Per il mutuo, leggi la nostra guida sulla detrazione degli interessi. Sostanzialmente puoi detrarre gli interessi del mutuo se adibisci la nuova casa ad abitazione principale. Per l’imposta sostitutiva del mutuo, pagherai imposta piena seconda casa se non vendi l’attuale abitazione di tua proprietà. Leggi la nostra Guida sull’imposta sostitutiva. Un cordiale saluto. Giuseppe Palombelli. Fondatore CasaNoi, esperto in valutazioni estimative, compravendite e credito immobiliare. Consulente del credito. Contatti per consulenza mutui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *